13.9 C
Belluno
martedì, Novembre 24, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Cerimonie per il 65° Anniversario della Liberazione 25 aprile e 1° maggio...

Cerimonie per il 65° Anniversario della Liberazione 25 aprile e 1° maggio 2010

Per la ricorrenza del 65° Anniversario della Liberazione, il Comune di Belluno, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, con la Federazione Italiana Volontari della Libertà, con l’ISBREC, con il Comitato Onoranze Caduti dell’Oltrardo e con l’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, ha predisposto il programma per le cerimonie di commemorazione. Il primo appuntamento è per il 25 aprile, alle 9.30, presso il cortile del Liceo Classico “Tiziano”. Per quest’anno, il gruppo promotore ha scelto una formula che mira a coinvolgere le scuole, consapevole dell’importanza che questi momenti celebrativi possono avere nel percorso educativo dei giovani. Da lì partirà il corteo con il Gonfalone, assieme a una rappresentanza degli studenti, cui si aggiungeranno, lungo il percorso, le rappresentanze di altre scuole, a partire dall’istituto “T. Catullo” e dall’ITI “Segato”. Il corteo sarà aperto dalla Banda, con il seguito del Sindaco, delle Autorità, delle Associazioni e dei partecipanti. Da via Cavour, muoverà verso piazza C. Battisti, via Caffi , via Psaro, per raggiungere il pennone per l’alzabandiera in piazza dei Martiri. Seguirà la deposizione di una corona presso il Monumento ai Caduti della Resistenza, con l’intervento del Sindaco, Antonio Prade, e il saluto del Presidente dell’ANPI, Luciano Padovani. La banda, poi, eseguirà alcuni brani adatti alla commemorazione. Alle 10.30, all’Auditorium Comunale, ci sarà la premiazione della tesi di laurea vincitrice della borsa di studio dell’ISBREC, intitolata a “Aldo e Albina Praloran”. Il 1° maggio, le cerimonie commemorative inizieranno alle 8.30, con la deposizione di una corona d’alloro alla lapide che ricorda i Caduti di Piazzale Marconi a nome dell’Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra. Seguiranno l’intervento dell’avv. Giorgio Granzotto e la celebrazione della Santa Messa nella chiesetta dell’Istituto Sperti in Via Feltre. Alle 9.45, l’appuntamento è in località La Rossa, con la S. Messa a ricordo dei Caduti dell’Oltrardo, a nome del Comitato locale. La cerimonia commemorativa proseguirà presso le scuole elementari di Fiammoi, con i saluti del Sindaco e del presidente del Comitato locale, e con l’orazione ufficiale a cura del prof. Emilio Guerra. Chiuderanno la cerimonia gli studenti della classe III della Scuola Media “I. Nievo” e della V elementare della Scuola di Fiammoi, con una recita. A tutte le cerimonie presenzierà il Sindaco con il Gonfalone della Città.

Share
- Advertisment -

Popolari

Pizzicati dai carabinieri due locali in Comelico con clienti dopo l’orario

Due locali del Comelico sono stati sanzionati per irregolarità sull'orario di apertura. Gli accertamenti sono stati eseguiti nell'ambito dei controlli da parte dei carabinieri...

Rinforzata l’Arma bellunese: 6 marescialli e 24 carabinieri da oggi in servizio

Una importante iniezione di personale nelle fila dell'Arma dei carabinieri. Da oggi prendono servizio in provincia 30 militari (6 marescialli, di cui 3 donne...

Cortina Fashion Weekend 2020: una decima edizione “responsabile” e dal risvolto benefico

Cortina d'Ampezzo, 23 novembre 2020 - Vuole essere un forte segno di fiducia nel futuro e di coraggio, questo Cortina Fashion Weekend 2020. Dal...

Campagna vaccinazione antinfluenzale: vi hanno aderito il 50% dai 60 ai 64 anni

L’Ulss Dolomiti, attraverso il Dipartimento di prevenzione ha completato la vaccinazione dei soggetti tra 60 e 64 anni che hanno aderito all’invito a vaccinarsi...
Share