13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 25, 2020
Home Cronaca/Politica “E' urgente intervenire per le terre alte”, Sergio Reolon ha incontrato i...

“E’ urgente intervenire per le terre alte”, Sergio Reolon ha incontrato i sindaci di Comelico e Sappada

Tra i numerosi servizi già persi per la montagna, il collasso delle Comunità montane mette a rischio anche l’assistenza domiciliare agli anziani e la raccolta dei rifiuti. Una ricetta contro chi svena e umilia la montagna?  Lavoro, innovazione, efficienza amministrativa e solidarietà territoriali costituiscono la bussola del buon governo che Sergio Reolon condivide con i i sindaci del Comelico.  Ieri pomeriggio infatti il presidente della Provincia ha incontrato i nuovi primi cittadini eletti l’8 e il 9 giugno. “Nelle parole dei nostri amministratori”, racconta Reolon, “ho colto ancora una volta l’estremo stato di disagio delle terre alte. Due fattori, oltre all’altitudine e al clima, stanno aggravando la situazione: da un lato la crisi economica globale e dall’altro il collasso delle Comunità montane. Quest’ultima sta diventando un’emergenza acuta che rischia di mettere in ginocchio il territorio. Le Comunità montane sono state abbandonate dalla Regione e oggi sono a rischio servizi essenziali per i cittadini come l’assistenza domiciliare agli anziani, la raccolta differenziata”. Il problema non è quello di chiudere o meno gli enti, hanno affermato molti sindaci, “ma di garantire i servizi ai cittadini”. La Regione Veneto aveva promesso di intervenire con un finanziamento di 3 milioni di euro ma di tali fondi non c’è ancora traccia.  “Sono molto preoccupato”, ha confessato Reolon ai sindaci di Comelico e Sappada. “Di certo noi prenderemo tutte le misure utili ad alleviare il disagio della montagna, come abbiamo già fatto, per esempio, lo scorso inverno quando siamo intervenuti immediatamente a sostegno dei Comuni per l’emergenza neve. Proseguiremo in una politica tariffaria dei trasporti in grado di far risparmiare gli studenti e i lavoratori, incentiveremo l’innovazione tecnologica per creare nuovi posti di lavoro, ma qui serve una task force di emergenza per fronteggiare l’abbandono delle Comunità montane”. Proprio nella consapevolezza dei disagi e dei problemi delle terre alte, “sono quelle che soffrono i più grandi squilibri”, Reolon ha garantito “una presenza qualificata e forte di Cadore, Comelico e Sappada nella mia giunta”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Incendio distrugge una abitazione ad Umin di Feltre

Feltre, 24 novembre 2020 Dalle ore 17, i vigili del fuoco sono impegnati per domare  l’incendio sviluppatosi in una casa in via Umin, 5...

Zaia presenta in diretta Facebook l’ordinanza breve valida dal 25 novembre al 4 dicembre

Sarà in vigore da domani, mercoledì 25 novembre, fino a venerdì 4 dicembre. Il 3 dicembre dovrebbe uscire il nuovo Dpcm valido per l'intero...

Flavia Monego: «Il ruolo della donna nel mondo del lavoro è sempre più difficile»

«Mi sono insediata un mese fa e ancora non mi capacito di quanto lavoro ci sia da fare per contrastare e prevenire la violenza...

Violenza donne. In Veneto 3.174 vittime accolte nei centri. Lanzarin: “Prosegue l’impegno finanziario per sostenerli”

Venezia, 24 novembre 2020  Sono 3.174 le donne seguite con percorso specifico dai Centri antiviolenza del Veneto in tutto l’anno scorso. Una flessione minima, 82...
Share