13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Prima Pagina Mtb Alpago Trophy, l'Italia batte Francia e Russia. Andrea Tiberi si impone...

Mtb Alpago Trophy, l’Italia batte Francia e Russia. Andrea Tiberi si impone nella penultima tappa seguito dal francese Tempier e il russo Medvedev

Parla ancora italiano l’Mtb Alpago Trophy: dopo il successo della passata stagione con Yader Zoli, oggi a vincere gli Internazionali d’Italia sullo spettacolare tracciato di Lamosano di Chies d’Alpago (Belluno) è stato Andrea Tiberi. Una gara tutta all’attacco quella del portacolori della Surfing Shop promotion, in testa a dettare il ritmo fin dal giro iniziale: prima in compagnia del francese Stephane Tempier, poi con lo stesso Temperi e con il russo Alexej Medvedev, infine da solo. Tiberi ha rotto gli indugi durante il terzo dei sei giri in programma, guadagnndo prima una ventina di secondi, poi un’altra decina, e arrivando a tagliare in solitudine il traguardo con 33” sul transalpino e con 1’41” sul russo. Oltre i 2’ Mike Felderer e Giuseppe Lamastra. Tra gli Under 23 il successo è andato all’altoatesino Gerhard Kerschbaumer che nella prima parte di gara era in lizza per un posto sul podio.
«Tempier è partito fortissimo e io inizialmente ho faticato a seguirne il ritmo – dichiara il vincitore – Poi però è calato e anche Medvedev non reggeva. Io invece sono riuscito a viaggiare su ritmi costanti e a conquistare un bel successo. Spero di fare bene anche domenica prossima a Vermiglio, nell’ultima tappa degli Internazionali d’Italia, e guadagnarmi così una maglia azzurra per gli Europei».
A seguire la gara c’era anche il direttore tecnico della nazionale italiana,  Hubert Pallhuber. «Mancavano alcuni nomi importanti come Fontana e Longo – dice Pallhuber – ma il livello tecnico è stato di eccellenza. La squadra per gli Europei è quasi fatta, ma la porta è ancora aperta per molti, a cominciare proprio da Tiberi che oggi, su un tracciato impegnativo e con un caldo torrido, ha dimostrato di essere in forma».
Tra gli Juniores, a vincere è stato Andrea Righettini. Una gara tutta all’inseguimento per il trentino di Brentonico. «Sono partito male, dopo il lancio ero attorno alla ventesima posizione – spiega il portacolori dell’Arcobaleno – però stavo bene e metro dopo metro ho recuperato. Sono riuscito a raggiungere e superare Lupato all’ultimo giro, combattendo contro avversari, percorso davvero impegnativo e gran caldo».
Per quanto riguarda le donne, tra le Juniores il successo è finito all’Isola d’Elba, grazie ad Alessia Bulleri, impostasi con un vantaggio di 1’1” sull’altoatesina Julia Innerhofer , mentre nella categoria Open la vittoria porta la firma della slovena Tanja Zakelj, impostasi  sulla sanmarinese Daniela Veronesi.
«Il bilancio di questa due giorni è positivo – commenta il coordinatore dell’organizzazione, Paolo Zanon – Mancava forse qualche straniero di spicco, ma il livello tecnico era ugualmente elevato. L’Mtb Alpago Trophy è stata anche una bella occasione di promozione del territorio e della mountain bike. Ora non ci fermeremo: vogliamo portare a Chies i Tricolori del 2012».
Sarà possibile rivivere la due giorni degli Internazionali d’Italia in Alpago nei prossimi giorni in tv: una sintesi di un’ora sarà trasmessa in differita su Rai Sport 1 venerdì prossimo, 11 giugno, dalle 17.50 alle 18.50, nonché in replica, sempre su Ria Sport 1, dalle 13.30 alle 14.30 di sabato 12.
Le classifiche.
Juniores maschile: 1. Andrea Righettini (L’Arcobaleno Carraro) 1h20’21”1; 2. Denny Lupato (Giant Italia Team) a 45”7; 3. Maximilian Vieider (Tiroler Radler Bozen) a 2’32”.
Juniores femminile: 1. Alessia Bulleri (Elba bike) 55’44”4; 2. Julia Innerhofer  (St. Lorenzen) a 1’12”; 3. Julia Tanner  (Bike club Egna) a 2’16”4.
Open femminile: 1. Tanja Zakelj (Mbk Orbea) 1h32’20”; 2. Daniela Veronesi (San Marino) a 46”9; 3. Evelyn Staffler (L’Arcobaleno Carraro) a 2’37”5.
Elite maschile: 1. Andrea Timperi (Surfing Shop promotion) 1h32’52”8; 2.Stephane Tempier (Bianchi – Francia) a 33”1; 3. Alexej Medvedev (Corratec – Russia) a 1’41”.
Under 23 maschile: 1. Gerhard Kerschbaumer (Forestale) 1h35’52“6 (6. assoluto); 2. Juri Ragnoli (Scott) a 1’19”1; 3. Samuele Porro (Bicimania Lissone) a 2’04”4.
Per approfondimenti www.mtbalpago.it

Share
- Advertisment -


Popolari

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...

Serrande abbassate dopo le 18, l’allarme di Confartigianato. Gaggion: «Penalizzati rispetto alla grande distribuzione»

Tutto chiuso dopo le 18: vale per i bar e i pub, i ristoranti e le pasticcerie. Le disposizioni contenute nel nuovo Dpcm non...
Share