13.9 C
Belluno
domenica, Marzo 7, 2021
Home Cronaca/Politica La città di Feltre onora i Caduti italiani e austroungarici della I...

La città di Feltre onora i Caduti italiani e austroungarici della I Guerra mondiale

Si è svolto venerdì 24 luglio l’incontro di commemorazione dei Caduti nella Guerra mondiale 1915-1918, promosso quale segno di pace dalla Città di Feltre e dalla Croce Nera Austriaca, l’Österreichisches Schwarzens Kreuz. Dopo la deposizione di una corona al cimitero tedesco in località San Paolo, l’epicentro dell’avvenimento è stata quella porzione di terreno del cimitero cittadino, dove gli uni a fianco degli
altri sono sepolti i militari italiani ed austroungarici. Il fato o la decisione superiore li volle nemici, la morte li ha fatti uguali, il ricordo a distanza di più dii un secolo ha fatto superare quelle barriere e quegli steccati sui quali perirono. Quel giorno, i rappresentanti delle due nazioni si sono ritrovati in pace, prodromo per una comune crescita e sviluppo ormai in auge da anni, per rendere omaggio a quanti si sacrificarono sui contrafforti del Grappa o lungo la linea del Piave, indipendentemente dalla divisa che portavano. I “nemici” di allora, non per scelta ma per ordine, sono diventati i fratelli di oggi. E’ questo il significato della cerimonia alla quale, accolta dal Sindaco Sen. Gianvittore Vaccari, era presente una delegazione d’Oltralpe guidata dal presidente dell’Österreichisches Schwarzens Kreuz dell’Alta Austria con sede a Linz, nonché Sindaco di Pettenbach, Colonnello Friedrich Schuster, accompagnato, fra gli altri, dai Colonnelli Barthou e Plieschnegger, con la significativa presenza del Console onorario per l’Alta Austria, Mario Eichta. A conferire un particolare connotato alla commemorazione hanno contribuito anche rappresentanze delle associazioni combattentistiche e d’arma locali, con i loro gagliardetti, la compagnia degli Schutzen di Strigno e la Guardia Civica di Feltre, rappresentata da Antonio Da Pian e da Mario Gris. In questa occasione, il Colonnello Schuster ha anche insignito con un’importante onorificenza dell’Österreichisches Schwarzens Kreuz due cittadini veneti, per la loro assidua azione a tutela delle memorie storiche e delle interrelazioni transnazionali intorno a queste pagine di storia.

Share
- Advertisment -

Popolari

L’equipaggio Fontanella-Covelli su Lancia Aprilia del 1939 vince l’8va WinteRace a Cortina. Tre vittorie in otto edizioni

Cortina d’Ampezzo, 7 marzo 2021: Gianmario Fontanella con la moglie Annamaria Covelli, della scuderia Classic Team ASD si sono aggiudicati per la terza volta...

8 marzo, Unicef a fianco alle donne. Zoleo: “In Italia c’è un femminicidio ogni 3 giorni e quasi quotidianamente un tentativo di violenza”

L’Unicef in occasione dell’8 marzo, festa della Donna, ha promosso la campagna contro “la violenza di genere” cioè la violenza contro le donne, le...

8 marzo. Berton: “Ancora tanta strada da fare. La pandemia non ci deve travolgere”

“C’è ancora tanta strada da fare per arrivare a una uguaglianza effettiva e sostanziale per le donne di questo Paese, quella “delle parole” c’è...

Caso Zingaretti. Per il momento non serve Grillo. Il Pd accetti le dimissioni del segretario e vada a congresso * di Enzo De Biasi

Sentita l’ultima uscita di Beppe Grillo, già iscrittosi al PD ma rifiutato anni fa da Piero Fassino, che si propone quale potenziale segretario nazionale...
Share