13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 28, 2020
Home Cronaca/Politica Perché il Comune di Feltre non acquista tutte le quote dell'area Altanon?...

Perché il Comune di Feltre non acquista tutte le quote dell’area Altanon?

A nome del gruppo facebook “No agli scempi architettonici a Feltre”delle sezioni di Feltre di Wwf e Italia Nostra e del Comitato Pra’ Gras, Riccardo Sartor interviene nuovamente sulla questione Altanon. “Se, secondo Vaccari, l’acquisizione dell’area Altanon è l’unica soluzione per impedire la costruzione del mostro di cemento, allora perché non si attiva lui in prima persona per evitare questo nuovo scempio in città? Perché non è lui il primo a dire “compriamo l’area Altanon”? Perché il nostro primo cittadino non fa acquistare al Comune i terreni del privato per cambiare quell’area, chiedendo così la collaborazione dei cittadini appunto con un fondo pubblico, anziché fare la proposta ai comitati sapendo benissimo che loro potranno fare ben poco? Perché Vaccari non vuole tenere quel 36% dell’area Altanon che possiede (che non è solo l’area Mazzoccato, inizialmente destinata alla realizzazione del centro civico poi stralciato, ma anche aree su cui sorgeranno i palazzi!!) e ridarla alla città? Perché invece preferisce cedere quelle aree di proprietà comunali al privato, in cambio di una finta area verde (sotto infatti sorgeranno i parcheggi)?  In vista del consiglio comunale dell’8 febbraio, che sarà chiamato a dare il via libera definitivo al progetto Altanon, ci stiamo mobilitando con la realizzazione di alcuni volantini e di un preciso documento di sintesi per informare la popolazione delle criticità di tutto questo progetto. Vogliamo invitare, ancora una volta, tutti i cittadini di Feltre a partecipare alla seduta consiliare per ascoltare di persona il dibattito che porterà i consiglieri comunali a decidere il futuro della nostra città: un futuro di cemento, cupo e grigio, oppure un futuro migliore da lasciare alle giovani generazioni che abiteranno Feltre negli anni avvenire”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. De Carlo: “Strategia contro il territorio che annulla ogni forma di rappresentanza”

“La proposta di centralizzazione delle concessioni idroelettriche avanzata dal Partito Democratico fa parte di una strategia contro il territorio che punta ad annullare ogni...

Idroelettrico. Bond (FI): «Il tentativo di romanizzare le grandi concessioni è scandaloso. Mi opporrò senza se e senza ma»

«Chi vuole riproporre la centralizzazione della gestione idroelettrica fa il male della montagna. Il tentativo di espropriare i territori delle loro ricchezze, in questo...

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. Bona: “Il governo punisce la montagna”

«Si è capito che questo governo ce l'ha con le regioni e con i territori periferici. Dopo il silenzio sull'autonomia, dopo i tentativi di...

Arrestato uno straniero di Sedico. Doveva scontare la pena di 2 anni e 10 mesi per rapina e lesioni

Nella serata di ieri, venerdì 27 novembre, i carabinieri di Pieve di Cadore con il Nucleo investigativo di Belluno, hanno arrestato Burlac Michail 19enne...
Share