13.9 C
Belluno
giovedì, Giugno 17, 2021
Home Società, Associazioni, Istituzioni Il gruppo folkloristico I Légar” in Lussemburgo con i Bellunesi nel mondo

Il gruppo folkloristico I Légar” in Lussemburgo con i Bellunesi nel mondo

 I Légar, gruppo folkloristico di Casamazzagno di Comelico, è reduce di una trasferta in Lussemburgo su invito dell’associazione Bellunesi nel mondo avvenuta dal primo al quattro maggio. L’occasione è stata il quarantesimo anniversario delle Famiglie di Lussemburgo e dell’’Est Francia. Assieme al coro femminile di Codissago, il gruppo ha percorso chilometri di strada per portare allegria e le proprie antiche tradizioni presso gli oriundi bellunesi stabilitisi ora in questa terra. La prima giornata di permanenza è stata dedicata alla visita della città di Lussemburgo, città molto interessante, soprattutto dal punto di vista storico ed architettonico. Nella serata vi è stata l’’esibizione dei due gruppi per la Famiglia dei bellunesi  di Lussemburgo presso il Centro Culturale Regionale di Dudelange. L’accoglienza delle varie famiglie di oriundi bellunesi è sempre molto calorosa e famigliare, ed il gruppo de I Légar l’ha già potuto constatare in molte altre trasferte, l’’ultima delle quali è stata nell’ottobre del 2007 in Belgio.Il rapporto di famigliarità e allegria che si instaura è sempre molto forte e gradevole e le esibizioni riscuotono sempre grande successo. Così è stato anche presso la famiglia lussemburghese dove il coro femminile di Codissago ha ravvivato i ricordi con le canzoni popolari, ha trasmesso emozioni e sentimenti, il gruppo de I Légar invece ha proposto i balli tradizionali del Comelico, la vécia, il pàris ed il valzer, portando allegria e gioia con le proprie coreografie, i propri costumi e con le musiche, tradizioni antiche saggiamente conservate da molte generazioni.
La giornata della domenica è trascorsa dai due gruppi presso la Famiglia dell’’Est Francia, nel paese di Aumetz. L’organizzazione della festa e l’accoglienza sono state ottime e subito si è instaurato un bel rapporto d’amicizia con gli emigranti bellunesi che hanno alle spalle ognuno una propria storia, interessante e ricca di curiosità ed avvenimenti, belli e tristi, che sicuramente può raccontare solo chi ha intrapreso la strada dell’emigrazione. Al termine delle esibizioni dei due gruppi è stato proposto di ballare il tradizionale ed antico Pàris, il ballo che ha dato origine al Gruppo de I Légar. Si è creato così un grande cerchio dove i ballerini e gli emigranti bellunesi si sono uniti per danzare, ridere e terminare la festa con gioia. Una bella e allegra trasferta quindi, ed il Gruppo I Légar è grato alla Famiglia dei Bellunesi nel Mondo ed in particolare al suo direttore Patrizio De Martin, Comeliano come noi,  per concedere l’opportunità di portare le proprie tradizioni e i propri usi all’estero, presso i compaesani trasferitisi lontano dalla propria terra. Un grazie perché queste sono occasioni preziose per visitare posti nuovi e soprattutto per vivere bellissimi momenti compagnia di persone fantastiche.

Share
- Advertisment -

Popolari

Quarto imperdibile concerto per l’estate feltrina: a fine agosto arriva anche Niccolò Fabi

Più di 90 canzoni, 9 dischi di inediti, 2 raccolte ufficiali, 1 progetto sperimentale come produttore, 1 disco di inediti con la super band...

AAA Offresi: un’estate utile e creativa per i giovani del territorio

Torna il progetto Aaa Offresi, promosso dal Comune di Ponte nelle Alpi: i laboratori creativi e le attività di manutenzione si svilupperanno da lunedì...

Sull’Alemagna per testare la Smart Road e controllare i lavori. Padrin: «Entro giugno apre il primo viadotto alla Gardona»

Primo viaggio-test sulla Alemagna, stamattina, per controllare il funzionamento della Smart Road. Con i tecnici e i rappresentanti di Anas, c’era anche il presidente...

Vivi Borgo Valbelluna. Alla scoperta delle meraviglie della Valbelluna

Borgo Valbelluna, 16 giugno 2021  -  Molte le iniziative messe in campo dal Comune di Borgo Valbelluna in questo 2021 per tentare la ripresa...
Share