13.9 C
Belluno
venerdì, Dicembre 4, 2020
Home Pausa Caffè Grande successo per il Tour itinerante di Birra Dolomiti che il 9...

Grande successo per il Tour itinerante di Birra Dolomiti che il 9 gennaio festeggia “in casa”

Si chiude oggi a Feltre il Winter Tour Dolomiti partito da Pampeago (TN), toccando tutte le più importanti località sciistiche dolomitiche, fra cui Cortina, il Nevegal, Alleghe, Falcade. Interesse da parte dei numerosi turisti provenienti da tutta Italia per le festività natalizie che oltre alle bellezze del territorio ne hanno apprezzato i suoi prodotti. Lo show, che inizia al mattino dalle piste innevate con le due Dolomitine in tenuta sciistica, si sposta poi nei locali “après-ski” adiacenti per chiudersi con l’evento serale. Il tutto sempre accompagnato dalla musica, omaggi e naturalmente dalla Birra Dolomiti, prodotta nel vicino stabilimento di Pedavena e simbolo di queste montagne, vista la provenienza delle sue materie prime.
A guidare “la carovana” Dolomiti, un pickup dotato di postazione dj che domani a partire dalle 15 animerà il Passo Croce D’Aune, per iniziare con l’ “après-ski” presso lo Chalet “Le buse”. Non poteva poi mancare una tappa alla Birreria Pedavena verso le 17.
Dalle 19 alle 22 invece la festa si sposta nel centro di Feltre, dove Via XXI Ottobre, chiusa al traffico, si trasformerà in un evento nell’evento che vede coinvolti diversi locali della città: Lucky Corner, Barcelleria, Cikketeria, Bar Impero, Caffè Roma.
La Birra Dolomiti
Il Gruppo Birra Castello Spa oltre ai tradizionali marchi Birra Castello e Pedavena ha lanciato sul mercato una nuova linea di prodotto fortemente legata al territorio e che proprio dai requisiti collegati alla territorialità trae le sue caratteristiche inconfondibili. La nuova Birra Dolomiti, oltre ad utilizzare l’acqua sorgiva delle Dolomiti, come tutte le birre Pedavena, è stata prodotta rispettando l’ambiente, con l’orzo coltivato nell’area circostante al Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.
Una birra che nasce nel cuore delle Dolomiti in uno scenario di rara bellezza, circondato da una natura ancora incontaminata, eletto ufficialmente dall’Unesco, lo scorso 26 giugno, a bene naturale Patrimonio Universale dell’Umanità.
Disponibile nella classica bottiglia da 33 cl e in fusti da 20 e 30 litri, presente nelle versioni doppio malto 6.7°, dal gusto complesso e fruttato con note di mela, vaniglia e mandorla, e Pils 4.9°, dissetante ed equilibrata dal gusto pieno e armonioso.

Share
- Advertisment -

Popolari

Maltempo. Ordinanza del prefetto: sabato scuole chiuse. Allarme codice rosso: evitare spostamenti se non strettamente necessari

Il territorio della provincia è interessato da precipitazioni estese e persistenti. Il Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto in data odierna ha emesso l’avviso di...

48 ore di maltempo, massima criticità da sabato pomeriggio a domenica. Quota neve 1200-1500 metri

Venezia, 4 dicembre 2020  -  Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile, alla luce delle previsioni meteo di ARPAV e dell’intensa ondata di maltempo in...

Il Tar del Veneto conferma la legittimità del calendario venatorio provinciale. De Bon: «Spiace che posizioni ideologiche abbiano fatto perdere tempo ai nostri uffici»

Con ordinanza n. 612/2020 pubblicata oggi (4 dicembre) la Sezione prima del Tar Veneto si è nuovamente pronunciata a favore delle decisioni della Provincia...

Nuovo Dpcm, attività turistiche in ginocchio. De Carlo: “Il Governo non vada in vacanza e programmi la ripartenza. L’area montana ha bisogno di sostegni...

"Non possiamo trovarci all'Epifania con albergatori e impiantisti che non sanno che fare l'indomani: il Governo non vada in vacanza, inizi ora a programmare...
Share