13.9 C
Belluno
venerdì, Settembre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Bottacin: «Successo Piller, unica delusione la Rai. Il canone tv è un...

Bottacin: «Successo Piller, unica delusione la Rai. Il canone tv è un balzello da cancellare”

 “Nella serata di martedì, il nostro Piller Cottrer ha conquistato la medaglia d’argento, ma centinaia di Bellunesi non hanno potuto assistere alla sua gara. La causa? La Rai non garantisce la copertura in tutto il territorio, eppure tutti devono pagare il canone”. Commenta così l’episodio Gianpaolo Bottacin, presidente della Provincia di Belluno. Che aggiunge: “L’abbonamento alla Rai è un’autentica ingiustizia e questa volta ha danneggiato la nostra gente. Ho ricevuto decine e decine di segnalazioni di cittadini, anche compaesani dello stesso Pietro, che non hanno potuto godersi il suo successo per colpa di “mamma Rai”, che divide i suoi abbonati fra figli e figliastri. Quella della cancellazione della tassa tivù è una battaglia storica della Lega Nord. Non è ammissibile, infatti, che amici, parenti, ma anche semplici sostenitori del nostro campione non abbiano potuto assistere alla gara di fondo, pur avendo regolarmente pagato il canone televisivo – ha proseguito Bottacin – . Il mio dispiacere si unisce al loro e mi faccio portavoce del malcontento di una fetta della popolazione bellunese che, pur costretta a pagare il servizio, non può goderne appieno”. Ha concluso il presidente: “Questa non è che l’ennesima conferma che il canone televisivo è un balzello anacronistico, che serve solo a rimpinguare le casse di un carrozzone che non tiene in considerazione le legittime richieste dei propri utenti”. Ci permettiamo di aggiungere che in materia di canone Rai gli abitanti di Campania, Calabria e Sicilia sono più leghisti dello zoccolo duro della Padania. Infatti in queste Regioni l’evasione del tributo tocca l’87% contro la media nazionale del 38% (dati KRLS Network of Business Ethics, per conto dell’Associazione Contribuenti Italiani), con una stima dell’evasione per il 2010 che salirà al 41% per effetto della crisi e dell’aumento del canone stesso. Se si tratta di abolire balzelli, signor presidente, troverà un esercito pronto a seguirla. Oramai siamo un popolo di leghisti, oltre naturalmente a santi, eroi, inventori e viaggiatori, come vuole la tradizione. E l’altra proposta leghista di ridurre il numero di parlamentari, che fine ha fatto?

Share
- Advertisment -



Popolari

Sanità bellunese sotto accusa. La mozione dei consiglieri Nicolini, Ciociano Bottaretto, De Pellegrin, Bristot, Bello, Gamba e Pingitore

E' stata presentata al presidente del Consiglio Comunale di Belluno una mozione con un lungo elenco del continuo depauperamento dei servizi sanitari a carico...

Ulss Dolomiti. Pubblicato il bando per direttore di Chirurgia vascolare. Ristrutturazione dell’ospedale di Lamon

E’ stato approvato il bando per la ricerca del direttore della Unità Operativa complessa di Chirurgia Vascolare. L’Unità Operativa Complessa, prevista dalle schede di dotazione...

Fondazione Teatri delle Dolomiti: Tiziana Pagani Cesa è la nuova presidente

Patrizia Burigo, Tiziana Pagani Cesa e Ivan Borsato i nuovi componenti del comitato di gestione della Fondazione Teatri delle Dolomiti. L'incarico di presidente è...

Puliamo il Mondo. Oltre 60 gli appuntamenti di Legambiente nel Veneto 

Il coronavirus non ferma Puliamo il Mondo. Domani, in concomitanza alla Giornata mondiale di azione per la giustizia climatica, e per tutto il week-end...
Share