13.9 C
Belluno
martedì, Luglio 27, 2021
Home Cronaca/Politica Italiani popolo dalla memoria corta, servirebbe un santo: il 22 marzo 2005...

Italiani popolo dalla memoria corta, servirebbe un santo: il 22 marzo 2005 Galan firmava l’impegno a riconoscere la specificità della Provincia di Belluno. 5 anni dopo il Pdl continua a raccontare favole

Montanelli non perdeva occasione per fustigare gl’italiani, popolo senza memoria. A ricordarci le promesse svanite nel nulla dei politici oggi è l’ex presidente della Provincia Sergio Reolon, che dice: “Se c’è un santo protettore della memoria, bisognerebbe dedicargli la giornata del 22 marzo! Era proprio il 22 marzo di cinque anni fa, infatti, il giorno in cui veniva firmato a Palazzo Piloni un patto tra la Provincia di Belluno, di cui ero presidente, e l’allora candidato alle elezioni regionali Giancarlo Galan: l’intera comunità bellunese –  Provincia, Enti locali, Camera di Commercio, aziende sanitarie locali, organismi di rappresentanza  delle categorie economiche e sociali, Diocesi – aveva lavorato insieme per arrivare alla richiesta di impegno, da parte dei candidati alle elezioni regionali, per il riconoscimento della autonomia speciale della provincia di Belluno e degli enti locali bellunesi. Questo era il contenuto di quel documento: un accordo, un impegno, una promessa. Giancarlo Galan sottoscriveva, così, nel 2005, un programma forte per la Regione: “La Regione – dice il testo del documento – dovrà riconoscere la specificità della Provincia di Belluno attribuendole forme speciali di autonomia. Esse dovranno tradursi in un principio statutario e in leggi in grado di sviluppare le capacità di autogoverno, anche anticipando con legge ordinaria le previsioni del nuovo statuto”. Sottoscrivendo il documento, Galan, uomo del Pdl, oltre a condividerne i contenuti, si impegnava: “a realizzare, nel primo anno di legislatura, quanto proposto dalla Provincia di Belluno, a nome dell’intera comunità provinciale”. Sono passati cinque anni. Sono passate quelle elezioni, e poi ancora altre. Oggi, alla vigilia di una nuova puntata elettorale, gli uomini del Pdl raccontano ancora la favola di una autonomia possibile, anche se sono sostenitori del leghista Luca Zaia, che di autonomia a Belluno non ne vuole proprio sapere. Forse non basta solo un santo, per il 22 marzo: ce ne vogliono due. Uno per la memoria, uno per la lealtà”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Lago Film Fest. Via al concorso Princìpî Award, dedicato agli under 25

La rassegna del cinema di Revine Lago prosegue con Princìpî Award, il nuovo concorso di Lago Film Fest dedicato ai più promettenti registi di...

Operazione Opson X: 5mila litri di prosecco e una tonnellata di zucchero sequestrati dalla Guardia di Finanza

Venezia, 26 luglio 2021 - “Ringrazio il comando provinciale delle Fiamme Gialle di Treviso e la compagnia di Conegliano che oggi hanno portato a termine...

Covid: il punto della situazione epidemiologica in provincia. Incidenza minore della media nazionale

L'Ulss Dolomiti fa sapere che nell’ultima settimana è stata rilevata una ripresa di casistica seppur inferiore al trend nazionale e regionale. La maggior parte...

Gli Ordini delle Professioni sanitarie chiedono i nomi dei professionisti non vaccinati per la loro espulsione

Siamo arrivati alle liste di proscrizione. Prosegue la linea dura degli Ordini delle Professioni sanitarie del Veneto, che chiedono l'espulsione dei professionisti che non...
Share