13.9 C
Belluno
sabato, Dicembre 5, 2020
Home Cronaca/Politica La Comunità del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi vara un calendario di incontri...

La Comunità del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi vara un calendario di incontri per discutere con la cittadinanza il nuovo Piano del Parco

Definito nelle prossime settimane il dettaglio delle riunioni pubbliche Oggi, 18 gennaio, si è riunita a Feltre la Comunità del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, che riunisce tutte le Amministrazioni locali il cui territorio ricade all’interno dell’area protetta. Il Presidente della Provincia, Gianpaolo Bottacin, ha manifestato l’impegno della Comunità del Parco a coinvolgere tutti i cittadini e le Amministrazioni nel processo di attivazione del nuovo Piano del Parco. Nel corso dell’incontro il Direttore del Parco, Nino Martino, ha presentato al Presidente della Comunità e Presidente della Provincia, ai Sindaci e ai Presidenti delle Comunità montane presenti, i contenuti del nuovo Piano del Parco, la cui prima stesura è stata adottata dal Consiglio Direttivo del Parco nella sua ultima seduta prima della naturale scadenza, a fine novembre 2009.
Tutti i partecipanti hanno concordato sulla necessità di sottoporre la bozza del Piano, prima della sua approvazione definitiva, all’esame degli amministratori locali e dei cittadini, per raccogliere osservazioni, spunti, suggerimenti e fare in modo che il nuovo strumento di pianificazione dell’area protetta sia il più possibile costruito “dal basso”, con la partecipazione e il contributo di tutte le parti interessate.
Per questo motivo si è stabilito di procedere con una serie di incontri pubblici, a partire dal mese di febbraio.
Il calendario degli incontri, con le sedi e gli orari di svolgimento, sarà definito nel dettaglio nelle prossime settimane, concordato con il nuovo Commissario straordinario e comunicato attraverso la stampa e i siti internet del Parco e delle amministrazioni locali.
In linea di massima gli incontri sono previsti nelle giornate di giovedì e venerdì, ma ciascun Comune potrà decidere autonomamente date e orari.
“Il 2010 sarà un anno impegnativo per noi – ha dichiarato il Direttore del Parco Nino Martino – che ci siamo assunti l’impegno di incontrare e di parlare con tutti coloro che abbiano qualcosa da dire sul nuovo Piano del Parco. Un lavoro certamente lungo, ma indispensabile per avvicinare sempre più il Parco ai cittadini e per fare in modo che l’area protetta sia sempre più considerata non come un’entità astratta, ma come un patrimonio comune, per la cui difesa tutti possono e devono impegnarsi, a cominciare proprio da coloro che abitano al suo interno o nelle sue immediate vicinanze”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Maltempo. Ordinanza del prefetto: sabato scuole chiuse. Allarme codice rosso: evitare spostamenti se non strettamente necessari

Il territorio della provincia è interessato da precipitazioni estese e persistenti. Il Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto in data odierna ha emesso l’avviso di...

48 ore di maltempo, massima criticità da sabato pomeriggio a domenica. Quota neve 1200-1500 metri

Venezia, 4 dicembre 2020  -  Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile, alla luce delle previsioni meteo di ARPAV e dell’intensa ondata di maltempo in...

Il Tar del Veneto conferma la legittimità del calendario venatorio provinciale. De Bon: «Spiace che posizioni ideologiche abbiano fatto perdere tempo ai nostri uffici»

Con ordinanza n. 612/2020 pubblicata oggi (4 dicembre) la Sezione prima del Tar Veneto si è nuovamente pronunciata a favore delle decisioni della Provincia...

Nuovo Dpcm, attività turistiche in ginocchio. De Carlo: “Il Governo non vada in vacanza e programmi la ripartenza. L’area montana ha bisogno di sostegni...

"Non possiamo trovarci all'Epifania con albergatori e impiantisti che non sanno che fare l'indomani: il Governo non vada in vacanza, inizi ora a programmare...
Share