13.9 C
Belluno
domenica, Giugno 20, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Se il futuro non abita più qui: la fuga dei cervelli. martedì...

Se il futuro non abita più qui: la fuga dei cervelli. martedì 27 all’Audi Palace per Cortina InContra. In seconda serata Pippo Baudo

Rassegnazione, assenza di meritocrazia. Perché i giovani (e  non solo) non hanno più fiducia nell’Italia e come fargliela tornare? Se ne parla martedì pomeriggio (27 luglio) alle ore 18 all’Audi Palace di Cortina d’Ampezzo.
​Pier Luigi Celli, direttore generale Università Luiss Guido Carli Roma e autore de “Coraggio Don Abbondio” (Aliberti)
Giulio Giorello, filosofo
Conduce: Enrico Cisnetto, ideatore e responsabile “Cortina InConTra”
​​Proprio mentre è giunto il momento di iniziare a ricostruire, dalle fondamenta, un sistema-paese che non funziona più da troppo tempo, i giovani o fuggono all’estero – se possono permetterselo e hanno coraggio – o si rifugiano dai genitori e si lasciano andare alla sfiducia. Eppure per ricostituire le condizioni psicologiche prima ancora che materiali dell’Italia felix del boom economico, dei giovani non si può proprio fare a meno. Sul palco dell’Audi Palace sale quel Pier Luigi Celli che, qualche tempo fa, consigliò pubblicamente al figlio neo-laureato di abbandonare questo Paese che non dà speranze per il futuro e che su questo tema ha scritto un libro. Con lui Giorello, amico di lungo corso di “Cortina InConTra” e intellettuale capace di offrire punti di vista sempre fuori dal coro. Conduce chi ha dovuto, per il bene di sua figlia, lasciarla andare lontano dall’Italia. Venite a dire anche la vostra.

I 50 anni della televisione raccontati attraverso la storia, i successi e i mille aneddoti del re del piccolo schermo
27/07/2010 21:30 – Audi Palace
Dialogo tra Pippo Baudo, conduttore televisivo e Marino Bartoletti, giornalista e autore televisivo
Dici televisione ed è scontato fare il nome di Pippo Baudo, l’uomo che da cinquant’anni ne è in qualche modo il padre. L’ha vista nascere, crescere e cambiare fino a diventare sempre più “commerciale”. Ha collezionato numerosi record, tra cui quello del maggior numero di conduzioni del Festival di Sanremo, superando un altro mostro sacro del tubo catodico come Mike Bongiorno. Ma qual è la tv che piace a super-Pippo, quella in bianco e nero che scandiva le serate degli italiani o quella “on demand” dei satelliti e di You Tube? Ascoltarlo, sollecitato da un grande esperto come Marino Bartoletti, significa ripercorrere non solo la storia del piccolo schermo, ma anche la storia del Paese. Anche sul canale 901 di Sky.

Share
- Advertisment -

Popolari

Temporali, vento e grandine da domenica pomeriggio

Venezia, 19 giugno 2021 - Il bollettino emesso dal Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto annuncia, per le prossime ore, tempo instabile in...

Tolti 4,6 miliardi per infrastrutture alle zone deboli. De Menech: «Tentativo di sottrarre risorse alla montagna. Non passerà in Parlamento»

«C'è un tentativo di sottrarre risorse alla montagna, alle aree interne e al sud. Grave il colpo di mano che ha tolto dal decreto...

Pubblicato dalla Regione l’elenco dei maestri artigiani: per Confartigianato Belluno c’è Antonio Da Ronch, restauratore

Antonio Da Ronch, titolare della Adr Restauri di Feltre, è il primo associato di Confartigianato Belluno a essere insignito della qualifica di maestro artigiano...

Malore mortale sotto il Rifugio 7mo Alpini

Belluno, 18 - 06 - 21 - Attorno alle 13.20 il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato a seguito della chiamata della gestrice...
Share