13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 8, 2020
Home Cronaca/Politica Appena uscito dal carcere ruba un'auto e due bici. Arrestato dalla Volante...

Appena uscito dal carcere ruba un’auto e due bici. Arrestato dalla Volante e incarcerato in un’ora

E’ durata poco la libertà a B.A.S. tunisino 50enne con precedenti penali, che appena scarcerato dalla Casa circondariale di Baldenich ha ripreso immediatamente il “lavoro” impossessandosi di un’auto e due bici elettriche di valore. Intercettato dalla Volante è stato arrestato e poi incarcerato su disposizione del Gip.

I fatti

Nel primo pomeriggio del 19 marzo, una coppia residente a Belluno in via Maier, nel quartiere di Baldenich, rientrando in casa notano il portone del garage aperto. Qualcuno si era introdotto ed aveva rubato l’auto, una Fiat Panda e le due biciclette elettriche. La signora telefona immediatamente al 113 fornendo il numero di targa del veicolo e alle ore 15.50 marito e moglie si presentano in Questura a sporgere formale denuncia di furto. Nel frattempo era già scattata la procedura per rintracciare l’auto. Dalla sala operativa era già stato inserito il numero di targa nel sistema di videosorveglianza della città. Alle ore 17.04 il sistema di video sorveglianza cattura l’immagine della Fiat Panda in transito in via Vittorio Veneto all’altezza dell’incrocio di via Mondin. Le pattuglie della Squadra volante della polizia intercettano e fermano l’auto in fuga all’altezza della rotatoria di Nogarè. Al volante c’è B.A.S. 50enne cittadino tunisino con una lunga serie di precedenti penali, richiedente asilo, proveniente dalla provincia di Padova che era stato scarcerato cinque giorni prima dalla Casa circondariale di Belluno. All’interno dell’auto viene rinvenuto un computer palmare rubato ad un corriere sempre nella zona di Baldenich, oltre alle due bici elettriche della coppia.

In considerazione degli elementi di prova acquisiti, l’uomo è stato quindi tratto in arresto (ex art.624 bis C.P.) e messo a disposizione del Pm Roberta Gallego. In sede di udienza di convalida dell’arresto, il Gip ha applicato la misura cautelare della custodia in carcere. Pertanto B.A.S. è ritornato in cella nella Casa circondariale di Baldenich da dove era uscito 5 giorni prima.

Nella foto: il dirigente dell’Ufficio UPG e SP della Questura, commissario Farris e il v.ispettore Ceolin coordinatore Volanti

Share
- Advertisment -



Popolari

Bitfinex: svelato il mistero dietro il lancio di LEO

La rimonta di Bitfinex presso il pubblico cinese negli ultimi anni ha sorpreso non pochi degli investitori interessati alle criptovalute. L’exchange, infatti, non se...

Interventi in montagna. In Nevegal muore 77enne sul sentiero

Belluno, 07 - 07 - 20   Attorno alle 14.30 la Centrale del 118 è stata allertata da una persona imbattutasi in un uomo a...

Acc Wanbao. Incontro in Regione con istituti di credito. Donazzan: “La Regione lavora per fare sistema sul piano industriale di rilancio

Venezia, 7 luglio 2020  Oggi, alla presenza dell’assessore regionale Elena Donazzan, assistita dall’Unità di crisi aziendali e da Veneto Sviluppo, si è svolto l’incontro tra...

Belluno e Senigallia. Accordo di collaborazione per la reciproca promozione turistica

Matrimonio tra le Dolomiti e l'Adriatico. Nasce sotto il segno della reciproca promozione turistica la collaborazione tra il Comune di Belluno e quello di...
Share