13.9 C
Belluno
martedì, Novembre 24, 2020
Home Pausa Caffè Andata delle finali MBA, organizzata da ASD Fratelli Manfroi

Andata delle finali MBA, organizzata da ASD Fratelli Manfroi

Stagione dura per chi fa pronostici, entrambe le favorite perdono abbastanza nettamente: nella finalina per il terzo posto i campioni provinciali di Feltre le buscano dal Nevegal, nell’andata della finalissima Quero viene messa sotto in casa da Ponte di Piave. I risultati:
Antico Caffè Slalom Nevegal VS Bar Fornaci Feltre: 7-3
Offside Piave Team Quero VS Locura Top Ponte di Piave: 3-7

Antico Caffè Slalom
1- Gianfranco Canal
2- Veriano Viel
3- Fabiano Collazuol
4- Ivan Dal Bò
5- Vittorio Rizzardi
6- Michele Viel
Riserve:
7- Marco Dal Paos
8- Gianni Gaeta
9- Luciano Grimaldi
10- Marco TOllot
11- Omar Saviane
12- Gianni Nani
D.S. Giuseppe De Cia
Bar Fornaci
1- Claudio Bellet
2- Massimiliano Rossa
3- Carlo Mares
4- Mauro Zanella
5- Marco De Boni
6- Gabriele Zanella
D.S. Claudio Bellet
La gara: Feltre in formazione rimaneggiata e Nevegal che ritrova il fattore campo più temuto del campionato, ecco servito un risultato poco prevedibile. Come successo più volte in questa stagione il Nevegal stenta a carburare, ma stavolta riesce a mettersi in sesto dopo un set e mezzo, e a portarsi addirittura avanti per 4-1. I campioni del Bar Fornaci, anche se non in formazione titolare, fanno uscire le proprie caratteristiche di squadra vincente e facendo leva sulla coppia Mares-Zanella accorciano le distanze aggiudicandosi largamente il sesto e settimo set.
Nevegal accusa il colpo e la partita è riaperta. Allarme rosso tra gli “inguardabili” dello Slalom, i quali molto lucidamente attingono alla propria panchina, folta e di qualità. A questo punto la differenza la fa il solito “fattore Nevegal”: panchina, gruppo e tifo di casa, e per pochissime reti lo Slalom porta in saccoccia tutti e tre i set rimanenti. Punteggio finale netto di 7-3 ottenuto con un pelino di determinazione in più degli avversari, il ritorno sarà duro per i feltrini ma non è detto che stavolta non saranno loro a trovare quel qualcosa in più.

Offside Piave Team
1- Danilo Cosma
2- Massimo Mazzocco
3- Mirko Grigoletto
4- Diego Grigoletto
5- Eliseo marcon
6- Salvatore Valenti
Riserve:
7- Elia Longo
8- Igino Longo
9- Domenico Pisciottaro
10- Nicola Locatelli
Locura Top
1- Gianni zane
2- Maurizio Didonè
3- Corrado Grande
4- Giuseppe De Nigris
5- mirco Biasi
6- Giuliano Ninotti
Riserve:
7- Ciro Minà
8- Vanes Buso
La gara: Locura troppo forti e Offside troppo emozionato. D’altronde non si può certo biasimare la squadra di Quero, al suo debutto non ha mai sgarrato un colpo e adesso che è in finale si rende conto della straordinaria stagione compiuta e si fa venire un po’ di “braccino”, ci può stare eccome. Ponte di Piave durante il girone di inizio campionato ha sofferto non poco Quero e ora è determinata a non fare sconti su nessuna giocata, il risultato è unasquadra professionale e spietata, che inizia la serata lasciando senza fiato la capiente arena che si è creata all’Offside in occasione di questa finale: 3-8, 4-8, 1-8 e Quero
è zittita. Capitan Mazzocco è costretto già a rischiare il tutto per tutto e a mettere in campo le riserve in una situazione delicatissima, condizione di massimo stress per i giocatori della panchina. La mossa sembra riuscire, quarto set vinto per 13-11 e un giovanissimo Elia Longo che quasi non ribalta il quinto set. Le coppie titolari dell’Offside però hanno in questa serata tutte degli evidenti problemi rispetto alle prestazioni abituali e i tanti tifosi riescono a distinguere ben poche delle certezze che da 4 mesi rappresentano i punti cardine di questa squadra. Per contro il Locura Top fila che è un piacere, la squadra messa in campo
da Mirco Biasi ha tutti gli ingranaggi oliati al punto giusto e ogni giocatore sa perfettamente quale apporto dare al gruppo.
I set della seconda parte tornano a rispecchiare la prima: Ponte di Piave padrone della situazione e Quero con qualche reazione d’orgoglio. L’ultima frazione è tutta per i padroni di casa che travolgono un avversario tutt’altro che impreparato nel gioco internazionale del 10° set. Questo permette a Quero di coltivare ancora qualche speranza per il ritorno: le qualità mostrate fino a pochi giorni fa potrebbero rimettere in piedi un punteggio difficile ma non impossibile. Ponte di Piave invece è decisa a non mollare la presa fino alla matematica vittoria. Il pubblico del Locura comunque sta già preparando la festa: l’anno scorso la squadra è stata la rivelazione del campionato e ha chiuso seconda, quest’anno può coronare allagrande la propria rincorsa alla MBA League.
La finalissima (il ritorno) è in programma giovedì 6 maggio a Ponte di Piave, a partire dalle ore 21, ovviamente tutti invitati. Immediatamente a seguire le premiazioni del campionato.

Share
- Advertisment -

Popolari

Pizzicati dai carabinieri due locali in Comelico con clienti dopo l’orario

Due locali del Comelico sono stati sanzionati per irregolarità sull'orario di apertura. Gli accertamenti sono stati eseguiti nell'ambito dei controlli da parte dei carabinieri...

Rinforzata l’Arma bellunese: 6 marescialli e 24 carabinieri da oggi in servizio

Una importante iniezione di personale nelle fila dell'Arma dei carabinieri. Da oggi prendono servizio in provincia 30 militari (6 marescialli, di cui 3 donne...

Cortina Fashion Weekend 2020: una decima edizione “responsabile” e dal risvolto benefico

Cortina d'Ampezzo, 23 novembre 2020 - Vuole essere un forte segno di fiducia nel futuro e di coraggio, questo Cortina Fashion Weekend 2020. Dal...

Campagna vaccinazione antinfluenzale: vi hanno aderito il 50% dai 60 ai 64 anni

L’Ulss Dolomiti, attraverso il Dipartimento di prevenzione ha completato la vaccinazione dei soggetti tra 60 e 64 anni che hanno aderito all’invito a vaccinarsi...
Share