13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 12, 2021
Home Cronaca/Politica Confcommercio provinciale e sindacati, un accordo anti-crisi

Confcommercio provinciale e sindacati, un accordo anti-crisi

tavolo dell'accordoLa firma apposta lunedì scorso 8 giugno tra Ascom, Associazione Albergatori di Cortina e Organizzazioni Sindacali di Categoria (in specie Filcams CIGL, Fisascat Cisl e UilTucs Uil) è un nuovo, significativo e concreto passo avanti nella determinazione di strumenti per fronteggiare una situazione economica che, purtroppo, sembra non aver ancora raggiunto il punto di svolta, almeno per il settore terziario. L’Ente Bilaterale del Commercio del Turismo e dei Servizi della Provincia di Belluno è stato il “laboratorio” nel quale le parti hanno saputo confrontarsi con spirito di responsabilità e dare concretezza al disposto normativo per cui i lavoratori possono  ottenere la possibilità della sospensione del rapporto di lavoro per un periodo non superiore ai 90 giorni in caso di specifiche e determinate situazioni di crisi aziendale. Esaurito tale periodo, le aziende aventi diritto potranno richiedere l’applicazione della CIGS in deroga. Si è dato pertanto corpo alla determinazione di evitare, per quanto possibile, l’immediata espulsione di personale anche dalle piccole imprese del terziario nell’ipotesi di poter in futuro ripristinare adeguati livelli di sostenibilità economica ed occupazionale. Solitamente accordi di questo genere vengono definiti “di comune soddisfazione”, ma forse in questo caso più che mai l’espressione può dirsi adeguata. Se da un lato si comprende la possibilità aperta dall’accordo di far conseguire ai lavoratori una protezione, per quanto temporanea e parziale, rispetto ai rovesci economici che affliggono il mercato odierno, dall’altro le imprese sono soddisfatte di aver tenuto fede all’accordo provinciale che le impegnava a ricercare soluzioni alternative alla pura e semplice riduzione di personale pur a fronte di pesanti prospettive economiche e congiunturali. Ulteriore motivo di soddisfazione per le parti è stata la verifica dell’efficacia e la puntualità dell’intervento dell’Ente Bilaterale che, tramite l’integrazione al contributo nei termini anche superiori ai minimi richiesta dalla legge, ha dato nuova testimonianza di operare in modo trasparente e direttamente a supporto delle componenti che lo costituiscono e che al suo interno operano in modo sinergico.

Share
- Advertisment -

Popolari

San Vito di Cadore. Prosegue l’iter di approvazione della variante

Venezia, 11 maggio 2021 Proseguono le attività di Anas (Gruppo FS Italiane) per il completamento dell'iter approvativo del progetto del miglioramento dell'attraversamento dell'abitato di San...

Sopralluogo alla sala operativa emergenze in zona aeroporto e al nuovo comando dei vigili del fuoco. Bortoluzzi: «Con il prefetto piena sinergia per concludere...

Sopralluogo, ieri mattina (lunedì 10 maggio), nella sala operativa emergenze, all'interno delle pertinenze dell'Arma dei carabinieri in zona aeroporto, e poi al comando provinciale...

Italia Nostra: sosteniamo i musei del territorio bellunese

La Sezione di Belluno presieduta da Giovanna Ceiner, partecipa alla campagna delle Settimane del Patrimonio Culturale di Italia Nostra segnalando sei musei territoriali da...

Nuova ordinanza per prevenire la proliferazione dei colombi in Città

Il sindaco di Belluno ha firmato una nuova ordinanza relativa a "Misure preventive contro la proliferazione dei colombi in Città" (ordinanza 139 del 10...
Share