13.9 C
Belluno
lunedì, Marzo 1, 2021
Home Cronaca/Politica 350 mila euro per la Val Fiorentina

350 mila euro per la Val Fiorentina

L’assessore provinciale alla viabilità Quinto Piol ha incontrato il sindaco di Selva di Cadore Ivano Dall’Acqua e l’ingegner D’Agostini di Veneto Strade per definire l’allargamento dell’ultimo tratto della strada provinciale 20 della Val Fiorentina nel territorio di Selva di Cadore. L’intervento, del costo di 350 mila euro, verrà finanziato dalla Provincia con i fondi ottenuti dalla Regione Veneto.
«Con questo intervento – spiega Quinto Piol – abbiamo mantenuto gli impegni assunti nel 2006 con gli amministratori di Selva di Cadore, che conferma l’attenzione dell’amministrazione provinciale nei confronti anche delle zone meno popolate ma di vitale importanza per lo sviluppo e la vita della montagna». Il progetto prevede, nei pressi del centro abitato, l’allargamento della sede stradale a monte in un tratto particolarmente pericoloso e la predisposizione per l’eventuale realizzazione del marciapiede da parte del Comune di Selva. L’intervento fa seguito ad uno studio di fattibilità realizzato in accordo tra Provincia e Comune di Selva e che sarà definitivamente progettato e realizzato  da Veneto Strade, azienda alla quale la Provincia nel 2008 ha affidato la gestione di tutta la propria rete stradale.

Share
- Advertisment -

Popolari

Intervista a Davide Mazzon. Gli anestesisti rianimatori in prima linea nel contrasto alla pandemia

A un anno dalla diffusione della pandemia Covid-19 che ci affligge, abbiamo interpellato il dottor Davide Mazzon, da quasi 20 anni direttore del Reparto...

Conclusa l’Italia Polo Challenge Cortina 2021

Cortina d'Ampezzo, 28 febbraio 2021  -  Giocatori e cavalli protagonisti di Italia Polo Challenge Cortina 2021 lasciano la vallata ampezzana con la soddisfazione di aver...

Due interventi del Soccorso alpino

Belluno, 28 - 02 - 21   Attorno alle 12.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto nel comune di Tambre, per uno...

Grubissa (Federfarma) chiede un confronto al nuovo direttore generale della Ulss Dolomiti Maria Grazia Carraro

La distribuzione dei farmaci sul territorio, la collaborazione in occasione di campagne di prevenzione, le difficoltà di gestione della ricetta dematerializzata e l'erogazione dei...
Share