13.9 C
Belluno
lunedì, Settembre 21, 2020
Home Cronaca/Politica "Morte sospetta in ospizio": la replica del Comune di Ponte nelle Alpi...

“Morte sospetta in ospizio”: la replica del Comune di Ponte nelle Alpi

Il Centro Servizi del Comune di Ponte nelle Alpi è una delle strutture all’avanguardia in provincia di Belluno per qualità di gestione e assistenza alle persone non autosufficienti, con alta professionalità del personale e degli operatori. La sicurezza è continuamente monitorata anche da enti e soggetti esterni, le verifiche ed i controlli sono quotidiani, soprattutto in relazione alle patologie dell’utenza. Purtroppo le malattie che colpiscono sempre di più gli anziani legate in particolare alle demenze, determinano situazioni drammatiche sia a livello fisico che familiare. La scrivente amministrazione comunale, vicina alla famiglia del signor C.V. mancato in Casa di riposo a Ponte nelle Alpi domenica 20 dicembre alle ore 00,30, esprime la propria disapprovazione per l’articolo apparso oggi 21 dicembre sul quotidiano “Il Gazzettino” a firma di L.Marsiglia dal titolo “Morte sospetta in ospizio”, in cui, senza rispetto per la privacy e con informazioni tutte da verificare si tentano di costruire ipotesi di reato fuorvianti. E’ la seconda volta in pochi mesi che la giornalista in oggetto cerca di “aprire scenari inquietanti” sul Centro Servizi per persone anziane non autosufficienti (chiariamo che non si utilizza più il termine “ospizio”). Questa mattina l’amministrazione comunale ha incontrato la responsabile del settore, dott.ssa Cinzia Pierobon, esprimendo solidarietà a tutto il personale dopo accuse giornalistiche così poco chiare e prive di alcun riscontro. La stessa amministrazione comunale ha ricevuto in municipio i familiari del sig. C.V.  decidendo insieme di difendere la dignità dell’estinto ed il lavoro del personale del Centro Servizi. Per questo l’amministrazione comunale incaricherà nelle prossime ore un legale al fine di valutare l’opportunità di denunciare l’autrice dell’articolo e comprendere se ci possano essere i presupposti per una denuncia ed una richiesta di risarcimento per danni morali. E’ importante ribadire il rispetto delle persone, siano essi lavoratori, familiari o utenti, nonchè il rispetto della verità dei fatti che debbono essere sempre accertati e approfonditi dalle autorità competenti prima di essere divulgati. L’Amministrazione comunale è a disposizione della stampa e dei cittadini per fare chiarezza su qualsiasi eventuale dubbio sull’accaduto; in particolare, invitiamo la giornalista autrice dell’articolo in questione a venire a visitare la nostra struttura per non autosufficienti per rendersi conto di persona del significato di accudire una persona anziana.
L’Amministrazione comunale di Ponte nelle Alpi

Share
- Advertisment -



Popolari

Verona, elezioni suppletive al Senato. Trionfo di De Carlo che ricorda Bertacco: “Il centrodestra unito è inarrestabile; questo esecutivo non risponde più alla nazione”

Luca De Carlo è stato eletto senatore. E' il primo nella storia a ricoprire il ruolo di deputato e senatore nel corso della stessa...

Accesso ai servizi Inps. Collaborazione con la Provincia, Comuni e Unioni montane

E' stata presentata questa mattina a Palazzo Piloni, sede della Provincia, l'accordo di collaborazione tra Inps, Amministrazioni comunali locali del territorio e Unioni montane....

Vince il sì, vince il popolo sovrano. Il futuro Parlamento avrà 600 membri, 345 in meno dell’attuale

I dati non sono ancora noti, ma le proiezioni non lasciano dubbi. Davvero qualcuno poteva credere che il popolo sovrano si precipitasse in massa...

Regionali Veneto 2020: di quanto Zaia supererà se stesso?

Questa sera, lunedì 21 settembre, sapremo di quanto Zaia ha superato sé stesso accingendosi per la terza volta a fare il presidente di Regione....
Share