13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 14, 2021
Home Riflettore Il Pd interroga se stesso

Il Pd interroga se stesso

Felice Casson, l’ex magistrato che indagò su Gladio, la struttura segreta agganciata alla Nato, sui veleni del petrolchimico di Marghera e sul traffico d’armi internazionale nella Prima guerra del Golfo, non ci sta con la nomenclatura del Pd e dice: «Qui non c’è più nessuno dei vertici, da Veltroni a Franceschini a D’Alema, che si possa candidare»! E’ successo ieri sera (venerdì 20) alla Sala Muccin nel corso dell’incontro pubblico dal titolo “Giustizia  e sicurezza” introdotto dal coordinatore comunale del Pd Michele Dal Farra e moderato dalla presidente della Commissione giustizia del Pd Claudia Alpagotti. La sicurezza, che era l’obiettivo primario della politica del centrodestra, in realtà si è rivelata un’operazione pubblicitaria, ha osservato l’ex magistrato. Infatti non è stato fatto nulla di concreto dal governo. Anzi il Dpef dello scorso anno, quindi prima della crisi economica, aveva previsto un taglio del 40% sui fondi destinati alle Forze di polizia. Circostanza che non è sfuggita ai sindacati di categoria, notoriamente di centrodestra, che hanno gridato al tradimento. Un breve accenno, Casson lo fa al “caso Eluana Englaro” per sottolineare che l’emanando disegno di legge del centrodestra vuole intervenire sul principio costituzionale dell’autodeterminazione, che è inderogabile. Per lasciare la decisione finale al medico, anziché all’interessato.

Share
- Advertisment -

Popolari

Belluno. Mappa delle asfaltature dal 19 maggio al 30 luglio

Per consentire i lavori di fresatura e asfaltatura per il ripristino del manto stradale in alcune vie, nel periodo dal 19 maggio al 30...

104mo Giro d’Italia. Il 19 maggio la diretta della presentazione della tappa dolomitica del 24 maggio

Il 19 maggio alle ore 11 avrà luogo nella Sala Consiliare del Comune di Cortina, in Corso Italia n. 33 la presentazione della tappa...

Divide et impera. Terna ci riprova trattando separatamente con i singoli Comuni

Terna pare aver fatto sua la strategia di Giulio Cesare, "Divide et impera" e riprende la trattativa separata con i singoli Comuni. Alcuni dei...

Sfregiati gli affreschi del rustico di Villa Patt a Sedico. Cibien: “Sporgeremo denuncia”

Brutta sorpresa per i tecnici della Provincia di Belluno. Nei giorni scorsi un sopralluogo a Villa Patt (a Sedico) ha fatto scoprire una serie...
Share