13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 27, 2022
Home Cronaca/Politica LETTERA APERTA al Candidato Governatore Veneto Giuseppe Bortolussi

LETTERA APERTA al Candidato Governatore Veneto Giuseppe Bortolussi

 

Quindici giorni orsono, quando venne a presentarsi a Belluno, molti Bellunesi di sinistra erano scettici e perplessi sulla scelta di Lei come candidato del PD. Ebbene, molti di coloro con cui ho commentato il Suo intervento, si sono ricreduti ed i punti forti di questo ravvedimento vanno ascritti alla Sua posizione decisa riguardo alla possibile Autonomia della Provincia ed al Suo pronunciamento in favore della presenza dei Giovani nel Listino che Lei si porta in dote, consistente in 12 consiglieri di Sua scelta qualora vincitore della competizione elettorale. Proprio mettendo insieme questi due aspetti desidero farLe una proposta: le Province di Belluno e Rovigo hanno, come presenza da Statuto, due Consiglieri Regionali, pertanto sono e saranno sempre largamente MINORITARIE rispetto alle altre Province che ne hanno oltre otto ciascuna! Se si volesse riequilibrare le possibilità di incidere sulle politiche venete sarebbe necessaria e doverosa una diversa ripartizione dei numeri, che peraltro lo Statuto non consente, né si VUOLE modificare, e quanto accaduto nel passato più o meno recente la dice lunga. Ma dato che una parte di questi numeri non sono legati ai voleri statutari bensì ai desideri del Candidato Governatore, perché non utilizzare il listino per compiere la manovra di riequilibrio e cominciare a favorire l’idea di autonomia? Le propongo, perciò di portare con sé, nella Sua dote, tre Giovani consiglieri Bellunesi e tre Rodigini. Chi Le scrive ha un’età simile alla Sua e pertanto non si nasconde l’arditezza della proposta e la difficoltà nel darvi risposte positive, basti vedere ciò che sta accadendo intorno al listino del Suo “Competitor”, ma sapendoLa Uomo dalle tante battaglie, spesso vinte, ritengo comprenderà e potrà dare respiro a questa nostra. Un’ultima considerazione: se attuato, questa proposta potrebbe tornar  utile, se non rompere, almeno incrinare schemi e logiche eccessivamente consolidate.

        Manlio Da Rold – Iscritto PD Belluno

Share
- Advertisment -

Popolari

Elezioni politiche 2022. Maria Teresa Cassol (PD): “Partito Democratico da rifondare: si torni tra le gente, si parta dai giovani”

“I partiti, iniziando dal Partito Democratico, devono tornare a stare tra la gente: il PD è un grande partito, che va però rifondato identificando...

Politiche 2022. Osnato (FdI): “Una vittoria senza se e senza ma”. De Carlo: “5 anni fa eravamo al 4%, oggi in regione siamo al...

"Questa mattina, con dati ormai definiti, possiamo sicuramente trarre le prime considerazioni. Si tratta di una vittoria senza “se” e senza “ma”, che dimostra una...

Federica Lotti (flauto) e Massimo Somenzi (pianoforte) venerdì alle 20:30 al Liceo Lollino di Belluno

Al via la seconda parte della 69ma Stagione 2022 del Circolo Culturale Bellunese, sulle note del flauto di Federica Lotti, accompagnata al pianoforte da...

Nuova pista di atletica al Polisportivo di Belluno

Sono a buon punto i lavori al Polisportivo di Belluno: entro la settimana sarà terminata la posa della nuova pista di atletica. Il progetto,...
Share