13.9 C
Belluno
sabato, Settembre 26, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Mario Cervi a Cortina d’Ampezzo. “Gli anni zero? Sono gli anni del...

Mario Cervi a Cortina d’Ampezzo. “Gli anni zero? Sono gli anni del pecoreccio”

Mario Cervi
Mario Cervi

“Gli anni zero? Se dovessi dare un titolo unificante a questo decennio credo che per il mio pessimismo lo chiamerei ‘gli anni del pecoreccio’ ”. Una battuta concessa con il consueto sorriso, quella di Mario Cervi, a margine dell’affollato incontro che ha aperto Una Montagna di Libri, la nuovissima rassegna di Incontri con l’Autore a Cortina d’Ampezzo. La manifestazione, che ha sede presso la Sala Cultura del Palazzo delle Poste, è stata “battezzata” dalla presentazione dell’ultimo libro di Cervi, “Gli anni del piombo” (Mursia), in una conversazione con Luigi Bacialli, direttore di Rete Veneta, e Francesco Chiamulera, responsabile della manifestazione. “I nostri sono gli anni del pecoreccio per un certo stile, che in televisione è l’urlo continuo, che sovrasta le buone azioni e i comportamenti della maggioranza delle persone”, spiega poi Cervi, autore con Indro Montanelli dei celebri volumi della Storia d’Italia. E intitolati di volta in volta “anni di gomma”, “anni di piombo”, “anni di fango”. Direttore, cosa ne pensa dell’ “Affare Noemi” e delle polemiche sulla vita sessuale del Premier?  “E’ una vicenda frivola, basata sul gossip, che riguarda un ambito molto privato di Berlusconi. Non è una questione che ha serie ripercussioni su Berlusconi come governante. Se dovessimo andare a vedere le passioni private di tanti altri leader…” Ad esempio Kennedy? “Kennedy ma non solo… Cavour, per citare un italiano. E non parliamo poi di Garibaldi o di Vittorio Emanuele II”. Che giudizio dà dell’attuale direttore del “suo” Giornale, Vittorio Feltri? “Feltri è Feltri. Rappresenta un tipo di giornalismo aggressivo che ha grande successo, e io mi inchino sempre al successo. I risultati editoriali gli hanno sempre dato ragione. Poi, il suo stile può piacere o non piacere. Certo Feltri non è Montanelli: Indro faceva polemica con il fioretto, Feltri con la mazza ferrata”. Una Montagna di Libri è organizzata da Francesco Chiamulera, cortinese, sotto la responsabilità scientifica di Vera Slepoj, psicologa e psicoterapeuta, e di Alberto Sinigaglia, giornalista della Stampa. Il prossimo appuntamento di Una Montagna di Libri è con Antonia Arslan, domenica 3 gennaio 2010. E poi, altri quattro appuntamenti, a Carnevale, e a Pasqua, per il resto della rassegna. La manifestazione gode del patrocinio della Provincia di Belluno e del Comune di Cortina d’Ampezzo. www.unamontagnadilibri.it   info@unamontagnadilibri.it – Tel. 333 7170499

Share
- Advertisment -



Popolari

Ski College Veneto di Falcade. Presentata oggi la stagione 2020-2021 con oltre 60 atleti sciatori di snowboard, sci alpino e fondo

Falcade (Belluno), 26 settembre 2020 – «Vogliamo continuare ad alzare l'asticella e far sì che i nostri ragazzi possano raggiungere obbiettivi sempre più ambiziosi...

Nevegal, 8 anni di chiacchiere * di Fabio Bristot “Rufus”

Lette le dichiarazioni di Massaro, tra le quali spiccano per poca onestà intellettuale quelle secondo le quali non sarebbe "competenza del Comune di Belluno...

Nevegal. Stagione invernale fortemente compromessa. La delusione degli operatori del Colle

Solo uno scatto d'orgoglio o un colpo di scena può oramai salvare la stagione invernale del Nevegal. E' quanto si percepisce dalle osservazioni degli...

Colori, sapori e profumi d’inverno a Villa Patt di Sedico

Anche il Gruppo micologico "Bresadola" di Belluno presente alla manifestazione "Colori, sapori e profumi d'autunno" a Villa Patt di Sedico. Nelle giornate di sabato dalle...
Share