13.9 C
Belluno
martedì, Dicembre 1, 2020
Home Prima Pagina Diventa regionale il progetto Tekne fondato da Confindustria Belluno Dolomiti e Itis...

Diventa regionale il progetto Tekne fondato da Confindustria Belluno Dolomiti e Itis “Segato” di Belluno

Tekne diventa regionale. Il progetto che l’Itis Segato di Belluno e il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Belluno Dolomiti, in collaborazione con la sezione metalmeccanici, hanno inaugurato nel lontano 1986 e portato avanti con successo, anno dopo anno fino ad oggi, è stata probabilmente la scintilla che ha dato lo spunto alla Regione Veneto per lanciare un bando FSE denominato proprio “TEKNE”, volto a rafforzare il dialogo attivo fra mondo della scuola e mondo del lavoro. Tre i progetti che il bando regionale FSE “TEKNE” ha approvato in provincia di Belluno, realizzati dall’Itis Segato grazie alla collaborazione di altrettante imprese metalmeccaniche associate a Confindustria Belluno Dolomiti, da sempre attive nel locale progetto Tekne: Carlo Gavazzi Controls SpA, EV.CO. SpA e Idrotermica Veneta Zeggio SpA. “Anche questa volta, l’Associazione Industriali bellunese e l’Itis Segato sono fra i primi ad aver aderito all’iniziativa” – commenta Marco Bortoluzzi presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Belluno – “La grande esperienza maturata in questi anni di lavoro continuo con le scuole e con i ragazzi, nell’integrazione delle competenze aziendali fra i banchi di scuola, ci porta a sperimentare nuove forme di collaborazione come il progetto regionale “TEKNE”, a cui abbiamo certamente contribuito nell’ispirare nome, finalità e modalità operative. Da parte nostra, fra i nostri obiettivi c’è anche l’estensione dei progetti di integrazione scuola-lavoro a nuove scuole superiori di tutta la provincia bellunese” –  conclude il presidente dei Giovani Imprenditori. E Angelo Caneve, Presidente della Sezione Industrie Metalmeccaniche di Confindustria Belluno Dolomiti, aggiunge: “Complimenti alle imprese partecipanti, che si sono aggiudicate il bando e che apriranno la strada ad una evoluzione maggiore nel dialogo fra scuola e lavoro. Le aziende metalmeccaniche sono fra le più ricettive alla possibilità di collaborare con gli istituti tecnici, e ripongono un’attenzione speciale nei confronti di quei ragazzi che potranno, in futuro, cercare lavoro presso i loro stabilimenti.”

Share
- Advertisment -

Popolari

Misure anti-Covid, la Provincia vara una “manovra” da 2,5 milioni di euro. 500mila euro a Dolomitibus e 500mila agli impianti di risalita

Belluno, 30 novembre 2020 - È stata approvata questa mattina dal consiglio provinciale la nona variazione al bilancio di previsione, contenente un'importante manovra anti-Covid....

Qualità della vita, Belluno scende al 19mo posto. Padrin: «Viviamo in un territorio magnifico. Ci penalizza solo la dimensione demografica»

«Lavoro, benessere sociale e ambiente confermano il valore del territorio Bellunese. Ancora una volta pesa la demografia, e quest'anno c'è anche il Covid a...

In Crepadona la “Quarta piazza” di Belluno, interamente coperta da una formidabile vetrata

Belluno, 30 novembre 2020 - "Saranno raddoppiati gli spazi a disposizione dei ragazzi per lo studio e la biblioteca grazie al recupero della corte...

Auto investe animale selvatico sul Boscon e viene a sua volta tamponata da altri due veicoli

Belluno, 30 novembre 2020 - Alle ore 05:55  di questa mattina, una Fiat Uno bianca condotta da T.A. 53enne bellunese, in transito da Belluno...
Share