13.9 C
Belluno
giovedì, Maggio 13, 2021
Home Prima Pagina Contributo regionale “Buono scuola”, domande dal 1° al 31 maggio

Contributo regionale “Buono scuola”, domande dal 1° al 31 maggio

La Regione Veneto ha emesso il bando per la presentazione delle domande per accedere al contributo “Buono scuola”, finalizzato alla copertura delle spese di iscrizione e frequenza e per le attività di sostegno per gli studenti diversamente abili. Possono richiedere il contributo le famiglie degli studenti residenti nella Regione Veneto che frequentino, nell’anno scolastico 2009/10, istituzioni scolastiche statali, paritarie, non paritarie e le istituzioni accreditate dalla Regione del Veneto, che svolgono i percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale realizzati sulla base dell’accordo in sede di Conferenza unificata del 19/06/2003. Il contributo può essere concesso per le spese relative a tasse, rette, contributi di iscrizione e frequenza, che il richiedente ha già sostenuto o che si è impegnato a sostenere, in riferimento all’anno 2009/2010. Potrà essere concesso solo se il richiedente e il suo nucleo familiare hanno una situazione economica equivalente inferiore o uguale a € 40.000. In caso di studenti diversamente abili, il contributo può, invece, essere concesso qualunque sia la situazione economica equivalente e può riguardare anche le spese sostenute direttamente dalle famiglie per il personale insegnante impegnato, durante l’orario scolastico o formativo, in attività didattica di sostegno. Per l’ammontare del contributo, esistono 3 fasce di reddito: da € 0 a 17.000, da € 17.000,01 a 30.000 e da € 30.000,01 a 40.000. La domanda deve essere presentata a partire dal 1° maggio e entro il 31 maggio, esclusivamente via WEB, collegandosi all’indirizzo Internet  www.regione.veneto.it/istruzione. Una volta compilati tutti i campi del modulo web di domanda, occorrerà “salvare” il procedimento effettuato, ottenendo così un codice identificativo della domanda stessa. Tale codice dovrà essere comunicato presentandosi presso l’istituzione scolastica o formativa frequentata dallo studente, con un documento di identità valido. Sarà la scuola a confermare alcuni dati del dichiarante e a inoltrare la domanda alla Regione Veneto. Per chi non disponesse di un computer con collegamento a Internet, sarà possibile recarsi presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Regione Veneto, nella sede di Belluno, in via Caffi 33.

Share
- Advertisment -

Popolari

Zero pazienti in terapia intensiva all’Ulss Dolomiti. Disattivata anche la geriatria covid al San Martino. Vaccini, superati i 100mila

Belluno, 12 maggio 2021 - Al momento non ci sono pazienti covid positivi in Terapia Intensiva in Ulss Dolomiti. Rimangono comunque disponibili, in caso di...

Feltre. Prorogate al 31 luglio le aperture festive per acconciatori, estetisti, tatuaggio e piercing

Il sindaco di Feltre Paolo Perenzin ha firmato l'ordinanza che autorizza l'apertura in deroga nelle giornate festive per le attività di acconciatore, estetista, tatuaggio...

Riaperture in attesa del nuovo Decreto. Lunedì 17 maggio prevista la Cabina di regia tra le forze di maggioranza

In Veneto, solo per la filiera matrimoni, un indotto da 450 milioni fermo al palo da oltre un anno Froncolati, Portavoce Ho.Re.Ca. CNA Veneto: «In...

Il 90% di bellunesi vota a favore delle energie rinnovabili

Belluno 12 maggio 2021 - Nove bellunesi su dieci ritengono importante che la propria casa venga alimentata da energie rinnovabili e oltre otto su...
Share