13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 24, 2021
Home Prima Pagina Roberto Bortoluzzi, presidente uscente del Comitato Fisi, illustra la sua squadra in...

Roberto Bortoluzzi, presidente uscente del Comitato Fisi, illustra la sua squadra in vista delle elezioni regionali del prossimo 19 giugno

«Mi ricandido per guidare gli sport invernali del Veneto per un altro quadriennio. Lo faccio perché arghissimi settori della base me lo hanno chiesto, convinti che il lavoro portato avanti in questi anni sia quello giusto».
Roberto Bortoluzzi, presidente uscente del Comitato Veneto Fisi (Federazione italiana sport invernali) illustra la propria candidatura e la propria squadra a pochi giorni dall’assemblea che il prossimo 19 giugno, a Vittorio Veneto (sala del teatro del seminario vescovile, zona Ceneda, ore 9.30), è chiamata ad eleggere presidente e consiglio regionale per il prossimo quadriennio. Come consiglieri laici, a sostegno di Bortoluzzi i candidati sono Fabio Bolzan e Mario Del Puppo (comitato Fisi di Treviso), Paolo Cerutti (Venezia), Nino Ciprian, Mario Curto, Giuseppe Dalla Corte, Igor Ghedina, Luigi Giustina ed Edi Savi (Belluno), Egle Dalle Ave, Carlo Dal Pozzo, Damiano Guidolin e Roberta Rodeghiero (Vicenza), Michele Destro e Fabio Optale (Padova). I consiglieri atleti che sostengono la candidatura Bortoluzzi sono invece Marino Cassol (Belluno), Fabrizio Cesamolo (Vicenza), Martino Cortella (Verona) e Graziano Sonego (Treviso), mentre i consiglieri tecnici Nicola De Martin e Massimo Pisello (Belluno). «E’ una squadra formata da persone che hanno già lavorato nel consiglio regionale nel passato quadriennio e da altre che hanno lavorato negli sci club del Veneto o all’interno dei comitati provinciali – spiega Bortoluzzi – Si tratta di gente che da sempre ha avuto e continua ad avere a cuore la Federazione e che per essa si è spesa lavorando duramente, con disponibilità, competenza e passione. E’ una squadra d’esperienza che fa della concretezza la propria linea guida, quella concretezza che ha permesso al Veneto di ritagliarsi uno spazio stabile ai vertici degli sport invernali
italiani, quella concretezza che ci ha portato a non fare mai il passo più lungo della gamba, allestendo un’attività d’eccellenza, con i conti sempre in ordine». «La Fisi del Veneto – chiude Bortoluzzi – ha dimostrato di essere una realtà che funziona. Il nostro Comitato, grazie ai suoi atleti, ai suoi
tecnici, ai suoi dirigenti e ai suoi sci club, ha saputo confermarsi ai vertici nazionali. E’ quello che vogliamo continuare a fare, lavorando sul campo e non lasciandoci affascinare da enunciazioni di principio tanto roboanti quanto di improbabile applicazione. Da qui vogliamo insomma camminare nel solco della nostra
storia, in stretta sinergia con il lavoro della Fisi nazionale che in questi ultimi tre anni, sotto la guida di Giovanni Morzenti, ha saputo ritrovare nuovo slancio».

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidente all’ambulanza del Suem

Ponte nelle Alpi, 24 gennaio 2021 - Alle 9:30 di questa mattina i vigili del fuoco sono intervenuti lungo la SS 51 in via...

Ricognizione sul territorio. Padrin: «Il problema maggiore riguarda le risorse; le nevicate hanno esaurito i budget dei Comuni montani»

Dopo l'ultimo episodio di maltempo, la Provincia ha voluto capire quale fosse la situazione sul territorio. Soprattutto in montagna, dove sono caduti dai 30...

Una task force di medici e amici del Rotary per sconfiggere il Covid-19

Sono oltre un centinaio i soci del Rotary del Triveneto, medici e non solo, che hanno aderito ad End Covid Now, offrendo la propria...

Covid, “zona Sudtirol”. Bond (FI): «Bolzano ancora una volta fa quello che vuole. Assurdo, soprattutto per i territori contermini»

«Il governo sa che oltre a rossa, arancione e gialla esiste anche la "zona Sudtirol"? E lo sa che a Bolzano fanno quello che...
Share