13.9 C
Belluno
venerdì, Dicembre 4, 2020
Home Cronaca/Politica Barriere di protezione per proteggere contrada Perli (Quero) dov'erano caduti massi nel...

Barriere di protezione per proteggere contrada Perli (Quero) dov’erano caduti massi nel 2006

Sono iniziati durante questa settimana i lavori per l’installazione di barriere paramassi nei pressi della contrada Perli, in Comune di Quero. È del 2006 la prima segnalazione per la caduta di una roccia che aveva colpito una casa, pur saltuariamente abitata, senza comunque recare alcun danno a persone. La Provincia di Belluno ha dunque dato il via all’installazione di barriere di protezione per una lunghezza pari a centoventi metri, al fine di proteggere tutti i caseggiati presenti dalla caduta dei massi che rotolano dalle pendici del Monte Santo, in val di Prada. Il costo complessivo dell’intervento, finanziato da Palazzo Piloni, è di circa centotrentamila euro. Con questa installazione verrà garantita una protezione attesa da anni dagli abitanti della zona, le cui case si trovano lungo le direttrici più comuni della caduta delle rocce. Il termine de lavori è previsto entro la fine del prossimo mese di maggio.

Share
- Advertisment -

Popolari

Annullati gli spettacoli di Natalino Basso e Vittorio Sgarbi al Comunale

Gli spettacoli di Natalino Balasso (Velodimaya) e Vittorio Sgarbi (Raffaello) previsti a maggio 2020 al Teatro Comunale di Belluno e sospesi a causa della...

Oggi Santa Barbara, patrona dei Vigili del Fuoco. I dati del 2020

Oggi 4 dicembre, Santa Barbara Patrona dei Vigili del fuoco. Santa Barbara  rappresenta la capacità di affrontare il pericolo con fede, coraggio e serenità...

Abbondanti precipitazioni da venerdì pomeriggio. Divieti di circolazione dei mezzi pesanti

Belluno, 3 dicembre 2020  - Si è riunito stamane, in videoconferenza, il Comitato Operativo Viabilità, con la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del...

In arrivo 19 medici, 5 infermieri e 46 Operatori socio sanitari

Continua il rafforzamento dell’Ulss Dolomiti. Oggi sono stati assunti 46 OSS (Operatori Socio Sanitari) e sono stati conferiti incarichi libero professionali per l’emergenza COVID...
Share