13.9 C
Belluno
venerdì, Settembre 18, 2020
Home Cronaca/Politica dalla Questura: prudenza nell'aprire agli sconosciuti; raid notturni

dalla Questura: prudenza nell’aprire agli sconosciuti; raid notturni

La Polizia di Stato raccomanda agli anziani di non aprire la porta agli estranei
Venerdi’ pomeriggio,  una pattuglia della squadra volante, durante il normale servizio di controllo del territorio, notava due individui di colore camminare a piedi lungo via Cusighe in atteggiamento sospetto, mentre si guardardavano attorno osservando le abitazioni della zona. Oltrepassati i due, l’equipaggio si soffermava poco più avanti e verificava che gli stessi si stavano dirigendo sul retro di un edificio più isolato rispetto alle altre case della zona. Infatti poco prima, transitando nelle adiacenze, gli agenti notavano che la casa in questione aveva le finestre del piano terra aperte e quindi decidevano di tornare indietro; sul retro dell’edificio vi erano i due extracomunitari davanti alla porta che attendevano qualcuno che aprisse loro. Subito dopo uscivano due donne molto anziane e i due stranieri, sorpresi ed imbarazzati, si giustificavano dicendo che stavano cercando un certo ”Federico” che però non abitava certo in quello stabile. I due venivano portati in Questura ed uno di essi, K.I.C. veniva denunciato in violazione dell’Art.6/3 D.L.vo 286/98 , modificato dalla legge 94/2009 (violazione delle norme sull’immigrazione). La Polizia di Stato invita quindi le persone anziane, anche alla luce di questo episodio non grave, ma sicuramente significativo, a non aprire la porta ad estranei.  

Raid notturno a Sospirolo e Sedico
Questa mattina una pattuglia della Polizia di Stato – Sez.Volanti è intervenuta, su richiesta dei titolari, a Sospirolo, zona industriale Masiere, per nr.7 sopralluoghi di furto o tentato furto ai danni di alcune ditte del  posto. Inoltre l’equipaggio si portava anche a Roe di Sedico per un tentato furto presso una ditta situata in quel luogo. L’equipaggio accertava che ignoti, durante la decorsa nottata, avevano forzato con una leva la porta d’ingresso ai vari capannoni od uffici. (tutti con le medesime modalità). I titolari si sono riservati di quantificare il danno che sarà comunicato all’atto della denuncia.Sul posto è intervenuto anche il personale della Polizia Scientifica per i rilievi. Sono in corso indagini.

Share
- Advertisment -




Popolari

Contributi regionali per 6 milioni e mezzo per la valorizzazione delle destinazioni turistiche i

Venezia, 18 settembre 2020   “Le conseguenze del lungo periodo di lockdown ci hanno imposto la necessità di un rilancio complessivo e immediato dell’economia veneta...

Le mostre di Oltre le vette: 4 esposizioni, a Belluno dal 2 all’11 ottobre

Le mostre sui temi della montagna sono da sempre uno dei punti di forza della rassegna bellunese, occasione per il pubblico di ammirare opere...

Ulss Dolomiti. Avviso del Centro per l’affido per un minore del Centro Cadore

Il Centro per l'Affido e la Solidarietà Familiare dell'ULSS 1 Dolomiti – Distretto di Belluno cerca per un minore che frequenta la scuola primaria...

Sorveglianza al lago Sorapis. Il bilancio dei carabinieri forestali delle Stazioni di Cortina e Auronzo

La stagione estiva che sta volgendo al termine è stata segnata dalla pandemia legata Covid-19 ma nonostante questo, l’afflusso registrato nelle Dolomiti bellunesi, ha...
Share