13.9 C
Belluno
martedì, Gennaio 26, 2021
Home Cronaca/Politica dall'Associazione emigranti bellunesi

dall’Associazione emigranti bellunesi

Gioachino Bratti
Gioachino Bratti

Assegnata la borsa di studio “Andrea Cero”
Un’apposita commissione ha provveduto all’assegnazione della borsa di studio “Andrea Cero” per l’anno 2010. Come si ricorderà, la borsa  è intitolata ad un giovane emigrante, Andrea Cero, deceduto nel 2004   all’età di 35 anni in un incidente stradale, ed è offerta dalla mamma per essere assegnata a un  laureato  emigrante o figlio di emigranti  con una tesi di laurea riguardante l’emigrazione o aspetti e problemi della Provincia e della montagna.  Quest’anno la borsa viene  conferita a  Filippo Da Corte Zandatina laureatosi  in Scienze politiche e Relazioni Internazionali e Diritti umani presso l’Università di Padova con la tesi “L’emigrazione nel Bellunese e in Cadore tra Ottocento e Novecento”. Essa sarà consegnata al vincitore il prossimo 24 luglio, nel corso dell’assemblea dell’Associazione.

Inaugurata a Bribano mostra sull’emigrazione
Sabato 10 luglio la tradizionale “Sagra dei Per” di Bribano (in comune di Sedico) si è aperta, nell’edificio delle scuole elementari,  con una ricca  mostra sull’emigrazione  dal significativo titolo “Bellunesi nel Mondo”, mostra che rimarrà aperta fino al prossimo 25 luglio. Divisa in due sezioni, una dedicata  all’emigrazione del comune di Sedico e l’altra  dell’intera provincia, presenta un quadro esauriente di luoghi, persone, episodi di un lungo passato che non può essere dimenticato. Gli interventi dei rappresentanti delle Istituzioni – il presidente del Comitato organizzatore Samuele Capraro, il vicesindaco di Sedico Roberto Maraga, il presidente dei Bellunesi nel Mondo Gioachino Bratti (nella foto) e il parlamentare Franco Gidoni –  nel sottolineare  l’importanza della memoria, l’ hanno accostata a quella della gratitudine  e al dovere di  trasmetterne il valore ai giovani. Tra il numeroso pubblico, numerosi gli ex emigranti, rappresentanti di Famiglie Bellunesi e Consiglieri dell’Associazione Bellunesi nel Mondo.

Gemellaggio Quero – Auzat/Vicdessos
Quero con una grande e intensa cerimonia ha sancito, domenica 11 luglio, il gemellaggio con la Comunità di Auzat – Vicdessos (Ariège – Francia), un gemellaggio che affonda le sue radici nell’emigrazione: quella, tragica del dramma di Izourt, ove, in un cantiere di alta montagna, perirono, travolti da una bufera di neve, il 24 marzo 1939, 31 operai, tra cui 29 italiani (quattro i bellunesi, di cui uno – Primo Mondin – di Quero), e l’altra dei tanti abitanti del luogo che  nel secolo scorso emigrarono  in quella regione.  Curata in ogni particolare, la manifestazione ha avuto il suo  culmine  nella firma del  documento di gemellaggio, sottoscritto dal presidente della comunità  ospite  Bernard Piquemal, dal sindaco di Quero Sante Curto, e dai presidenti dei rispettivi comitati di gemellaggio Nicole Denjan  e Claudio Dal Pos.  Tra gli interventi ha colpito  la testimonianza di Antonio Specia, nel ricordo dei suoi genitori, che lasciarono  Quero per cercare in terra di Francia un futuro sereno e propizio per sé e per i loro figli: esempio dei tanti emigrati italiani in terra transalpina ove si  fecero  onore  e diedero il loro  operoso e  capace contributo allo sviluppo del Paese.

Giovani discendenti di emigrati veneti in Provincia
Arrivano a Belluno domenica prossima 18 luglio una decina di giovani di origine veneta provenienti dal Canada, Romania, Spagna e Sudafrica per un soggiorno di 15 giorni in Provincia, organizzato dall’Associazione Bellunesi nel Mondo con il contributo della regione del Veneto. Il programma del soggiorno prevede la visita ad alcuni luoghi della Provincia, ai maggiori centri d’arte della Regione, nonché incontri con i giovani della Sezione ABM e con le istituzioni locali e la  Regione del Veneto Parteciperanno inoltre  all’assemblea dell’Associazione il 24 luglio e, all’indomani, alla “Giornata dei bellunesi nel Mondo” a Sedico. S’incontreranno anche con alcuni giovani , sempre di origine veneta, del Brasile, pure loro in Provincia nell’ambito di un interscambio giovanile tra Pedavena e Ana Rech (Rio Grande do Sul).

Incontro mensile della Sezione giovani 
Venerdì 9 luglio si è riunito il gruppo Giovani dell’ABM. Il coordinatore Marco Crepaz ha relazionato sul meeting dei Giovani Veneti nel Mondo conclusosi la scorsa settimana a Bruxelles. Da parte dei ragazzi grande interesse e voglia di collaborare ai progetti presentati dal Coordinamento dei Giovani Veneti nel Mondo.
Sono state elaborate le domande che verranno poste agli intervistati del progetto “Intervista doppia/tripla”. Le domande saranno così suddivise: introduttive (conoscere l’anagrafica dell’intervistato); Paese di origine (dove è partita l’esperienza migratoria); Paese di arrivo (la meta dell’emigrazione; rientro (dedicato agli ex emigranti). Nel mese di settembre verranno effettuate le registrazioni e si passerà alla fase successiva, ovvero il montaggio video. Il progetto verrà quindi presentato alla fine di ottobre.
Grande spazio dell’incontro è stato dedicato all’organizzazione dell’accoglienza del gruppo di giovani canadesi che soggiornerà dalla prossima settimana in provincia di Belluno per quindici giorni: manifestazioni locali, concerti, cinema e molto ancora allieteranno le serate di questi ragazzi con origini venete.
Dopo la scelta dei due articoli da scrivere per il giornale “Bellunesi nel Mondo” è stata preparata la scaletta per il Tg Bellunesi nel Mondo, edizione di luglio-agosto; questa volta il “giornalista” sarà Mauro De Biasi.
La riunione è terminata con un’allegra pizza in compagnia. Il prossimo incontro è stato fissato per i primi di settembre.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cortina festeggia i 65 anni dalle Olimpiadi invernali del ’56, e guarda al futuro

Cortina d'Ampezzo festeggia sessantacinque anni dalla cerimonia di apertura dei suoi primi Giochi Olimpici Invernali. E celebrando il passato, la Regina delle Dolomiti si...

Ulss Dolomiti. Rinnovati gli incarichi ai medici USCA fino al 31 dicembre 2021 e assegnati ulteriori due incarichi

Belluno, 25 gennaio 2021 - Oggi sono stati rinnovati gli incarichi ai medici operativi nelle tre USCA (Unità Speciali Continuità Assistenziali) di Belluno, Cadore...

Giorno della Memoria: il Comune di Feltre propone un incontro online mercoledì con il professor Gabrio Forti

“La disumanità della distanza in una lettura cinematografica dei processi di Norimberga”. E' questo il titolo dell'incontro online con il professor Gabrio Forti che...

Ponte nelle Alpi, consolidato il versante franoso della strada della Val Medone. Vendramini: ora è a prova di sicurezza

"Più sicura e più fruibile. L'Unione Montana Bellunese ha rimesso a nuovo la strada vicinale della Val Medone. Ovvero, dell'unica via di accesso alle...
Share