13.9 C
Belluno
domenica, Novembre 29, 2020
Home Prima Pagina Diventa regionale il progetto Tekne fondato da Confindustria Belluno Dolomiti e Itis...

Diventa regionale il progetto Tekne fondato da Confindustria Belluno Dolomiti e Itis “Segato” di Belluno

Tekne diventa regionale. Il progetto che l’Itis Segato di Belluno e il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Belluno Dolomiti, in collaborazione con la sezione metalmeccanici, hanno inaugurato nel lontano 1986 e portato avanti con successo, anno dopo anno fino ad oggi, è stata probabilmente la scintilla che ha dato lo spunto alla Regione Veneto per lanciare un bando FSE denominato proprio “TEKNE”, volto a rafforzare il dialogo attivo fra mondo della scuola e mondo del lavoro. Tre i progetti che il bando regionale FSE “TEKNE” ha approvato in provincia di Belluno, realizzati dall’Itis Segato grazie alla collaborazione di altrettante imprese metalmeccaniche associate a Confindustria Belluno Dolomiti, da sempre attive nel locale progetto Tekne: Carlo Gavazzi Controls SpA, EV.CO. SpA e Idrotermica Veneta Zeggio SpA. “Anche questa volta, l’Associazione Industriali bellunese e l’Itis Segato sono fra i primi ad aver aderito all’iniziativa” – commenta Marco Bortoluzzi presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Belluno – “La grande esperienza maturata in questi anni di lavoro continuo con le scuole e con i ragazzi, nell’integrazione delle competenze aziendali fra i banchi di scuola, ci porta a sperimentare nuove forme di collaborazione come il progetto regionale “TEKNE”, a cui abbiamo certamente contribuito nell’ispirare nome, finalità e modalità operative. Da parte nostra, fra i nostri obiettivi c’è anche l’estensione dei progetti di integrazione scuola-lavoro a nuove scuole superiori di tutta la provincia bellunese” –  conclude il presidente dei Giovani Imprenditori. E Angelo Caneve, Presidente della Sezione Industrie Metalmeccaniche di Confindustria Belluno Dolomiti, aggiunge: “Complimenti alle imprese partecipanti, che si sono aggiudicate il bando e che apriranno la strada ad una evoluzione maggiore nel dialogo fra scuola e lavoro. Le aziende metalmeccaniche sono fra le più ricettive alla possibilità di collaborare con gli istituti tecnici, e ripongono un’attenzione speciale nei confronti di quei ragazzi che potranno, in futuro, cercare lavoro presso i loro stabilimenti.”

Share
- Advertisment -

Popolari

Screening ad Auronzo: adesione al 33%, positività inferiori all’1%. Probabile avvio verso la fase conclusiva della fiammata epidemica

Si è svolto questa mattina, in località Taiarezze, ad Auronzo, lo screening per la ricerca del Sars-Cov-2 tra le classi di età più colpite...

E’ morto Natale Trevissoi, fondatore della Holzer

È morto venerdì a Firenze, dove abitava con la figlia Natale Trevissoi, fondatore dello stabilimento Holzer di Belluno. Aveva compiuto 95 anni.  funerali si...

Sovracanoni elettrici. Le risorse ai territori di montagna che producono l’energia. De Menech: «Corrette le storture della Lega. La gestione resta alle Regioni»

Roma, 29 novembre 2020   «Con l'emendamento che abbiamo presentato alla legge di Bilancio in materia di grandi derivazioni idroelettriche correggiamo una norma pasticciata, varata...

Belluno, controlli anticovid del sabato sera. Assembramenti in via Sottocastello. Sanzionati due locali

Continuano in modo serrato i servizi straordinari interforze di controllo del territorio disposti in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica...
Share