13.9 C
Belluno
venerdì, Giugno 5, 2020
Home Cronaca/Politica Wanbao, è Maurizio Castro il nuovo commissario. D'Incà: "Migliore scelta per il...

Wanbao, è Maurizio Castro il nuovo commissario. D’Incà: “Migliore scelta per il rilancio dell’azienda”

“L’indicazione di Maurizio Castro come commissario straordinario dell’Acc Wanbao di Mel è un’ottima notizia per i dipendenti dello stabilimento, per il futuro dell’azienda e per l’intero territorio di Borgo Valbelluna. Adesso sarà necessario individuare un nuovo piano di rilancio e sono sicuro che le competenze e l’esperienza di Castro, a cui faccio i miei auguri, riusciranno a dare la giusta continuità ad un’azienda strategica per il settore del freddo”.

Federico D’Incà, ministro

Lo afferma Federico D’Incà, Ministro per i Rapporti con il Parlamento, in seguito alla nomina da parte del Mise di Maurizio Castro come commissario straordinario di Acc Wanbao.

“In questi mesi – prosegue D’Incà – ho seguito con attenzione l’evolversi di questa vicenda, nei passaggi che hanno portato all’ammissione da parte del Tribunale di Venezia all’amministrazione straordinaria, alla nomina del nuovo commissario straordinario. Ho sempre creduto nelle potenzialità dello stabilimento di Borgo Valbelluna e nell’alta qualità del lavoro svolto grazie alla preparazione dei 290 dipendenti dell’azienda. Dallo scorso mese di settembre mi sono impegnato, grazie anche a un’attività di sinergia istituzionale, per trovare una soluzione a questa vicenda: dai tavoli al Ministero dello Sviluppo Economico con l’azienda e i sindacati, a quello con l’Ambasciatore Cinese in Italia a cui avevo espresso la forte sensibilità del nostro Governo sulla situazione dello stabilimento, con un’attenzione da parte del presidente del Consiglio Conte e del Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli”.

“Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato incessantemente per garantire un futuro all’Acc, in particolare il ministro Patuanelli e la commissaria giudiziale De Pasquale. Continuo a rinnovare la mia vicinanza ai dipendenti dell’azienda di Mel: conosco personalmente molti di loro e soprattutto conosco i loro sacrifici fatti sia in passato sia negli ultimi mesi. C’è ancora bisogno di rimanere uniti nell’interesse di un sito fondamentale per il territorio e per l’intera industria frigorifera, con una sinergia tra istituzioni, sindacati e il nuovo commissario straordinario”.
Il ministro D’Incà osserva che “il bellunese e il Veneto devono ripartire con forza. Sto seguendo la situazione legata allo stabilimento dell’Ideal Standard e sono in contatto con l’azienda e i sindacati anche per questa vicenda”.

“Rispetto alle parole – conclude D’Incà – io sono abituato a rispondere con i fatti, come in questo caso: vorrei ricordare all’onorevole De Carlo che le problematiche si risolvono con il lavoro e con il dialogo, non con le polemiche sugli organi di stampa, soprattutto se non si partecipa mai ai tavoli istituzionali”.

Share
- Advertisment -

Popolari

L’Arma dei carabinieri festeggia il 206mo anniversario dalla fondazione

Ricorre oggi il 206° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, che quest’anno assume un significato ancora più profondo in quanto coincide con il centenario...

Tre posti di agente di polizia locale a Belluno. Domande entro il 6 luglio

Il Comune di Belluno ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di tre agenti di Polizia locale,...

Promozione turistica. Gestione IAT di piazza Duomo e Infopoint in Nevegal al Consorzio Dolomiti Prealpi

Sarà il Consorzio Dolomiti Prealpi a gestire le attività di informazione e promozione turistica attraverso l'ufficio di Piazza Duomo e l'Infopoint del Nevegal. Cinque le...

L’Ulss Dolomiti acquista 12 ecografi

L’Ulss Dolomiti ha deliberato l’acquisto di 12 ecografi per un valore totale di oltre 785.000 euro IVA compresa. L’Ulss Dolomiti ha aderito alla gara indetta...
Share