13.9 C
Belluno
mercoledì, Gennaio 20, 2021
Home Cronaca/Politica Raccolte le osservazioni sul prolungamento della A27. L’assessore Faoro: «Abbiamo fatto una...

Raccolte le osservazioni sul prolungamento della A27. L’assessore Faoro: «Abbiamo fatto una sintesi delle istanze dei nostri Comuni»

Ivano Faoro assessore provinciale
Ivano Faoro assessore provinciale

Palazzo Piloni invia a Venezia le osservazioni al progetto che prevede il prolungamento dell’autostrada A27. Ivano Faoro, assessore provinciale alla Viabilità: «Ora è tutto nero su bianco. Il documento finale racchiude le voci degli interessati, ed è stato condiviso – in linea generale – da ogni parte politica».
«Avevamo già fatto una serie di incontri con i Comuni, prima della presentazione ufficiale del progetto della regione – ha spiegato l’assessore Faoro – . A seguire abbiamo raccolto le osservazioni di tutte le istituzioni locali interessate al tracciato e con loro abbiamo steso una sintesi di cosa tenere in considerazione. In aggiunta, come Provincia abbiamo voluto intergare il documento finale che verrà portato sui banchi della Regione Veneto, un documento, appunto, condiviso trasversalmente nelle varie commissioni provinciali interpellate».
Queste le richieste stilate e che arriveranno agli Uffici regionali.
–         Lo svincolo di Pian de l’Abate potrebbe essere localizzato nell’area Rivalgo – Ru Corvo. Questa localizzazione consentirebbe un agevole collegamento alla prevista variante “Rivalgo – Venas”, senza tuttavia precludere un possibile futuro prolungamento dell’autostrada verso nord o verso est;
–         Potrebbero essere inserite delle opere migliorative della viabilità a nord del collegamento: la Rivalgo-Venas e la circonvallazione in Val Boite potranno scongiurare eventuali congestioni del traffico attratto dalla nuova opera;
–         Un collegamento con la viabilità di scorrimento veloce della Valbeluna, con un insieme di interventi per strade extra-urbane che uniscano le direttrici Valsugana e Alemagna;
–         Un collegamento con la Valle di Zoldo e la Valcellina, prevedendo la realizzazione di una adeguata unione fra lo svincolo di Longarone e la SP 251;
–         La realizzazione del lotto “galleria di Cadola” che, contestualmente alla realizzazione del tunnel del Col Cavalier, possa garantire un collegamento diretto fra il capoluogo bellunese, la direttrice della Valbelluna e la A27;
–         La possibile modifica, nella bozza di convenzione, del comma E dell’articolo 5, in modo da garantire che la statale Alemagna possa continuare a svolgere le proprie funzioni di collegamento fra i capoluoghi comunali e di distribuzione di scorrimento veloce della viabilità comunale;
–         La facoltà delle Amministrazioni locali di realizzare interventi di miglioramento della viabilità parallela al prolungamento autostradale ed anche dei sistemi di trasporto pubblico locale e ferroviario.

Share
- Advertisment -

Popolari

Concorso per 141 posizioni di Anestesista-Rianimatore. La Regione si “dimentica” dell’Ulss Belluno Dolomiti

L'Azienda Zero ha pubblicato un concorso per 141 posti di medico anestesista-rianimatore per le varie sedi degli ospedali della Regione Veneto. Peccato che si...

Pronto, ti parlo. Scrivi a: redazione@bellunopress.it

Penso che in questo terribile momento storico una delle esigenze fondamentali che ognuno di noi ha sia quella della comunicazione. Chiusi nei nostri comuni...

Rc auto: a Belluno prezzi in calo del 5%

  il nuovo anno si apre con una brutta notizia per quasi 57.000 automobilisti veneti; tanti sono gli automobilisti che, secondo l'analisi di Facile.it, avendo nel 2020...

Ulss Dolomiti. Rallentamento epidemico. Da sabato 23 gennaio via alla nuova organizzazione dei drive-in tamponi per l’area di Belluno

Il rallentamento epidemico registrato nelle ultime settimane comporta una minor richiesta di esecuzione tamponi che consente una rimodulazione di orario. Per quanto attiene la logistica,...
Share