13.9 C
Belluno
lunedì, Novembre 23, 2020
Home Cronaca/Politica Domenica 28 febbraio divieto di circolazione ai veicoli in centro città dalle...

Domenica 28 febbraio divieto di circolazione ai veicoli in centro città dalle 7 alle 12

Domenica prossima, 28 febbraio, il traffico veicolare sarà interdetto nel centro cittadino tra  ore 7,00 e le 12,00, visto che in questa giornata il Comune ha aderito a due iniziative: Belluno, infatti partecipa all’iniziativa dell’ANCI per contrastare l’inquinamento atmosferico dovuto alle “polveri sottili” e al superamento dei limiti fissati dalla legge, fenomeno tipicamente invernale/primaverile, che investe in modo particolare la pianura padana e più in generale tutta l’Italia settentrionale. Il blocco del traffico per ragioni ambientali si sovrappone ad analogo provvedimento per favorire lo svolgimento della gara podistica “3^ Belluno – Feltre”.
Queste le modifiche alla circolazione:
Sospensione della circolazione veicolare in: Via Loreto, Via Garibaldi, Via Matteotti, Piazza dei Martiri, Piazza Castello, Piazza del Duomo (all’altezza della Cattedrale).
Eccezioni:
veicoli dei residenti nella zona interessata dal divieto di circolazione;
taxi,
taxi, autoveicoli in servizio di noleggio con conducente e veicoli diretti alla farmacia di turno;
veicoli adibiti al servizio di portatori di handicap muniti di apposito contrassegno;
veicoli di servizio delle Forze di polizia, dei Vigili del Fuoco, degli istituti di vigilanza privata per compiti di controllo, nonchè automezzi di emergenza/soccorso;
veicoli dei clienti degli alberghi situati all’interno della zona interdetta al traffico, limitatamente al percorso necessario per l’arrivo/partenza nella struttura ricettiva;
veicoli del Servizio postale (anche se gestito con appalti a privati), e veicoli utilizzati da imprese per interventi tecnico-operativi urgenti/di emergenza;
veicoli impiegati per servizi sanitari e assistenza domiciliare;
veicoli al seguito della gara sportiva “3^ Belluno-Feltre”.
Queste le restrizioni per la gara Belluno-Feltre che parzialmente si sovrappongono alle precedenti:
1.istituzione del divieto di circolazione in via Loreto, via Matteotti, piazza dei Martiri, piazza Castello e piazza Duomo, dalle ore 7,00 di domenica 28 febbraio 2010, fino alla partenza ed al passaggio dei partecipanti della competizione sportiva;
2.istituzione del divieto di circolazione in via Garibaldi, piazzale Marconi, via D. Buzzati, Via Uniera dei Zatter (tra i civici 32 e 54), Ponte della Vittoria, via Montegrappa, via Visome, dalle ore 09,30 di domenica 28 febbraio 2010, fino alla partenza ed al passaggio dei partecipanti della competizione sportiva;
3.istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata dei veicoli in piazza Duomo e piazza dei Martiri, traversa centrale, dalle ore 7,00 di domenica 28 febbraio 2010, fino al termine della manifestazione, per il posizionamento delle strutture necessarie all’iniziativa;
4.istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata dei veicoli in via Matteotti, via Garibaldi e piazzale Marconi, nell’area di parcheggio situata nel lato sud, compresi i due stalli di sosta per persone invalidi e gli spazi regolati a parcometro, dalle ore 07,00 di domenica 28 febbraio 2010, fino alla partenza ed al passaggio dei partecipanti della competizione sportiva.
Per il Sindaco, Antonio Prade “Belluno, come città sempre ai vertici delle classifiche di vivibilità non poteva non aderire all’iniziativa e il fatto che la data fissata dall’ANCI per la chiusura al traffico dei centri storici coincida con la maratona Belluno-Feltre, non fa che confermare la vocazione sana e sportiva dei bellunesi: domenica giorno di stop alle auto, 1000 persone attraverseranno a piedi la città alla volta di Feltre”.
“Alla riunione di Milano” – sottolinea il vicesindaco e assessore alle Politiche ambientali, Leonardo Colle – “Belluno ha chiesto che ad azioni estemporanee, dettate dall’emergenza, vengano opposte politiche di minore impatto mediatico ed emotivo ma di più ampio respiro. In particolare ci si riferisce all’attenzione per le emissioni non solo delle automobili, ma delle combustioni in generale e in particolare delle caldaie. L’erogazione di incentivi per l’acquisto di impianti sostenibili, che il Comune di Belluno porta avanti da qualche anno, si basa sull’osservazione che i picchi di polveri si verificano proprio in inverno quando si accendono i riscaldamenti, a parità di utilizzo delle automobili”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cortina Fashion Weekend 2020: una decima edizione “responsabile” e dal risvolto benefico

Cortina d'Ampezzo, 23 novembre 2020 - Vuole essere un forte segno di fiducia nel futuro e di coraggio, questo Cortina Fashion Weekend 2020. Dal...

Campagna vaccinazione antinfluenzale: vi hanno aderito il 50% dai 60 ai 64 anni

L’Ulss Dolomiti, attraverso il Dipartimento di prevenzione ha completato la vaccinazione dei soggetti tra 60 e 64 anni che hanno aderito all’invito a vaccinarsi...

Report Cisl. Il lavoro femminile e il gap salariale a Belluno e Treviso. Precarie, sottopagate, ma più istruite. Le donne guadagnano 1,50 euro in...

Minore possibilità di trovare lavoro nonostante una maggiore formazione, contratti più precari e con meno ore, buste paga più leggere: per ogni ora lavorata...

Eroina e metadone nell’Agordino. Arrestata una coppia

Nel pomeriggio del 19 novembre gli agenti di polizia dell'Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, unitamente al Reparto prevenzione crimine di Padova, coordinati dal...
Share