13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 27, 2022
Home Lettere Opinioni Due progetti della Lilt nelle scuole primarie e secondarie

Due progetti della Lilt nelle scuole primarie e secondarie

La promozione della salute tra i giovani è uno degli obiettivi della Lilt, la Lega contro i tumori. Proprio per la sua attività divulgativa è stata nominata “Ente formatore” per il Ministero della Pubblica istruzione ed incaricata di svolgere corsi di formazione e aggiornamento per i docenti sulle metodologie di educazione alla salute. Quest’anno l’associazione punta particolarmente a questo fine e per l’attività di sensibilizzazione ha destinato un terzo del suo bilancio. La Lilt di Belluno, in collaborazione con la Direzione regionale e con il Centro di servizio per il volontariato di Belluno, ha così messo in atto per l’anno scolastico 2009-2010 due progetti dedicati alla scuola primaria e secondaria della provincia di Belluno. Il primo, pensato per la scuola primaria, ha come titolo “C’era una volta… e poi vissero sani e contenti”, è curato da Rossana Canova  ed è diretto ad alunni, famiglie, insegnanti, personale scolastico, presidi e comunità. Lo scopo è prevenire comportamenti e stili di vita a rischio per la salute. Il progetto si sviluppa nei tre anni di scuola, dalla terza alla quinta elementare, mediante questionari, interviste, ricerche, diario, cartoline per coinvolgere i vari attori attraverso incontri, gruppi e laboratori. Lo scopo è fornire messaggi positivi mediante diverse forme grafico-espressive, con al termine un questionario di verifica delle conoscenze sui temi dell’alcol, fumo, salute. Per la scuola secondaria di primo e secondo grado (medie e superiori), il progetto della Litl ha come titolo “I funamboli praticanti”, ed anche in questo caso coinvolge studenti, famiglie e insegnanti. Il metodo è interattivo, mediante il giocodramma e la psicomotricità, con l’obiettivo di sviluppare la teatralità umana per conoscere il mondo reale e cercare di trasformarlo. La Lilt auspica un grande coinvolgimento delle scuole, che avranno l’opportunità di inserire i progetti in modo assolutamente gratuito all’interno delle proprie attività. L’associazione dispone di proprio  personale docente e numerosi volontari in grado di organizzare al meglio gli interventi nei vari istituti scolastici. Per aderire ai progetti è necessario compilare una scheda di adesione, reperibile direttamente nella lettera che la Lilt ha inviato alle varie scuole, oppure nella sede provinciale dell’associazione, in via del Piave 5 a Belluno. Per informazioni si può contattare il numero telefonico 0437 944952.

Share
- Advertisment -

Popolari

Presidenzialismo. Trabucco: “Approccio superficiale”

All'indomani delle elezioni politiche del 25 settembre 2022, il partito di maggioranza relativa (Fratelli d'Italia), in modo pienamente legittimo, ha illustrato uno dei punti...

Riqualificazione energetica dell’edificio Kraller. Saranno riservati 8 alloggi ai lavoratori temporanei

Belluno, 27 settembre 2022 - Via libera oggi in giunta al progetto definitivo/esecutivo di riqualificazione energetica dell’edificio Kraller, in via Lungardo. L’operazione, finanziata dal...

Tutto esaurito per i Percorsi della Memoria 2022: seimila partecipanti sui luoghi del Vajont

Longarone. Tutto esaurito per l’edizione 2022 dei Percorsi della Memoria: domenica prossima 2 ottobre ci saranno 6000 persone a camminare sui luoghi del Vajont....

Disponibile e gentile, amante della natura e dello sport. Cercasi Cavaliere sulle piste da sci, nell’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria

Aperte fino all'8 novembre 2022 le candidature per svolgere il lavoro più cool delle Alpi nell'area vacanze sci & malghe Rio Pusteria, tra le...
Share