13.9 C
Belluno
venerdì, Giugno 5, 2020
Home Prima Pagina Sanificazione strade e marciapiedi. Al via i primi otto comuni

Sanificazione strade e marciapiedi. Al via i primi otto comuni

Belluno, 4 aprile 2020  –  È cominciata questa mattina la sanificazione delle strade del Bellunese, coordinata dalla Provincia di Belluno. Alle prime luci dell’alba i mezzi agricoli messi a disposizione dalle associazioni di categoria si sono mossi in otto Comuni, per disinfettare marciapiedi, tratti di viabilità comunale di afflusso e le grandi aree davanti a supermercati e attività di servizio (uffici postali, banche, negozi di alimentari). A supporto, anche le squadre di Protezione Civile, con uomini a piedi dotati di botte a tracolla, per la sanificazione “di fino” di alcune aree più piccole (piazzole ecologiche, sottoportici e altro).

«Abbiamo cominciato da alcune zone specifiche, come concordato con le Unioni Montane, vale dire Alano e Quero Vas nel Feltrino; Santa Giustina in Valbelluna; Longarone, Soverzene, Zoppè per l’area longaronese-zoldada; e Alpago e Chies per quanto riguarda la zona dell’Alpago – spiega il consigliere provinciale Massimo Bortoluzzi -. Al prossimo giro, con ogni probabilità nella giornata di lunedì, completeremo il Feltrino e la zona di Ponte nelle Alpi. Martedì abbiamo in programma di proseguire con l’Agordino, mentre già domani saranno attivi i volontari di Protezione Civile per Cibiana. Attendiamo le indicazioni delle Unioni Montane per programmare anche le altre aree della provincia, sempre d’intesa con Confagricoltura, Coldiretti e Cia, che ci mettono a disposizione una cinquantina di mezzi agricoli dotati di atomizzatori e irroratori, consentendo così un’operazione di pulizia senza dilavamento della sostanza chimica utilizzata (ipoclorito di sodio, in soluzione allo 0,1%) che tiene conto anche dell’ambiente».

La sanificazione in questa fase viene condotta solo nelle aree di maggior afflusso, nei centri di paese e non sulle strade di collegamento tra le frazioni di uno stesso Comune: con le restrizioni agli spostamenti, infatti, non avrebbe senso disinfettare segmenti di viabilità in cui i movimenti di persone sono rarissimi.
«Ringrazio tutti coloro che stanno collaborando in maniera attiva a queste operazioni di sanificazione, utili a contrastare il contagio del coronavirus – commenta il presidente della Provincia, Roberto Padrin -. Quando si mettono insieme tante persone che hanno un unico obiettivo, si riesce sempre a portare a casa qualcosa di positivo. Mi auguro che, passata l’emergenza, si riesca sempre a lavorare con questa unità di intenti, per il bene del nostro territorio».

Share
- Advertisment -

Popolari

L’Arma dei carabinieri festeggia il 206mo anniversario dalla fondazione

Ricorre oggi il 206° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, che quest’anno assume un significato ancora più profondo in quanto coincide con il centenario...

Tre posti di agente di polizia locale a Belluno. Domande entro il 6 luglio

Il Comune di Belluno ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di tre agenti di Polizia locale,...

Promozione turistica. Gestione IAT di piazza Duomo e Infopoint in Nevegal al Consorzio Dolomiti Prealpi

Sarà il Consorzio Dolomiti Prealpi a gestire le attività di informazione e promozione turistica attraverso l'ufficio di Piazza Duomo e l'Infopoint del Nevegal. Cinque le...

L’Ulss Dolomiti acquista 12 ecografi

L’Ulss Dolomiti ha deliberato l’acquisto di 12 ecografi per un valore totale di oltre 785.000 euro IVA compresa. L’Ulss Dolomiti ha aderito alla gara indetta...
Share