13.9 C
Belluno
martedì, Luglio 27, 2021
Home Cronaca/Politica Confcommercio provinciale e sindacati, un accordo anti-crisi

Confcommercio provinciale e sindacati, un accordo anti-crisi

tavolo dell'accordoLa firma apposta lunedì scorso 8 giugno tra Ascom, Associazione Albergatori di Cortina e Organizzazioni Sindacali di Categoria (in specie Filcams CIGL, Fisascat Cisl e UilTucs Uil) è un nuovo, significativo e concreto passo avanti nella determinazione di strumenti per fronteggiare una situazione economica che, purtroppo, sembra non aver ancora raggiunto il punto di svolta, almeno per il settore terziario. L’Ente Bilaterale del Commercio del Turismo e dei Servizi della Provincia di Belluno è stato il “laboratorio” nel quale le parti hanno saputo confrontarsi con spirito di responsabilità e dare concretezza al disposto normativo per cui i lavoratori possono  ottenere la possibilità della sospensione del rapporto di lavoro per un periodo non superiore ai 90 giorni in caso di specifiche e determinate situazioni di crisi aziendale. Esaurito tale periodo, le aziende aventi diritto potranno richiedere l’applicazione della CIGS in deroga. Si è dato pertanto corpo alla determinazione di evitare, per quanto possibile, l’immediata espulsione di personale anche dalle piccole imprese del terziario nell’ipotesi di poter in futuro ripristinare adeguati livelli di sostenibilità economica ed occupazionale. Solitamente accordi di questo genere vengono definiti “di comune soddisfazione”, ma forse in questo caso più che mai l’espressione può dirsi adeguata. Se da un lato si comprende la possibilità aperta dall’accordo di far conseguire ai lavoratori una protezione, per quanto temporanea e parziale, rispetto ai rovesci economici che affliggono il mercato odierno, dall’altro le imprese sono soddisfatte di aver tenuto fede all’accordo provinciale che le impegnava a ricercare soluzioni alternative alla pura e semplice riduzione di personale pur a fronte di pesanti prospettive economiche e congiunturali. Ulteriore motivo di soddisfazione per le parti è stata la verifica dell’efficacia e la puntualità dell’intervento dell’Ente Bilaterale che, tramite l’integrazione al contributo nei termini anche superiori ai minimi richiesta dalla legge, ha dato nuova testimonianza di operare in modo trasparente e direttamente a supporto delle componenti che lo costituiscono e che al suo interno operano in modo sinergico.

Share
- Advertisment -

Popolari

Lago Film Fest. Via al concorso Princìpî Award, dedicato agli under 25

La rassegna del cinema di Revine Lago prosegue con Princìpî Award, il nuovo concorso di Lago Film Fest dedicato ai più promettenti registi di...

Operazione Opson X: 5mila litri di prosecco e una tonnellata di zucchero sequestrati dalla Guardia di Finanza

Venezia, 26 luglio 2021 - “Ringrazio il comando provinciale delle Fiamme Gialle di Treviso e la compagnia di Conegliano che oggi hanno portato a termine...

Covid: il punto della situazione epidemiologica in provincia. Incidenza minore della media nazionale

L'Ulss Dolomiti fa sapere che nell’ultima settimana è stata rilevata una ripresa di casistica seppur inferiore al trend nazionale e regionale. La maggior parte...

Gli Ordini delle Professioni sanitarie chiedono i nomi dei professionisti non vaccinati per la loro espulsione

Siamo arrivati alle liste di proscrizione. Prosegue la linea dura degli Ordini delle Professioni sanitarie del Veneto, che chiedono l'espulsione dei professionisti che non...
Share