13.9 C
Belluno
lunedì, 30 Marzo, 2020
Home Pausa Caffè Università. Donazzan: "Didattica on-line, esami e lauree tematiche. Sistema veneto all'avanguardia"

Università. Donazzan: “Didattica on-line, esami e lauree tematiche. Sistema veneto all’avanguardia”

Elena Donazzan – Assessore regionale

Venezia, 25 marzo 2020  –  “Lezioni, esami, master, servizi online: il sistema universitario veneto non si è fermato nonostante le restrizioni imposte dal Coronavirus. Ringrazio con vivo apprezzamento i rettori, i docenti, il personale tecnico-amministrativo e gli studenti perché non si sono fatti trovare impreparati, né si sono persi d’animo di fronte ad una sfida oggettivamente nuova e massiva, che ha imposto dall’oggi al domani di cambiare le modalità didattiche, operative e di certificazione dell’intera attività universitaria”.

L’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Università, Elena Donazzan, dopo aver incontrato i rettori dei 4 atenei veneti (Michele Bugliesi di Cà Foscari, Alberto Ferlenga dell’università Iuav di Venezia, Rosario Rizzuto di Padova e Pier Francesco Nocini di Verona) sul proseguo dell’attività didattica per gli oltre 100 mila universitari iscritti, sottolinea impegni e risultati delle istituzioni  accademiche del Veneto e il sostanziale allineamento raggiunto dalle quattro realtà universitarie di Venezia, Padova e Verona, anche nelle loro sedi distaccate.

“In questo momento di grave difficoltà per tutto il Paese va reso merito all’intuizione e alle capacità tecniche del mondo universitario che già da anni, grazie alle competenze tecniche dei propri docenti, tecnici e dipartimenti, ha sperimentato teledidattica e corsi e-learning – aggiunge Donazzan – Ma vanno riconosciuti anche il grande sforzo dell’intera classe docente nel cimentarsi e familiarizzare con le nuove tecnologie  al fine di garantire la continuità didattica ai loro allievi e il senso di responsabilità degli studenti che hanno subito colto la nuova opportunità. I rettori mi hanno confermato che oltre il 90 per cento degli iscritti si collega e frequenta da remoto. Le piattaforme informatiche di gestione della didattica e degli esami online di Padova e Venezia sono state prese a modello anche da importanti università estere”.

“Può sembrare una frase fatta – conclude Donazzan –  ma credo davvero che, superata questa emergenza, nulla sarà come prima. Di certo nel mondo dell’università e della scuola che, forse prime tra tutte, hanno saputo affrontare la crisi come una opportunità”.

Secondo i numeri diffusi dalle università venete, Cà Foscari (che conta quasi 22 mila iscritti) ha garantito la quasi totalità degli insegnamenti (1297) in via telematica, con 36 mila ore di didattica online, la discussione a distanza di tutte ( 896) le lauree magistrali in calendario in questa sessione, nonchè la prosecuzione di 12 masters e relative lauree.

L’università Iuav di Venezia vivrà proprio in questi giorni la prima sessione di laurea telematica, che coinvolge 204 studenti. A partire dal 2 marzo ha già attivato 186 insegnamenti online utilizzando 3 diverse piattaforme e registrando 25 mila accessi la settimana. Sono stati avviati anche i primi esami online, sperimentati già da 52 studenti.

L’università di Padova, che conta circa 60 mila iscritti, registra 140 mila ore di lezioni fruite online ogni giorno. Dal 2 marzo l’ateneo patavino ha avviato in modalità telematica 2.786 insegnamenti, contando nelle giornate didattiche oltre 53.500 partecipanti ai quasi 2.300 meeting e 550 lezioni “live”. La piattaforma di accesso agli insegnamenti online, superate le difficoltà tecniche dei giorni iniziali, riesce attualmente garantire oltre 20 mila accessi in contemporanea.

Nell’ateneo di Verona gli insegnamenti ‘a distanza’ attivi ad ottobre erano 1042 su un totale di 2319 offerti, pari al 45%, e gli studenti che utilizzavano l’e-learning erano oltre il 70% degli iscritti. Le ore di lezione registrate sono state 2505 e quelle visualizzate sino a fine febbraio già 13.500. Percentuali e numeri che, a partire dal 2 marzo, sono ulteriormente lievitati, raggiungendo quasi l’intera platea degli iscritti e dei docenti.

Share
- Advertisment -

Popolari

Sostegno ai Comuni. De Carlo al governo: “Ci dia la possibilità di utilizzare meglio i fondi per il sostegno alle famiglie bisognose”

“Basta bugie e proclami dal governo! Il presidente Conte ieri in conferenza stampa ha annunciato un sostegno ai Comuni italiani pari a 4,3 miliardi...

Soldi ai Comuni dal governo. Massaro: serviranno esclusivamente alle persone in difficoltà a procurarsi il cibo

Il sindaco di Belluno Jacopo Massaro ha pubblicato sulla sua pagina Facebook il seguente messaggio alla popolazione. Ieri, sabato 28 marzo, il presidente Conte ha...

Sanificazione strade. Una cinquantina di mezzi delle associazioni agricole a disposizione della Provincia

Adesione piena delle associazioni agricole. La sanificazione di strade e marciapiedi del territorio provinciale può contare su una cinquantina di mezzi messi a disposizione...

Vento forte su coste e pianura veneta fino a martedì

Venezia, 29 marzo 2020  -  L’atteso peggioramento del tempo porterà sul Veneto anche situazioni di vento forte, per le quali il Centro Funzionale Decentrato della...
Share