13.9 C
Belluno
sabato, Gennaio 16, 2021
Home Cronaca/Politica Le alte vie del gusto e Dolomiti d'Autunno. Premiata questa mattina a...

Le alte vie del gusto e Dolomiti d’Autunno. Premiata questa mattina a Palazzo Piloni una rappresentativa dei turisti vincitori delle manifestazioni

Territorio e prodotti tipici. Conoscere e apprezzare la Dolomiti bellunesi attraverso la degustazione dei piatti della cucina di montagna nei rifugi in quota. Oppure riscoprendo l’antica tradizione di “andar per fiere” alla ricerca delle specialità tipiche della nostra provincia, per conoscerle, gustarle e acquistarle. Sono gli obiettivi de “Le alte vie del gusto” e “Dolomiti d’autunno” le due iniziative, giunte quest’anno alla terza edizione, organizzate dalla Provincia di Belluno attraverso Dolomiti turismo. E che si sono concluse stamattina (mercoledì 23 dicembre) a Palazzo Piloni, con le premiazione di una rappresentativa degli oltre 240 turisti vincitori, ai quali è stato consegnato un cesto di prodotti tipici della montagna bellunese dalle mani del presidente di Dolomiti turismo Renzo Minella e del direttore Ennio Soccal. «Abbiamo voluto mettere insieme le due manifestazioni – ha detto il presidente della Provincia Giampaolo Bottacin – premiando gli ospiti che hanno pernottato o pranzato in alta quota». «Non solo il paesaggio e il panorama delle Dolomiti, ma anche una provincia da gustare con i prodotti di qualità» ha detto l’assessore provinciale al Turismo e all’Agricoltura Matteo Toscani. Alla premiazione, oltre ai componenti della giunta provinciale, era presente Garlet, presidente della cooperativa La Fiorita, che attraverso i suoi 185 associati, garantisce la tipicità dei prodotti coltivati senza additivi chimici, secondo il protocollo dell’agricoltura biologica. A conclusione della manifestazione, il presidente Gianpaolo Bottacin e gli assessori, si sono intrattenuti con la stampa per il consueto brindisi di buone feste. Che quest’anno, come ha spiegato il presidente, si è tenuto all’insegna della sobrietà, per il dovuto rispetto alle situazioni di sofferenza a seguito della crisi economica che ha coinvolto anche la nostra provincia. «Abbiamo voluto dare un segnale – ha detto Bottacin – evitando inutili spese. Come i biglietti di auguri, sostituiti da messaggi e-mail. Così come i doni pervenuti al presidente, sono stati dati alla Caritas».
Grafica e comunicazione delle due manifestazioni è stata curata da Edizioni Filò di Belluno.

Share
- Advertisment -

Popolari

Inceneritore. Benedetti: “La richiesta della Regione è contraria ad una prospettiva green”

"Hera ha ammesso che la richiesta di costruzione della quarta linea dell'inceneritore di San Lazzaro (Padova) viene direttamente dalla Regione. Chissà come mai questa...

Piano vaccinazione anti covid Ulss Dolomiti. Situazione generale Istituto Superiore di Sanità

E’ stato aggiornato il Piano vaccinale anti Covid dell’Ulss Dolomiti in base alle ultime linee guida regionali. L’attuazione del Piano procederà secondo l’effettiva disponibilità delle...

Acc, D’Incà: “Passi in avanti nell’interlocuzione europea”

"In queste settimane il Governo ha lavorato con estrema attenzione per il futuro dell'Acc: è in corso una forte interlocuzione europea in seguito alla...

Droga. Denunciato un 25enne a Feltre

Feltre, 15 gennaio 2021 - Un 25enne di Feltre è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è...
Share