13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 25, 2020
Home Lettere Opinioni Italia allo sbando, un brutto film

Italia allo sbando, un brutto film

Tagli selvaggi alla scuola e all’istruzione, disoccupazione alle stelle, precariato affari e inciuci giornalieri dove sono coinvolti ministri ed enti pubblici, tasse che strozzano la gente, imprese che chiudono, uno Stato che non paga i debiti, agenzie di riscossione come associazioni a delinquere, consumatori come polli da spennare, i ricchi che si arricchiscono sempre di più, gli onesti che tirano la carretta, i deboli schiacciati dalla repressione, negazione di qualsiasi valore che non sia quello del denaro, odore di fascismo e di sacrestia in Parlamento, l’informazione allo sbando, la barbarie culturale delle tv, analfabetizzazione, ignoranza,razzismo e xenofobia in aumento. Sembra incredibile che la maggioranza degli italiani abbia avvallato col suo voto questo andazzo funesto. Che brutto film, speriamo di vedere presto i titoli di coda.

Salvo Paruta

Share
- Advertisment -

Popolari

Incendio distrugge una abitazione ad Umin di Feltre

Feltre, 24 novembre 2020 Dalle ore 17, i vigili del fuoco sono impegnati per domare  l’incendio sviluppatosi in una casa in via Umin, 5...

Zaia presenta in diretta Facebook l’ordinanza breve valida dal 25 novembre al 4 dicembre

Sarà in vigore da domani, mercoledì 25 novembre, fino a venerdì 4 dicembre. Il 3 dicembre dovrebbe uscire il nuovo Dpcm valido per l'intero...

Flavia Monego: «Il ruolo della donna nel mondo del lavoro è sempre più difficile»

«Mi sono insediata un mese fa e ancora non mi capacito di quanto lavoro ci sia da fare per contrastare e prevenire la violenza...

Violenza donne. In Veneto 3.174 vittime accolte nei centri. Lanzarin: “Prosegue l’impegno finanziario per sostenerli”

Venezia, 24 novembre 2020  Sono 3.174 le donne seguite con percorso specifico dai Centri antiviolenza del Veneto in tutto l’anno scorso. Una flessione minima, 82...
Share