13.9 C
Belluno
lunedì, Settembre 21, 2020
Home Cronaca/Politica Identificato l'automobilista dell'incidente di Santa Giustina. Arrestato marocchino. Denunciato camerunense

Identificato l’automobilista dell’incidente di Santa Giustina. Arrestato marocchino. Denunciato camerunense

Si costituisce l’autore dell’incidente stradale a Santa Giustina

E’ stato identificato dalla Polizia stradale di Belluno l’autore dell’incidente stradale che si è verificato  la notte tra il 16 ed il 17 gennaio scorso in piazza Maggiore di Santa Giustina a seguito del quale erano state danneggiate due autovetture. Si tratta di G.A. ventenne residente in Provincia, che nella mattinata di ieri si è presentato presso gli Uffici in via Col di Lana Il giovane si è giustificato dicendo di essere stato colto da un forte stato di agitazione che lo avrebbe spinto ad allontanarsi dal luogo del sinistro. Anche se, fortunatamente, nessuna persona è rimasta coinvolta nel sinistro e pertanto le conseguenze del suo gesto non avranno ripercussioni penali, al ragazzo verranno contestate le violazioni di due norme previste dal Codice della Strada che impongono a tutti coloro che rimangono coinvolti in incidenti stradali di fermarsi e di fornire alle persone danneggiate le proprie generalità e le altre informazioni utili anche ai fini risarcitori.

Arresto Squadra Mobile
 La Squadra Mobile ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura presso il Tribunale di Belluno di un cittadino marocchino 35enne, residente a Feltre, H.A. le iniziali, per l’espiazione di 3 anni e 6 mesi di reclusione per reati inerenti gli stupefacenti. L’uomo al termine delle formalità è stato associato alla locale Casa Circondariale. L’indagine ha preso il via da fonte confidenziale della Sezione Antidroga, la quale riferiva di un cittadino marocchino che spacciava cocaina presso la sua abitazione a Feltre. L’attività investigativa conseguente, con numerosi appostamenti e intercettazioni telefoniche posti in essere, evidenziavano un consistente “giro di clienti” in particolare provenienti dalla Valsugana e dal Bassanese i quali, sentiti dal personale della Squadra Mobile, confermavano le modalità dello spaccio.

                   
Si ribella al controllo degli agenti sul treno: cittadino camerunense denunciato dalla Polfer

La Polfer di Calalzo ha denunciato in stato di libertà un cittadino camerunense resosi responsabile, durante un controllo ai passeggeri del treno sulla linea Treviso–Calalzo, di esplicite minacce nei confronti degli agenti affermando che l’attività in corso era un evidente abuso. Gli operatori, dopo alcuni iniziali rifiuti, riuscivano a farsi esibire dal soggetto la carta d’identità dalla quale si stabilivano le esatte generalità dell’uomo, W.P. quarantenne di Conegliano, mentre lo stesso si rifiutava di esibire documenti comprovanti la regolarità della sua permanenza in Italia. Gli accertamenti, non senza sollevare nell’individuo numerose rimostranze e risentimenti, evidentemente risalenti a pregresse vicende penali personali, permettevano comunque di stabilire la regolarità del giovane in merito alla sua posizione di soggiorno. Al termine il summenzionato veniva denunciato per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e rifiuto a fornire informazioni riguardante la regolarità del soggiorno in Italia.

Share
- Advertisment -



Popolari

Verona, elezioni suppletive al Senato. Trionfo di De Carlo che ricorda Bertacco: “Il centrodestra unito è inarrestabile; questo esecutivo non risponde più alla nazione”

Luca De Carlo è stato eletto senatore. E' il primo nella storia a ricoprire il ruolo di deputato e senatore nel corso della stessa...

Accesso ai servizi Inps. Collaborazione con la Provincia, Comuni e Unioni montane

E' stata presentata questa mattina a Palazzo Piloni, sede della Provincia, l'accordo di collaborazione tra Inps, Amministrazioni comunali locali del territorio e Unioni montane....

Vince il sì, vince il popolo sovrano. Il futuro Parlamento avrà 600 membri, 345 in meno dell’attuale

I dati non sono ancora noti, ma le proiezioni non lasciano dubbi. Davvero qualcuno poteva credere che il popolo sovrano si precipitasse in massa...

Regionali Veneto 2020: di quanto Zaia supererà se stesso?

Questa sera, lunedì 21 settembre, sapremo di quanto Zaia ha superato sé stesso accingendosi per la terza volta a fare il presidente di Regione....
Share