13.9 C
Belluno
mercoledì, Dicembre 2, 2020
Home Cronaca/Politica Manzato e De Bona al Columbus day chiedono sostegno per la candidatura...

Manzato e De Bona al Columbus day chiedono sostegno per la candidatura olimpica di Venezia

Una enorme bandiera con il Leone alato di San Marco, di proprietà di una signora veneziana che abita a New York e salutata dalla folla festante, ha aperto la strada ai due carri del Veneto che hanno aperto la sfilata del Columbus Day dopo quelli delle istituzioni newyorkesi, nella Vª Avenue della Grande Mela. Il primo carro era dedicato all’amore tragicamente più famoso della storia, quello tra Giulietta e Romeo, con il balcone del palazzo veronese della giovane Capuleti e figuranti in costume. Il secondo presentava invece le bellezze del Veneto, dalle Ville a Venezia, alle Dolomiti. E’ stato questo il momento culminante della partecipazione regionale alla festa che gli Stati Uniti d’America dedicano alla scoperta del nuovo continente, durante la quale è stata realizzata una serie di eventi per valorizzare la proposta turistica della prima regione italiana nell’economia dell’ospitalità. A rappresentare il Veneto erano a New York il vicepresidente della Giunta Franco Manzato e l’assessore ai flussi migratori Oscar De Bona, che ieri sera hanno partecipato alla serata di gala offerta al Cipriani dall’Associazione dei veneti a New York, presieduta da Alvise Casellati. Nella Grande Mela vivono quasi 12 mila persone di origine veneta e a loro Manzato e De Bona hanno rivolto l’invito a sostenere e far sostenere negli USA la candidatura di Venezia a sede dei Giochi Olimpici del 2020. All’incontro erano presenti anche il ministro Ignazio La Russa e l’ex ministro per gli italiani all’estero Mirko Tremaglia.
Oltre ad animare con il leone marciano la tradizionale sfilata del Columbus Day, il Veneto ha allestito sin dalla scorsa settimana un ampio spazio promozionale nella Vanderbilt Hall della Grand Central Station di New York, dove transitano quotidianamente circa 700 mila persone. Qui è stato dato risalto, in particolare, al sistema Venezia e al sistema Verona con le loro offerte d’accoglienza, oltre che al Veneto dell’arte, della cultura e dell’enogastronomia.

Share
- Advertisment -

Popolari

Fondo Comuni Confinanti. De Menech: «Anticipati ai comuni 16,5 milioni di cui oltre 8 milioni e mezzo per Belluno»

Belluno, 2 dicembre 2020  -  Interventi per il potenziamento della didattica a distanza, della telemedicina e il rafforzamento del trasporto pubblico locale. Si muove...

Contributi per studiare all’estero dall’Inps. Fino a 15mila € per i figli di dipendenti e pensionati pubblici che vogliono frequentare una scuola superiore in...

Dal 10 dicembre 2020 all'11 gennaio 2021 sarà possibile partecipare al "Programma Itaca", bando – erogato dall'INPS – che assegna una borsa di studio a figli di...

Canè, Triches, Baorche. Avviati a Limana i lavori post-Vaia

Limana, 01 dicembre 2020  -  Non si fermano a Limana i lavori per ridurre il rischio idrogeologico ed idraulico in diverse località del Comune. Dopo...

Via libera all’assestamento di bilancio: il Comune di Ponte nelle Alpi investe nelle opere pubbliche

Semaforo verde alle variazioni al bilancio, dopo l'ultima seduta del consiglio comunale di Ponte nelle Alpi. Nella prima variazione, un occhio di riguardo è stato...
Share