13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 28, 2024
HomeArte, Cultura, Spettacoli"Lettura pensata": La scrittrice Antonia Arslan ha incontrato gli studenti bellunesi nel...

“Lettura pensata”: La scrittrice Antonia Arslan ha incontrato gli studenti bellunesi nel primo “Incontro con l’autore”

Magia della parola. Nel nostro caso quella della scrittrice Antonia Arslan, autrice della “Masseria delle allodole” e “La strada di Smirne”, ospite sabato mattina nel primo incontro proposto dall’Ufficio scolastico provinciale con la VII edizione del progetto “Lettura pensata”. Il teatro Giovanni XXIII stamattina era gremito di studenti dei licei e degli istituti tecnici e professionali, arrivati anche da Feltre, Agordo e Pieve di Cadore, che hanno dapprima seguito con visibile partecipazione l’intervento della scrittrice di origine armena (introdotta dall’insegnante e scrittrice Serena Dal Borgo), e poi posto domande che hanno dato luogo a un interessante approfondimento, soprattutto dei temi storici alla base dell’opera letteraria di Antonia Arslan. Lo sterminio degli Armeni in Turchia nel 1915 (“Masseria delle allodole”) e l’incendio di Smirne, il massacro e la cacciata dei greci dalla Turchia (“La strada di Smirne”) sotto gli occhi delle Grandi potenze europee, complici dell’eccidio, non sembrano poi così lontani e, purtroppo, nemmeno irripetibili. La parola e la memoria tramandata sembrano davvero essere l’unico antidoto al Male (Arslan usa la “M” maiuscola), a queste due tragedie della ragione che l’autrice descrive quasi con delicatezza, anche nei loro momenti più dolorosi e crudi, lasciando alla narrazione, scritta e parlata, il compito di rivelare il cuore e l’anima di un popolo, e soprattutto di tenere viva la memoria senza rinunciare alla speranza di un futuro migliore per tutti.
Il secondo “Incontro con l’autore” avverrà il 23 e 25 febbraio con lo scrittore Mahameed Salah.

- Advertisment -

Popolari