13.9 C
Belluno
venerdì, Settembre 25, 2020
Home Prima Pagina Contributo regionale “Buono scuola”, domande dal 1° al 31 maggio

Contributo regionale “Buono scuola”, domande dal 1° al 31 maggio

La Regione Veneto ha emesso il bando per la presentazione delle domande per accedere al contributo “Buono scuola”, finalizzato alla copertura delle spese di iscrizione e frequenza e per le attività di sostegno per gli studenti diversamente abili. Possono richiedere il contributo le famiglie degli studenti residenti nella Regione Veneto che frequentino, nell’anno scolastico 2009/10, istituzioni scolastiche statali, paritarie, non paritarie e le istituzioni accreditate dalla Regione del Veneto, che svolgono i percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale realizzati sulla base dell’accordo in sede di Conferenza unificata del 19/06/2003. Il contributo può essere concesso per le spese relative a tasse, rette, contributi di iscrizione e frequenza, che il richiedente ha già sostenuto o che si è impegnato a sostenere, in riferimento all’anno 2009/2010. Potrà essere concesso solo se il richiedente e il suo nucleo familiare hanno una situazione economica equivalente inferiore o uguale a € 40.000. In caso di studenti diversamente abili, il contributo può, invece, essere concesso qualunque sia la situazione economica equivalente e può riguardare anche le spese sostenute direttamente dalle famiglie per il personale insegnante impegnato, durante l’orario scolastico o formativo, in attività didattica di sostegno. Per l’ammontare del contributo, esistono 3 fasce di reddito: da € 0 a 17.000, da € 17.000,01 a 30.000 e da € 30.000,01 a 40.000. La domanda deve essere presentata a partire dal 1° maggio e entro il 31 maggio, esclusivamente via WEB, collegandosi all’indirizzo Internet  www.regione.veneto.it/istruzione. Una volta compilati tutti i campi del modulo web di domanda, occorrerà “salvare” il procedimento effettuato, ottenendo così un codice identificativo della domanda stessa. Tale codice dovrà essere comunicato presentandosi presso l’istituzione scolastica o formativa frequentata dallo studente, con un documento di identità valido. Sarà la scuola a confermare alcuni dati del dichiarante e a inoltrare la domanda alla Regione Veneto. Per chi non disponesse di un computer con collegamento a Internet, sarà possibile recarsi presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Regione Veneto, nella sede di Belluno, in via Caffi 33.

Share
- Advertisment -



Popolari

Sanità bellunese sotto accusa. La mozione dei consiglieri Nicolini, Ciociano Bottaretto, De Pellegrin, Bristot, Bello, Gamba e Pingitore

E' stata presentata al presidente del Consiglio Comunale di Belluno una mozione con un lungo elenco del continuo depauperamento dei servizi sanitari a carico...

Ulss Dolomiti. Pubblicato il bando per direttore di Chirurgia vascolare. Ristrutturazione dell’ospedale di Lamon

E’ stato approvato il bando per la ricerca del direttore della Unità Operativa complessa di Chirurgia Vascolare. L’Unità Operativa Complessa, prevista dalle schede di dotazione...

Fondazione Teatri delle Dolomiti: Tiziana Pagani Cesa è la nuova presidente

Patrizia Burigo, Tiziana Pagani Cesa e Ivan Borsato i nuovi componenti del comitato di gestione della Fondazione Teatri delle Dolomiti. L'incarico di presidente è...

Puliamo il Mondo. Oltre 60 gli appuntamenti di Legambiente nel Veneto 

Il coronavirus non ferma Puliamo il Mondo. Domani, in concomitanza alla Giornata mondiale di azione per la giustizia climatica, e per tutto il week-end...
Share