13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 27, 2022
Home Cronaca/Politica Bottacin: «Successo Piller, unica delusione la Rai. Il canone tv è un...

Bottacin: «Successo Piller, unica delusione la Rai. Il canone tv è un balzello da cancellare”

 “Nella serata di martedì, il nostro Piller Cottrer ha conquistato la medaglia d’argento, ma centinaia di Bellunesi non hanno potuto assistere alla sua gara. La causa? La Rai non garantisce la copertura in tutto il territorio, eppure tutti devono pagare il canone”. Commenta così l’episodio Gianpaolo Bottacin, presidente della Provincia di Belluno. Che aggiunge: “L’abbonamento alla Rai è un’autentica ingiustizia e questa volta ha danneggiato la nostra gente. Ho ricevuto decine e decine di segnalazioni di cittadini, anche compaesani dello stesso Pietro, che non hanno potuto godersi il suo successo per colpa di “mamma Rai”, che divide i suoi abbonati fra figli e figliastri. Quella della cancellazione della tassa tivù è una battaglia storica della Lega Nord. Non è ammissibile, infatti, che amici, parenti, ma anche semplici sostenitori del nostro campione non abbiano potuto assistere alla gara di fondo, pur avendo regolarmente pagato il canone televisivo – ha proseguito Bottacin – . Il mio dispiacere si unisce al loro e mi faccio portavoce del malcontento di una fetta della popolazione bellunese che, pur costretta a pagare il servizio, non può goderne appieno”. Ha concluso il presidente: “Questa non è che l’ennesima conferma che il canone televisivo è un balzello anacronistico, che serve solo a rimpinguare le casse di un carrozzone che non tiene in considerazione le legittime richieste dei propri utenti”. Ci permettiamo di aggiungere che in materia di canone Rai gli abitanti di Campania, Calabria e Sicilia sono più leghisti dello zoccolo duro della Padania. Infatti in queste Regioni l’evasione del tributo tocca l’87% contro la media nazionale del 38% (dati KRLS Network of Business Ethics, per conto dell’Associazione Contribuenti Italiani), con una stima dell’evasione per il 2010 che salirà al 41% per effetto della crisi e dell’aumento del canone stesso. Se si tratta di abolire balzelli, signor presidente, troverà un esercito pronto a seguirla. Oramai siamo un popolo di leghisti, oltre naturalmente a santi, eroi, inventori e viaggiatori, come vuole la tradizione. E l’altra proposta leghista di ridurre il numero di parlamentari, che fine ha fatto?

Share
- Advertisment -

Popolari

Elezioni politiche 2022. Maria Teresa Cassol (PD): “Partito Democratico da rifondare: si torni tra le gente, si parta dai giovani”

“I partiti, iniziando dal Partito Democratico, devono tornare a stare tra la gente: il PD è un grande partito, che va però rifondato identificando...

Politiche 2022. Osnato (FdI): “Una vittoria senza se e senza ma”. De Carlo: “5 anni fa eravamo al 4%, oggi in regione siamo al...

"Questa mattina, con dati ormai definiti, possiamo sicuramente trarre le prime considerazioni. Si tratta di una vittoria senza “se” e senza “ma”, che dimostra una...

Federica Lotti (flauto) e Massimo Somenzi (pianoforte) venerdì alle 20:30 al Liceo Lollino di Belluno

Al via la seconda parte della 69ma Stagione 2022 del Circolo Culturale Bellunese, sulle note del flauto di Federica Lotti, accompagnata al pianoforte da...

Nuova pista di atletica al Polisportivo di Belluno

Sono a buon punto i lavori al Polisportivo di Belluno: entro la settimana sarà terminata la posa della nuova pista di atletica. Il progetto,...
Share