13.9 C
Belluno
sabato, Dicembre 3, 2022
Home Pausa Caffè Karate tradizionale: Il t.s.k.s. ai vertici delle classifiche al campionato regionale ...

Karate tradizionale: Il t.s.k.s. ai vertici delle classifiche al campionato regionale Fikta

Grande soddisfazione per la scuola bellunese del karate tradizionale guidata dal M° Roberto Bacchilega ai campionati regionali validi per la qualificazione ai campionati italiani 2010 tenutisi domenica 18 aprile a Saletto di Piave Treviso. Medaglia d’oro per Simone Pagan nel kumite (combattimento) cat. speranza – 70 kg. di San Vito di Cadore, medaglia d’oro nel kumite per Consuelo Gaggio cat. speranza – 50 kg. di Vigo di Cadore, medaglia d’oro nel kumite per Mattia Baldo cat. Juniores – 75 kg. di Pieve di Cadore, medaglia d’oro nel kumite per Matteo Pagan cat. Juniores + 75 kg. di San Vito di Cadore, medaglia d’oro nel kumite per Marisa Bacchetti cat. seniores + 55 kg di Belluno, medaglia d’argento nel kumite per Federico Calvi di Pieve d’Alpago, e medaglia d’oro per la squadra junior-senior di kumite composta da Marco Bacchilega di Calalzo di Cadore, Alessandro Cesco Bolla di San Pietro di Cadore e Matteo Pagan di San Vito di Cadore. Gli atleti Marco Bacchilega, Mattia Bacchilega, Alessandro Cesco Bolla e Valentina De Lorenzo non hanno preso parte alla gara individuale perchè già qualificati per i risultati ottenuti nel 2009. “Sono davvero soddisfatto” dice il M° Roberto Bacchilega “questa è la dimostrazione più tangibile che la nostra scuola è sempre sulla strada giusta, il fatto che anche i più giovani montino sul gradino più alto del podio non lascia spazio ad altre interpretazioni. Certamente gli strepitosi risultati agonistici internazionali ottenuti anche recentemente sono di continuo stimolo per le nuove generazioni ma questo non basta, per ottenere questi risultati serve un’impostazione di base concreta che non fonda le sue radici solo nell’aspetto tecnico ma che trae origine dall’aspetto educativo proprio di questa meravigliosa arte marziale”. “La scuola T.S.K.S. si trova ai vertici nazionali” dice il Presidente Ferdinando Rizzo, “e ottiene questi risultati grazie alla grandissima preparazione dei suoi insegnanti che dedicano costantemente e oserei dire quasi unicamente la propria vita a far si che i giovani attraverso la pratica del karate imparino a conoscersi ed a mettersi alla prova confrontandosi lealmente con le capacità, le personalità e le risorse degli altri, uno sport come strumento di crescita dell’individuo, in un contesto di socializzazione, di condivisione di regole e di comportamenti”.

Share
- Advertisment -

Popolari

La Consulta e i vaccini * di Filiberto Dal Molin

Abbiamo avuto in questi giorni la ventura di sapere come si sono articolate le discussioni e le argomentazioni in tema di obbligo vaccinale anti...

Certificata la presenza della lontra europea in Comelico. De Bon: «Scoperta di grande rilievo. È una specie rara e un indicatore di eccellente qualità ambientale»

La lontra è tornata ad abitare il Bellunese. La scoperta è avvenuta attorno a metà novembre, grazie a una serie di ritrovamenti. L'animale, che...

Violenza sulle donne e lo scivolone della maggioranza * di Ilenia Bavasso

"Io so di non sapere". Ignoranza s. f. . – L’ignorare determinate cose, per non essersene mai occupato o per non averne avuto notizia: i....

Dalle grandi dimissioni all’abbandono silenzioso: le condizioni del lavoro nelle province di Belluno e Treviso

Ricerca della Cisl su un campione di 2.550 lavoratori e lavoratrici Un giovane su 6 ha cambiato lavoro nell'ultimo anno: 4.765 dimissioni volontarie nel primo...
Share