13.9 C
Belluno
martedì, Luglio 14, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Alessandro Rossi confermato alla vicepresidenza di Assitej Italia, Associazione nazionale del teatro...

Alessandro Rossi confermato alla vicepresidenza di Assitej Italia, Associazione nazionale del teatro per l’infanzia e la gioventù

Alessandro Rossi, attore e direttore artistico di RossoTeatro che cura da molti anni sul nostro territorio progetti di teatro legati all’infanzia e alla gioventù come il «Belluno Kids Festival» e i progetti a Ponte nelle Alpi con la Stagione di teatro per le famiglie «A Teatro con Mamma e Papà» e ad Auronzo con la stagione «Scuole a Teatro!», è stato confermato ieri 25 marzo 2020, vice presidente di Assitej Italia, Associazione nazionale del teatro per l’infanzia e la gioventù.
Alessandro era già stato eletto nel comitato esecutivo nel 2017 e ieri nell’Assemblea dei Soci dell’Associazione, che comprende 99 soci tra compagnie nazionali e professionisti che si occupano di teatro per le nuove generazioni, lo ha confermato di nuovo tra i 9 membri del Comitato esecutivo per il triennio 2020/2023.

«Si tratta di una grande soddisfazione – ha detto Rossi – dopo anni di impegno professionale nel settore del teatro ragazzi, che mi appassiona molto e in cui lavoro dal 2005, sia come attore che come regista e organizzatore/direttore artistico. Assitej è un circuito dinamico, attivo e molto aggiornato sulla nuove tendenze artistiche dedicate alle nuove generazioni e per me è un onore essere stato confermato vicepresidente di un’Associazione così importante e riconosciuta per la nostra cultura».

“Di sicuro – continua Rossi – questa emergenza sociale e culturale ci riconsegnerà un mondo che non conosciamo e il lavoro che Assitej Italia e dei suoi Soci, degli artisti e degli operatori culturali potrà fare sarà quello di ricostruire le comunità attraverso un delicato processo di riavvicinamento e cucitura del rapporto con il proprio pubblico, quello dei bambini. Sono proprio loro i dimenticati di questa emergenza, bambini che si troveranno a dover affrontare un trauma profondo costellato di buchi relazionali, psicologici e cognitivi. In questo la cultura delle relazioni, che solo il Teatro può costruire, potrà essere di grande aiuto e supporto.”

Share
- Advertisment -



Popolari

Valorizzazione delle falesie del Nevegal. Marco Bogo: «Collaborazione con associazioni e Cai per il recupero sportivo e ambientale»

Valorizzare le falesie già conosciute e recuperare ambientalmente e sportivamente quelle meno note, con la collaborazione delle associazioni e dei comuni del comprensorio del...

Perché nessuno ne parla? Interpellanza di Fabio Bristot ‘Rufus’ sulla nuova caserma dei Vigili del Fuoco

NEL 2009 (duemila-e-nove!!) VENGONO ASSEGNATI I LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO. NEL 2020… CON GIA’ QUALCHE SOTTOSERVIZIO NON...

Il Rifugio Averau certificato tra “I cieli più belli d’Italia”per l’Astroturismo. Il 20-21 luglio celebra “Lo Sbarco sulla Luna”

Nel cuore delle Dolomiti c’è un suggestivo rifugio di montagna in cui poter tornare ad ammirare il cielo stellato e la Via Lattea: il...

Recuperati due escursionisti sulla Ferrata degli alleghesi

Val di Zoldo (BL), 13 - 07 - 20    Attorno alle 18 è scattato l'allarme per una coppia di escursionisti che, ormai quasi...
Share