13.9 C
Belluno
domenica, Settembre 20, 2020
Home Cronaca/Politica “E' urgente intervenire per le terre alte”, Sergio Reolon ha incontrato i...

“E’ urgente intervenire per le terre alte”, Sergio Reolon ha incontrato i sindaci di Comelico e Sappada

Tra i numerosi servizi già persi per la montagna, il collasso delle Comunità montane mette a rischio anche l’assistenza domiciliare agli anziani e la raccolta dei rifiuti. Una ricetta contro chi svena e umilia la montagna?  Lavoro, innovazione, efficienza amministrativa e solidarietà territoriali costituiscono la bussola del buon governo che Sergio Reolon condivide con i i sindaci del Comelico.  Ieri pomeriggio infatti il presidente della Provincia ha incontrato i nuovi primi cittadini eletti l’8 e il 9 giugno. “Nelle parole dei nostri amministratori”, racconta Reolon, “ho colto ancora una volta l’estremo stato di disagio delle terre alte. Due fattori, oltre all’altitudine e al clima, stanno aggravando la situazione: da un lato la crisi economica globale e dall’altro il collasso delle Comunità montane. Quest’ultima sta diventando un’emergenza acuta che rischia di mettere in ginocchio il territorio. Le Comunità montane sono state abbandonate dalla Regione e oggi sono a rischio servizi essenziali per i cittadini come l’assistenza domiciliare agli anziani, la raccolta differenziata”. Il problema non è quello di chiudere o meno gli enti, hanno affermato molti sindaci, “ma di garantire i servizi ai cittadini”. La Regione Veneto aveva promesso di intervenire con un finanziamento di 3 milioni di euro ma di tali fondi non c’è ancora traccia.  “Sono molto preoccupato”, ha confessato Reolon ai sindaci di Comelico e Sappada. “Di certo noi prenderemo tutte le misure utili ad alleviare il disagio della montagna, come abbiamo già fatto, per esempio, lo scorso inverno quando siamo intervenuti immediatamente a sostegno dei Comuni per l’emergenza neve. Proseguiremo in una politica tariffaria dei trasporti in grado di far risparmiare gli studenti e i lavoratori, incentiveremo l’innovazione tecnologica per creare nuovi posti di lavoro, ma qui serve una task force di emergenza per fronteggiare l’abbandono delle Comunità montane”. Proprio nella consapevolezza dei disagi e dei problemi delle terre alte, “sono quelle che soffrono i più grandi squilibri”, Reolon ha garantito “una presenza qualificata e forte di Cadore, Comelico e Sappada nella mia giunta”.

Share
- Advertisment -



Popolari

Elezioni 2020. Regionali, referendum sul taglio dei parlamentari, suppletive Senato, Comuni. Affluenza, exit poll e risultati

Urne aperte domenica 20 settembre dalle 7 alle 23, e domani lunedì dalle 7 alle 15 per il voto del referendum costituzionale sul taglio...

Meteo. Instabilità da domenica, temporali da lunedì

Il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto, alla luce delle previsioni meteo, ha emesso un avviso di criticità idrogeologica ed idraulica, decretando...

A Mauro Case il 1° premio per il concorso fotografico L’Antico Borgo ti fa il regalo

Pasta, focacce, una zucca, una bottiglia di vino, un libro, un buono per una cena, prodotti per la cura personale, una torta al cioccolato...

Scuola. Bilancio positivo del servizio autobus. Padrin: “Aggiorneremo i dati abbonamenti a fine mese”

Si chiude la prima settimana di scuola e il trasporto pubblico comincia ad andare a regime. Dolomitibus ha aggiunto 31 autobus alla flotta solitamente...
Share