13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 25, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Parole suoni proiezioni: questa sera, con ciabatte al seguito, in via Tiziano...

Parole suoni proiezioni: questa sera, con ciabatte al seguito, in via Tiziano Vecellio l’Antivigilia elettrica di GaBLs

Nell’edificio sede Unieuro (ingresso laterale, torre di luce) questa sera, mercoledì 23 dicembre a partire dalle ore 19 saranno presentati due volumi.  GaBLs Arte Contemporanea è il racconto dei primi sei mesi di vita di artisti bellunesi emergenti. Seguirà la prima raccolta di liriche di Mirko Costa “Poeta elettrico”. Ma ecco le “istruzioni per l’uso” dell’organizzatore e artefice dei GaBLs Gianluca D’Incà Levis.

“Non siamo arabi, né cinesi. Siamo gente assai tollerante ed aperta e stimiamo l’arte. Un’attività totalizzante, quindi sicuramente scientifica, quindi sicuramente spirituale.Nnon per questo, vogliamo trasformare i luoghi in cui facciamo l’arte in moschee. non è dunque per trasformare in una moschea il luogo in cui domani sera, mercoledì 23 dicembre, parleremo d’arte, faremo e vedremo l’arte, che vi chiediamo di portare con voi un secondo paio di scarpe comode, o di pantofole imbottite. vi invitiamo ad accorrere alla torre di luce portando sottobraccio, o in mano, un secondo paio di scarpe comode, o di pantofole imbottite, tacchi in borsa per le signore eleganti, perchè la torre di luce sarà, per quella sera, la nostra domestica dimora, la nostra casa confortevole. Quando nevica, prima d’entrare in casa, è abitudine togliersi le scarpe, per non insudiciare il pavimento. Tra le molte cose che amiamo moltissimo, c’è la neve, naturale. Gioia e giubilo, la neve è arrivata, copiosa e bianchissima. Io ora uscirò, a rotolarmici sontuosamente. Ma nella torre di luce c’è la moquette. Due piani di 150 metri quadri, tutta moquette. Pensate a 150 persone che vi entrano, ognuno portando i suoi pochi grammi di neve, presto sciolta, a intridere la gloriosa moquette dell’elettrica torre di luce, a trasformare le scale in un acquitrino scivoloso. converrete con me che la situazione non si addice all’aulica, sebbene per nulla austera, aura della torre di luce. ad una balera forse sì, alla splendente torre di luce no di certo. evitiamo quindi di trasformarla in un acquario luminato. Vi ringrazio per la vostra sensibilità e collaborazione. quando entrerete dunque, proprio come a casa vostra, lascerete le scarpe a terra, sui primi gradini a scendere, inforcherete le comode babbucce, e, così ad-domesticati, salirete a satollarvi fraternamente d’arte e prosecco. altre due necessarie indicazioni prescrittive: nella torre di luce non si fuma. chi vorrà fumare, dopo essersi tolto le calzature da interno, ed aver indossato le calzature da esterno, uscirà dalla torre di luce, fumerà, depositerà civilmente il mozzicone nei posacenere appositamente predisposti all’esterno, ed a quel punto rientrerà nella torre di luce, si cambierà le scarpe e risalirà negli ambienti empirei della casa-torre, dove imperverseranno le attività ludico-artistiche. per quanto riguarda il concerto degli HH: pogare il pantofole non è agevole. pericoloso per i piedi. inoltre, attorno alla band, sarà irto di quadri ed opere. i quadri e le opere sono a vostra disposizione: potrete trarne le suggestioni, le ispirazioni estetiche e visive che vorrete. rimirateli: in cambio vi chiedo solo una cosa: che le opere rimangano intere ed integre. quindi, nella torre di luce, moderiamo il pogo. Sono certo che l’elettricità sgorgherà comunque copiosa”. 
Gianluca D’Incà Levis – GaBLs

Share
- Advertisment -

Popolari

Incendio distrugge una abitazione ad Umin di Feltre

Feltre, 24 novembre 2020 Dalle ore 17, i vigili del fuoco sono impegnati per domare  l’incendio sviluppatosi in una casa in via Umin, 5...

Zaia presenta in diretta Facebook l’ordinanza breve valida dal 25 novembre al 4 dicembre

Sarà in vigore da domani, mercoledì 25 novembre, fino a venerdì 4 dicembre. Il 3 dicembre dovrebbe uscire il nuovo Dpcm valido per l'intero...

Flavia Monego: «Il ruolo della donna nel mondo del lavoro è sempre più difficile»

«Mi sono insediata un mese fa e ancora non mi capacito di quanto lavoro ci sia da fare per contrastare e prevenire la violenza...

Violenza donne. In Veneto 3.174 vittime accolte nei centri. Lanzarin: “Prosegue l’impegno finanziario per sostenerli”

Venezia, 24 novembre 2020  Sono 3.174 le donne seguite con percorso specifico dai Centri antiviolenza del Veneto in tutto l’anno scorso. Una flessione minima, 82...
Share