13.9 C
Belluno
sabato, Agosto 8, 2020
Home Sanità Sandro Zambito Marsala responsabile Malattie cerebrovascolari a Belluno. A Feltre: Andrea Buda...

Sandro Zambito Marsala responsabile Malattie cerebrovascolari a Belluno. A Feltre: Andrea Buda primario della Gastroenterologia, Piero Nicolao responsabile Neurofisiologia e Roberta Padoan per l’Unità Decadimento cognitivo. Avvisi per 4 primariati

A seguito di avviso interno è stato conferito oggi al dr. Sandro Zambito Marsala, dirigente medico presso l’ U.O.C. di Neurologia dell’ospedale di Belluno, l’incarico dirigenziale di responsabile dell’U.O.S. Malattie cerebrovascolari e Stroke Unit, afferente all’Unità di Neurologia dell’Ospedale di Belluno.
Il dott. Zambito è risultato in possesso dei requisiti richiesti e previsti nell’avviso dell’ 8.6.2020, tra i quali esperienza e autonomia nella gestione diagnostica e terapeutica dei pazienti con ictus cerebrale ischemico o emorragico, autonomia nell’esecuzione e refertazione di Eco-Color Doppler dei vasi cerebro-afferenti e transcranici e partecipazione alla stesura di Protocolli per la gestione dell’ictus cerebrale in fase acuta e per l’attivazione implementazione delle reti per l’ictus.

Andrea Buda è stato nominato direttore della UOC Gastroenterologia di Feltre in seguito alla procedura concorsuale avviata dopo la prematura scomparsa del dottor Michele De Boni.
Nato a Grado nel 1966, Andrea Buda si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Trieste nel 1993 e si è specializzato all’Università di Padova in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva nel 1999. Ha poi conseguito il dottorato sempre all’università di Padova nel 2003 in “Medicina ambientale, nutrizione ed inquinamento”. Ha ottenuto l’abilitazione scientifica nazionale a professore universitario di seconda fascia nel 2017.
Il dottor Buda ha iniziato la sua carriera all’Azienda Ospedaliera di Padova dopo due anni di esperienza all’università di Bristol dal 2000 al 2003. Inoltre, dal 2011 al 2012 ha avuto un incarico di posizione accademica in gastroenterologia sempre in questa prestigiosa università inglese.
Si è occupato di attività endoscopica diagnostica e terapeutica delle alte e basse vie digestive, con una casistica di più di 1000 esami all’anno, e di endoscopia capsulare e biliopancreatica. Ha collaborato alla progettazione e allo sviluppo del modello One Day Care, finanziato da Cariverona, per la presa in carico multidisciplinare per la patologia neoplastica, preneoplastica ed infiammatoria cronica del tratto gastrointestinale.
Ha curato numerosi progetti di ricerca in ambito clinico e in laboratorio, in collaborazione con università italiane ed estere. Il più recente è quello condotto all’ospedale di Feltre, in collaborazione con l’università di Padova, finalizzato all’identificazione di nuovi marcatori molecolari per la differenziazione fenotipica delle malattie croniche dell’intestino mediante l’utilizzo di nano particelle.
Dal 2017 ha l’incarico di responsabilità della struttura semplice di Malattie Croniche infiammatorie e neoplasie intestinali. Ha contribuito l’attivazione dell’ambulatorio infusionale e allo sviluppo del percorso informatizzato per personalizzare, tracciare e rendere sicura la terapia infusiva con farmaci biotecnologici in collaborazione con la farmacia.
Ha al suo attivo un’importante attività di docenza all’università di Padova e di ricerca, testimoniata dagli oltre 70 pubblicazioni su riviste internazionali.
Inoltre, ha ottenuto negli anni diversi premi e riconoscimenti dalla comunità scientifica
«Auguro un buon lavoro al dottor Andrea Buda come direttore della gastroenterologia di Feltre, professionista di alto livello che ha completato la sua formazione nella nostra Ulss dopo importanti esperienze nelle università di Padova e Bristol», sottolinea il Direttore Generale Adriano Rasi Caldogno «Con il dottor Buda la Gastroenterologia di Feltre continuerà ad essere un’eccellenza riconosciuta come riferimento regionale nell’ambito del Centro “ Michele De Boni”, proseguendo la strada delle cure personalizzate e multidisciplinari e della ricerca seguendo il monito “non c’è buona assistenza se non si fa buona ricerca” cha ha lascito in eredità il dottor De Boni. Colgo l’occasione per ringraziare la dottoressa Manuela De Bona che ha traghettato il reparto in questi mesi, con grande equilibrio e responsabilità».

Le unità operative semplici dipartimentali di “Neurofisiologia” e di “Decadimento Cognitivo”, entrambe inserite nel dipartimento di area medica dell’ospedale di Feltre diretto da Livio Simioni, sono state affidate rispettivamente ai neurologi Piero Nicolao e Roberta Padoan. La Regione del Veneto ha riconosciuto, nell’ambito delle ultime schede di dotazione ospedaliera, il valore dell’attività svolta in questi ambiti attribuendo le due unità operative dipartimentali. La Direzione Generale, dopo le procedure previste, ha nominato oggi i responsabili.

Per l’unità dipartimentale di Neurofisiologia è stato nominato Piero Nicolao.
Il dottor Nicolao, nato nel 1970 a Feltre, si è laureato e specializzato a Padova, dopo la frequenza per un anno al Karolinska Hospital di Stoccolma.
Tra il 2000 e il 2001 è stato ricercatore a contratto dell’Università di Padova. Successivamente è stato assunto come dirigente medico presso la Clinica Neurologica II dell’Università di Padova, ove ha esercitato prevalentemente nel servizio di Neurofisiologia (del quale è stato responsabile dal 2006 al 2008).
Nel 2008 Piero Nicolao ha preso servizio all’U.O.C. di Neurologia dell’Ospedale di Feltre, della quale è stato Direttore f.f. dal dicembre 2017 al maggio 2019, e dove ha proseguito il suo impegno nel servizio di Neurofisologia che attualmente vede in servizio tre tecnici ed ove vengono annualmente eseguiti circa 3.500 esami tra elettromiografie, potenziali evocati, elettroencefalografie ed ecodoppler TSA.
Il dottor Nicolao si occupa, inoltre, da molti anni del trattamento con tossina botulinica dei pazienti affetti da distonie e spasticità.
Ha presentato diverse relazioni su argomenti di Neurofisiologia a congressi nazionali ed internazionali quali: Meeting of the European Neurological Society, International Congress on Neuromuscular Diseases, Congresso SIN, ha tenuto diverse relazioni al personale medico ed infermieristico su argomenti di neurofisiologia, ed è co-autore di diverse pubblicazioni inerenti argomenti di Neurofisiologia su riviste scientifiche internazionali.

Per l’unità dipartimentale di Decadimento Cognitivo è stata nominata Roberta Padoan
La dottoressa Roberta Padoan, nata il 16.05.1974, si è laureata e specializzata all’Università degli Studi di Padova. Presta servizio dal 2008 presso la Neurologia di Feltre. Da sempre attenta alle patologie neurodegenerative, è stata tra le promotrici dell’attivazione del centro per i disturbi cognitivi e le demenze (CDCD), come da normativa regionale, in collaborazione con il Distretto e la Geriatria. Tale centro è operativo a Feltre dal 2015 e rappresenta un sistema integrato in grado di garantire la diagnosi, la terapia, la presa in carico, la continuità assistenziale con un corretto approccio alla persona ed alla sua famiglia nelle diverse fasi della malattia e nei diversi contesti di cure e di vita. Nell’ambito del CDCD la dott.ssa Padoan rappresenta il neurologo di riferimento. Attualmente sono seguiti dal CDCD circa 500 pazienti. Tali pazienti vengono inizialmente presi in carico dal neurologo e quindi all’aggravarsi della malattia, vengono seguiti dai medici geriatri e dal territorio nel pieno concetto di integrazione e multidisciplinarietà, tali da garantire una presa in carico costante e qualificata del malato e del nucleo familiare.
Dal 2015 viene svolto un corso di formazione/informazione rivolto ai caregivers dei pazienti affetti da demenza . Tali incontri si svolgono annualmente e sono distribuiti su tutto il territorio del Distretto di Feltre; nel 2019 si è svolta la V edizione. Inoltre, viene annualmente organizzata la “settimana della demenza” per sensibilizzare e informare la cittadinanza con diverse attività sul declino cognitivo

E’ stato indetto con deliberazione odierna un avviso pubblico di selezione per il conferimento dell’incarico di direzione della struttura complessa U.O.C. di Neuropsichiatria Infantile, a valenza aziendale, prevista dalla programmazione regionale e di nuova istituzione.
Inoltre, sempre con provvedimenti adottati oggi, l’Azienda ha indetto altri 3 avvisi pubblici di selezione per il conferimento degli incarichi apicali di direzione della struttura complessa U.O.C. di Oculistica dell’ospedale di Belluno (disciplina oftalmologia), di Medicina Trasfusionale e di Medicina Nucleare. Questi ultimi provvedimenti si sono resi necessari per la recente quiescenza del dott. Francesco Sperti, Direttore dell’Unità Operativa di Oculistica e del dott. Stefano Capelli. Il prossimo 9 novembre, inoltre, si renderà disponibile anche l’incarico apicale dell’Unità Operativa di Medicina Nucleare, per il pensionamento del dott. Felice Martinelli.
Da domani gli avvisi verranno pubblicati sul sito dell’ULSS 1 www.aulss1.veneto.it e agli stessi verrà data ampia pubblicità a termini di legge.
“Si tratta di 4 primariati importanti – afferma il Direttore Generale – per l’espletamento delle cui procedure selettive gli uffici aziendali preposti daranno massima priorità. Ai direttori cessati e uscenti va il ringraziamento e l’apprezzamento della Direzione per l’attività svolta”.

Share
- Advertisment -



Popolari

Crac banche venete. Trasparenza della Regione: pubblicati nel Bollettino regionale gli atti esecutivi con le pagine bianche. I truffati impossibilitati a scegliere il loro...

La Regione del Veneto, sovente, è indicata dai reggenti pro-tempore come esempio di buona amministrazione, i media - specie quelli regionali - raccolgono il...

Fondo Comuni confinanti: presentata ai sindaci la nuova intesa

Il Comitato paritetico per la gestione dell'Intesa sui fondi di confine ha incontrato ieri a Belluno una trentina di sindaci dei Comuni di prima...

Sono 197 i verificati alla 46ma Alpe del Nevegal 2020

La 46ma Alpe del Nevegal è entrata nel vivo con il completamento, “sul campo”, delle verifiche dei 203 piloti iscritti alla gara inaugurale della...

Nevegal, ecco cosa dice amministrazione e maggioranza

L'amministrazione comunale e la maggioranza consiliare di Palazzo Rosso non ci stanno e rigettano le accuse sulla questione Nevegal, mancata apertura della seggiovia e...
Share