13.9 C
Belluno
venerdì, Settembre 18, 2020
Home Cronaca/Politica Cgil: “la ripresa è ancora lontana”. De Gan: “dati inattendibili” ...

Cgil: “la ripresa è ancora lontana”. De Gan: “dati inattendibili”

Renato Bressan segretario Cgil belluno
Renato Bressan segretario Cgil belluno

“Al di la del tasso di disoccupazione allargato, al quale facciamo riferimento assieme a tanti economisti ed alla stessa Banca d’Italia in virtù di una nota sentenza della Cassazione che equipara il lavoratore sospeso al lavoratore disoccupato –  afferma la Cgil in una nota – , risulta grave il forte abbattimento del tasso di occupazione che ci allontana dagli obbiettivi del trattato di Lisbona”. I dati cui fa riferimento l’Organizzazione sindacale sono quelli cigo-cigs-cig/ avviamenti, cessazioni, inserimenti mobilità ecc. che fotografano l’andamento occupazionale ed economico nella nostra provincia. E le fonti Inps-Istat-Veneto Lavoro e Cgil Belluno. “I dati di Veneto-Congiuntura – conclude la nota –  ancora una volta dimostrano come la ripresa è ben lungi dall’essere arrivata”. Conclusioni che non sono piaciute all’assessore provinciale alle Politiche del lavoro Stefano De Gan che liquida come inattendibili. «Contesto apertamente i dati sulla disoccupazione (10,7% nel Bellunese) diffusi dalla Cgil. Sono inattendibili, privi di valore giacché frutto di calcoli errati e diramati per motivi diversi dai principi che la Costituzione italiana e le leggi assegnano alle organizzazioni sindacali dei lavoratori». «Trovo quantomeno singolare che proprio Bressan non conosca la differenza tra disoccupati ed inoccupati – ha commentato De Gan – . Forse l’attività politica all’interno del Partito Democratico lo assorbe troppo rispetto a quella sindacale».
Ha continuato l’assessore: «I dati diffusi (…e qual è la fonte?) dalla Cgil, oltre a non essere corretti, rischiano di creare allarmismi che non giovano a nessuno. Secondo gli unici database disponibili, quelli Istat aggiornati al 31.12.2008, gli occupati nella nostra terra sono circa 94mila. Detto questo, senza ragionare per sottrazioni ma riferendosi a dati reali, registriamo (fonte Veneto Lavoro) 6.780 disoccupati con disponibilità all’impiego, a cui si aggiungono 761 inoccupati che sono, come li definisce il DL 297/2002, “tutti coloro che non hanno mai lavorato” (per esempio neo-diplomati o neo-laureati). Questi sono i numeri ottenuti grazie al prezioso lavoro di statistica svolto dal personale altamente qualificato della nostra Amministrazione, partendo dai dati che Veneto Lavoro periodicamente ci restituisce».

Share
- Advertisment -




Popolari

Contributi regionali per 6 milioni e mezzo per la valorizzazione delle destinazioni turistiche i

Venezia, 18 settembre 2020   “Le conseguenze del lungo periodo di lockdown ci hanno imposto la necessità di un rilancio complessivo e immediato dell’economia veneta...

Le mostre di Oltre le vette: 4 esposizioni, a Belluno dal 2 all’11 ottobre

Le mostre sui temi della montagna sono da sempre uno dei punti di forza della rassegna bellunese, occasione per il pubblico di ammirare opere...

Ulss Dolomiti. Avviso del Centro per l’affido per un minore del Centro Cadore

Il Centro per l'Affido e la Solidarietà Familiare dell'ULSS 1 Dolomiti – Distretto di Belluno cerca per un minore che frequenta la scuola primaria...

Sorveglianza al lago Sorapis. Il bilancio dei carabinieri forestali delle Stazioni di Cortina e Auronzo

La stagione estiva che sta volgendo al termine è stata segnata dalla pandemia legata Covid-19 ma nonostante questo, l’afflusso registrato nelle Dolomiti bellunesi, ha...
Share