13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 25, 2020
Home Pausa Caffè La Zoppas perde la sfida con Castellana Grotte e tocca il fondo...

La Zoppas perde la sfida con Castellana Grotte e tocca il fondo

La Zoppas Industries Conegliano inciampa davanti ai quasi tremila della Zoppas Arena e tocca il fondo della classifica di A1. La sfida premia le pugliesi del Castellana Grotte, capaci di rimontare dopo un incolore primo set e andarsi a prendere i tre punti che valgono il sorpasso in classifica. Brakocevic è top scorer con 22 punti, ma i martelli gialloblu vanno a corrente alternata e le pugliesi difendono tantissimo. Nell’intervallo parentesi di solidarietà, con l’asta a favore della sezione trevigiana dell’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare, con maglie e palloni battuti da Dj Ringo, capace di stimolare la generosità del pubblico superando i 500 euro raccolti in cinque minuti. Sugli spalti nutrita rappresentanza del quartiere di Campolongo, che ospita la Zoppas Arena e per un pomeriggio ha voluto vivere con i tifosi le emozioni del grande volley. Per le pantere la prossima opportunità per risalire la china sarà una difficile trasferta a Urbino, domenica 6 dicembre alle 17.30.
La cronaca. Marcon è la prima pantera a graffiare e il primo vantaggio veneto è il 3-2 di Wilson. Brakocevic spara in campo il primo bolide, Wilson mura bene e Sangiuliano d’istinto chiude la porta al centro (8-3).  La Zoppas scivola via sui punti delle centrali, Manzano sigla il 12-5. Pavan direttamente dal servizio, poi Brakocevic da posto 4 e ancora Manzano con un muro vincente chiudono la seconda parte di set (16-6). Castellana Grotte recupera qualche punto insistendo con la fast. Con Brakocevic, schiacciata e battuta, la Zoppas torna a correre (19-9). Soninha piazza lungolinea l’undicesimo punto ospite, poi è Nagy a scuotere le pugliesi (21-15). Pavan e Nagy innescano un duello che rende interessante l’ultima parte di set. Irrompe anche Manzano per il 23-17. Lipicer mura Brakocevic annullando la prima palla set. Chiude Manzano col muro del 25-19.
Equilibrato l’avvio di secondo set. Nagy allunga sul 5-7, poi la confusione nella difesa veneta risolve il primo parziale col punteggio di 6-8. Soninha spara il +3. Labate alimenta il vantaggio pugliese e coach Martinez stoppa il gioco per parlare con le atlete e tentare di sistemare le cose. Brakocevic prova a scrollarsi di dosso il momentaccio, ma non gira niente nel verso favorevole alle pantere e le rosse chiudono avanti di 7 punti il secondo parziale. Brakocevic e Manzano strappano 3 punti (13-18) e la Zoppas inizia a risalire. La squadra veneta è tutta sui colpi della serba, che indovina con l’aiuto del nastro anche l’ace del 17-20. Dopo uno scambio eterno, fatto di difese spettacolari, Sangiuliano mette a terra la palla del -2. Brakocevic mette sulla linea la battuta del 19-20. Soninha riporta le baresi in vantaggio e Marcon viene murata (19-23). La brasiliana ospite ottiene la palla set e Nagy chiude 19-25.
Wilson schiaccia su Soninha la palla del 5-3 al termine di uno dei primi scambi el secondo set. Pavan dalla pipe spara a terra il6-4, risponde per le rime Ritschelova, che trova anche l’ace del 7 pari. Brakocevic azzecca il mani-fuori che porta al primo break 8-7. Punto a punto, poi Soninha innesca l’allungo pugliese (10-12). Le ospiti giocano con una buona difesa e attacchi che mettono in difficoltà la Zoppas. Brakocevic manda out la palla che vale il +5 Castellana. Il muro a tre delle ospiti chiude il varco alla pipe di Pavan (10-16).  E’ il muro l’arma che consente alle pantere di rimanere in scia (13-17). Entrano Ghisellini e Do Carmo, subito va a segno Wilson, poi Luciana mette il 15-19. Un paio di errori ospiti rimettono in equilibrio il set 19-20. Ritschelova mette giù il 19-21. Manzano accorcia, ma c’è Soninha a trovare due palloni giusti per il 20-23. Chiude un errore di Pavan (20-25) e il primo punto lo incamera Castellana.
Subito 2-0 con Sangiuliano. Il+4 delle venete è sciupato da un paio di errori (6-5). La palleggiatrice veneziana firma anche l’8-5. Pavan ritrova la via del punto con due colpi che finiscono sulle linee (11-6). Un lungo scambio viene chiuso da Wilson in fast. Brakocevic allunga da seconda linea: +7 Conegliano. Nagy accorcia (15-12). Sono gli errori veneti a far tornare la parità a 15. Brakocevic piega le mani del muro e si arriva al 16-15. Castellana Grotte prepotentemente si porta sul 16-18. Marcon è murata. Soninha torna a segnare per il 19-22 e mette giù anche il 19-24. Wilson annulla la prima palla match, poi Manzano (21-24). Chiude Soninha con un diagonale vincente (21-25).
ZOPPAS INDUSTRIES CONEGLIANO – FLORENS CASTELLANA GROTTE 1-3
(25-19, 19-25, 20-25, 21-25)
ZOPPAS: Sangiuliano 7, Pavan 12, Manzano 11, Brakocevic 22, Marcon 2, Wilson 10, Rossetto (L), Do Carmo 1, Positello, Ghisellini, Benazzi, Daminato ne. All. Martinez.
FLORENS: Labate 11, Nagy 17, Lipicer 9, Ritschelova 17, Dalia 1, Soninha 19, Sansonna L, Cardani, Biamonte ne, Moretti ne, Caracuta, Jontes ne. All. Radogna.
NOTE: durata set 25′, 28′, 26′, 27′; totale 1h e 46′. Spettatori 2.830, incasso 8.742 euro. Zoppas: attacco 49/141 (35%), ricezione 73% (perfetta 59%), muri 11, ace 5, battute sbagliate 7, errori 20; Castellana Grotte: attacco 58/154 (38%),  ricezione 73% (perfetta 49%), muri 12, ace 4, battute sbagliate 5, errori 20. Punti totali 85-94.

Share
- Advertisment -

Popolari

Incendio distrugge una abitazione ad Umin di Feltre

Feltre, 24 novembre 2020 Dalle ore 17, i vigili del fuoco sono impegnati per domare  l’incendio sviluppatosi in una casa in via Umin, 5...

Zaia presenta in diretta Facebook l’ordinanza breve valida dal 25 novembre al 4 dicembre

Sarà in vigore da domani, mercoledì 25 novembre, fino a venerdì 4 dicembre. Il 3 dicembre dovrebbe uscire il nuovo Dpcm valido per l'intero...

Flavia Monego: «Il ruolo della donna nel mondo del lavoro è sempre più difficile»

«Mi sono insediata un mese fa e ancora non mi capacito di quanto lavoro ci sia da fare per contrastare e prevenire la violenza...

Violenza donne. In Veneto 3.174 vittime accolte nei centri. Lanzarin: “Prosegue l’impegno finanziario per sostenerli”

Venezia, 24 novembre 2020  Sono 3.174 le donne seguite con percorso specifico dai Centri antiviolenza del Veneto in tutto l’anno scorso. Una flessione minima, 82...
Share