13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Cronaca/Politica Oscar De Bona designato per l'Assemblea plenaria degli italiani all'estero

Oscar De Bona designato per l’Assemblea plenaria degli italiani all’estero

L’assessore ai flussi migratori del Veneto Oscar De Bona è stato designato dalle Regioni come membro del gruppo ristretto incaricato dell’organizzazione della terza assemblea plenaria della Conferenza Permanente Stato-Regioni/Province autonome-CGIE (Consiglio Generale degli Italiani all’Estero) che si terrà il 30 novembre prossimo presso il Ministero degli esteri. Il gruppo di lavoro si è riunito a Roma – fa presente lo stesso De Bona – per la definizione del programma dei lavori e dei contenuti della conferenza che è stata istituita con legge come momento privilegiato di confronto e di raccordo degli interventi dello Stato e delle Regioni in materia di politiche a favore degli italiani all’estero. I rappresentanti del CGIE hanno proposto come tema trasversale a tutti gli argomenti da affrontare quello dell’internazionalizzazione del “Sistema Paese” di cui gli italiani all’estero sono parte costitutiva. Seguendo questo filo conduttore la conferenza potrà approfondire il processo di trasformazione delle nostre comunità di emigrati e l’apporto che può venire dalle nuove generazioni nate e integrate nei Paesi di accoglienza. In quest’ottica di investimento a favore del “Sistema Paese” andranno inquadrate e discusse questioni come la promozione dell’insegnamento della lingua e della cultura italiana, la valorizzazione delle reti associative, la possibilità di nuovi modelli di integrazione. “Il Veneto – conclude l’assessore De Bona – è sicuramente una delle regioni in grado di offrire un significativo e autorevole contributo sia sul piano dei rapporti con le nostre comunità all’estero che hanno alle spalle una storia di oltre 130 anni di emigrazione, sia sul versante dell’integrazione e dell’accoglienza dei nuovi flussi migratori”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Rete elettrica. Incontro Provincia-Terna-ministro D’Incà. Padrin: «Chiediamo a Terna di conoscere i piani relativi all’intero Bellunese»

La Provincia di Belluno ha incontrato oggi i vertici di Terna, per continuare a ragionare dei miglioramenti infrastrutturali che riguardano le reti elettriche del...

Grandi opere. Padrin: «Belluno assente ma lavoriamo affinché le Olimpiadi risolvano i nostri gap». Bond: «Ennesima dimenticanza del Bellunese»

«Non posso dire di non essere sorpreso. Ma sicuramente le strategie relative alle Olimpiadi, pur non rientrando espressamente nella lista grandi opere per il...

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...

Recovery Fund e Piano di Ripresa. 210 miliardi della UE da spendere e rendicontare entro il 2026. L’Italia sarà in grado? Probabilmente no

Il 2020 anno nefasto causa pandemia. Risalire si può, con le risorse UE (Recovery Fund e Piano di Ripresa e Resilienza Next Generation EU),...
Share