13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 17, 2021
Home Prima Pagina Oscar De Bona: "L'Unesco pone vincoli al nostro territorio!"

Oscar De Bona: “L’Unesco pone vincoli al nostro territorio!”

«Spiace leggere oggi sulla stampa le affermazioni, che oso definire “leggere”, pronunciate dal presidente della Provincia, Sergio Reolon, sulla questione “Dolomiti patrimonio dell’umanità” – scrive Oscar De Bona assessore della Regione Veneto –  Egli mi tira in ballo, tacciandomi addirittura da mistificatore con l’intento meschino di sconfessarmi, quando sostengo con dati alla mano che l’Unesco pone dei vincoli. Non voglio entrare in un dibattito che rischierebbe di diventare un botta e risposta a due. Dico solo a Sergio Reolon di andare a leggersi le dichiarazioni rilasciate dal presidente della Commissione preposta, Giovanni Pugliesi, quando parla, tra l’altro, di “aree cuore” e di “aree tampone”. Che ripeto: pongono vincoli per il nostro territorio».

Share
- Advertisment -

Popolari

Nevicate eccezionali. Vitturi (Lav): “Si sospenda immediatamente la caccia”

“Chiediamo al presidente Zaia un rapido intervento per mettere in sicurezza gli animali sospendendo immediatamente la caccia nelle province interessate dall’emergenza ambientale – dichiara...

Feltre, cestini e cassonetti rifiuti. Forlin: “Insufficienti nel numero e per celerità di svuotamento”

"E’ datata 02/04/2018 l'interpellanza presentata dalla sottoscritta alla attuale amministrazione con la richiesta di implementazione dei cestini presenti in città di Feltre, sia per...

Accordo Enel-Provincia. Vivaio: “Dieci anni di incontri e manifestazioni stanno iniziando a dare qualche risultato”

Dopo anni di battaglie sembra si stia prendendo la direzione giusta. L'accordo Enel-Provincia si sta indirizzando nel verso giusto, con un piano di manutenzione...

Variante inglese. The Washington Post lancia l’allarme: i governi potrebbero essere ciechi di fronte alle mutazioni

L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise ha segnalato un cluster della variante del coronavirus nel Regno Unito. Ma non è stato sufficiente per...
Share