13.9 C
Belluno
giovedì, Settembre 24, 2020
Home Cronaca/Politica Immigrazione: giunta veneta approva piano triennale. Stival: “prima i residenti dei nuovi...

Immigrazione: giunta veneta approva piano triennale. Stival: “prima i residenti dei nuovi arrivi, conoscenza di lingua e cultura, lavorare sul fronte dei rientri in patria”

Daniele Stival
Daniele Stival

Favorire l’integrazione degli immigrati regolari come risorsa nella fase di passaggio dalla crisi economica a quella della ripresa; l’integrazione sociale e scolastica, puntando con forza alla conoscenza della lingua italiana e della cultura veneta; il rientro volontario con la costruzione di reti di cooperazione; la formazione personale e professionale. Sono questi i principali obiettivi che si prefigge il “piano triennale regionale degli interventi nel settore dell’immigrazione”, approvato dalla Giunta veneta su proposta dell’assessore ai flussi migratori Daniele Stival, e trasmesso al Consiglio regionale per il prosieguo dell’iter. “L’immigrazione regolare – sottolinea Stival – è un fenomeno che va accompagnato e regolato in maniera attenta e collegata all’attuale congiuntura. Per questo abbiamo deciso di puntare su aspetti legati all’economia, al lavoro, e ad un’integrazione a 360 gradi, che non può prescindere, ad esempio, dalla conoscenza della lingua italiana e della cultura veneta, essenziale perché agevola l’inserimento lavorativo, favorisce la partecipazione alla vita sociale, previene situazioni di disagio sia per l’immigrato, sia per la comunità d’accoglienza. Quanto più forte sarà l’integrazione degli immigrati regolari – sottolinea Stival – tanto più facile sarà anche combattere l’immigrazione clandestina, che non siamo disposti a tollerare in alcun modo. Ritengo anche fondamentali due aspetti come la realizzazione di percorsi mirati ai rientri in patria e la priorità da dare agli immigrati residenti rispetto ai nuovi ingressi”. Per quanto riguarda il lavoro, il Piano indica proprio la via di concentrarsi di più sull’integrazione degli stranieri presenti, piuttosto che sulla gestione di nuovi ingressi, alla luce dell’attuale non facile situazione economica. In questo senso saranno promosse azioni che mirano alla sensibilizzazione, informazione e formazione rivolte alle associazioni di migranti per aumentare la loro capacità di trasferire informazioni ai lavoratori; all’informazione alle imprese con titolare straniero per aumentare le loro capacità di accedere alle opportunità offerte dal mercato del lavoro regionale; alla sperimentazione di modalità per attestare le competenze possedute dai lavoratori immigrati e rafforzarne il grado di occupabilità; al rientro volontario attraverso la costruzione di reti di cooperazione tra Italia e Paesi d’origine, in raccordo con il Ministero competente. Sul fronte dell’integrazione sociale e scolastica, gli interventi del Piano si pongono alcune priorità: inserimento scolastico, insegnamento della lingua italiana e promozione di interventi educativi per i minori; informazione sulle leggi nazionali e regionali, sulle regole di soggiorno e in materia di lavoro; aggiornamento degli insegnanti e degli operatori scolastici; valorizzazione della mediazione linguistico-culturale; inserimento delle donne immigrate; promozione del dialogo tra la cultura veneta e le altre culture. Il Piano prevede anche il consolidamento dell’Osservatorio Regionale Immigrazione e della Rete Informativa Immigrazione.

Share
- Advertisment -



Popolari

Grandinata del 29 agosto a Belluno. Segnalazioni entro il 1 ottobre per il censimento dei danni

C'è tempo fino alle 12.00 di giovedì 1 ottobre per presentare al Comune di Belluno la segnalazione di danni “sommariamente quantificati” a beni mobili,...

Al via i nuovi corsi Oss: il 2 ottobre le selezioni

Ultimi giorni per iscriversi ai nuovi percorsi Oss 2020-2021. Sono sette i corsi in programma, per 210 posti a disposizione. Un numero funzionale a...

Infont e Rai a Cortina per preparare le riprese dei Mondiali sci alpino 2021

A meno di 140 giorni dall'apertura dei Campionati del mondo, tre giorni di ispezioni sulle piste iridate. 500 milioni gli spettatori previsti in diretta...

Prefetto e questore in visita alla Vena d’Oro di Ponte nelle Alpi

Prefetto e questore in visita a Ponte nelle Alpi, in particolare, nella parte alta del territorio. Accolte in municipio dai vertici amministrativi, il prefetto...
Share