13.9 C
Belluno
lunedì, Gennaio 25, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Ferragosto a Cortina InContra: si parla di "Roma ladrona" e di patrimonio...

Ferragosto a Cortina InContra: si parla di “Roma ladrona” e di patrimonio artistico dell’Italia

Ma davvero Roma è ladrona? Che la Capitale, intesa sia come città che come sede della politica, sia un’idrovora di soldi è lo slogan più gettonato della Lega, ma anche di un certo qualunquismo. Scopriamo se è vero. Domenica 15 agosto ore 18 all’Audi Palace ​Confronto tra Gianni Alemanno, sindaco Roma e Gianluigi Paragone, vicedirettore RaiDue, conduttore “L’ultima parola” RaiDue. Conduce: Davide Desario, giornalista Il Messaggero Non è stato certo Umberto Bossi il primo a sparare contro la corruzione, nella storia lo hanno già fatto innumerevoli capipopolo e presunti moralizzatori. E anche l’identificazione tra la corruzione e Roma, quasi fosse ancora la capitale decadente di un grande impero, non è certo un’invenzione dei leghisti. Il problema, però, è che la cronaca ci racconta che le mazzette esistono anche a Milano (ricordate Tangentopoli?), e in tante altre città italiane, non solo del Sud. E nei palazzi della politica, romani e non romani, siedono anche parecchi leghisti. Allora come mai questo tipo di slogan, buoni per tutte le stagioni e per tutte le occasioni, sono così utilizzati? Forse perché la Lega, e più in generale la politica italiana, sono a corto di idee? E poi, è proprio vero che Roma è una macchina mangiasoldi, oppure la Capitale è tra i “primi contribuenti” italiani? Nell’Agorà di “Cortina InConTra”, un confronto da non perdere tra il sindaco di Roma e l’ex direttore della Padania.

Cortina InContra prosegue alle ore 21.30 con “Viaggio in Italia e in Europa a regola d’arte” I 150 anni dell’unità d’Italia sono l’occasione per un volo planare sulle bellezze che hanno reso il nostro patrimonio artistico il primo al mondo per importanza. E per compararle con quelle del resto d’Europa
​Lectio magistralis di Philippe Daverio, storico dell’arte, autore e conduttore de Passepartout-RaiTre
Piazza del Campo a Siena, la Cattedrale sul mare a Trani, la Reggia di Caserta, le ville del Palladio, il tempio di Selinunte: ognuno di noi ha un luogo da raccontare del suo personale “viaggio in Italia”. Insomma, ognuno ha la sua guida. Poi, però, parlando con gli amici ci si accorge che a due passi dal nostro tragitto c’era un posto che non avremmo mai immaginato, un tesoro nascosto. E allora chi meglio dell’eccellentissimo Philippe Daverio, uomo di arte e di cultura mitteleuropea, può farci da guida nella scoperta del nostro Paese, per capire meglio ciò che abbiamo già visto e inventariare luoghi ancora da visitare. Ma anche per mettere a confronto i tesori italiani con quelli del resto d’Europa.

Share
- Advertisment -

Popolari

Giorno della Memoria: il Comune di Feltre propone un incontro online mercoledì con il professor Gabrio Forti

“La disumanità della distanza in una lettura cinematografica dei processi di Norimberga”. E' questo il titolo dell'incontro online con il professor Gabrio Forti che...

Ponte nelle Alpi, consolidato il versante franoso della strada della Val Medone. Vendramini: ora è a prova di sicurezza

"Più sicura e più fruibile. L'Unione Montana Bellunese ha rimesso a nuovo la strada vicinale della Val Medone. Ovvero, dell'unica via di accesso alle...

Limana. Nuovi lavori di difesa idrogeologica per 200mila euro a Ceresera

Limana, 22 gennaio 2021 - Approvati a Limana nuovi interventi di difesa idraulica ed idrogeologica. Dopo aver terminato nei mesi scorsi lavori per oltre 120.000,00€...

Polizia ferroviaria, Progetto Train to be cool. Riprende la didattica a distanza con gli studentizia con gli

Con il nuovo anno, sono ripresi, da remoto, gli incontri del personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto con gli studenti, nell’ambito del...
Share