13.9 C
Belluno
sabato, Giugno 6, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Coronavirus, nuove urgenti disposizioni. Massaro anticipa le ulteriori restrizioni anche dopo il...

Coronavirus, nuove urgenti disposizioni. Massaro anticipa le ulteriori restrizioni anche dopo il 2 marzo a impianti sciistici, manifestazioni, luoghi di culto, musei, teatri, bar, ristoranti

Belluno, domenica 01 marzo 2020 ore 20.00 – Ci sono alcune novità contenute nel  nuovo decreto del governo, adottato in accordo con i presidenti delle Regioni italiane.

A darne tempestiva notizia è il sindaco di Belluno Jacopo Massaro attraverso le pagine di Facebook.

Al di là delle limitazioni dei comuni più colpiti (Codogno, etc.), che sono pesantissime, ci sono nuove importanti e gravi misure anche per il Veneto, la Lombardia, l’Emilia Romagna, la provincia di Pesaro-Urbino e quella di Savona. Ecco le principali novità.

LE NUOVE MISURE DAL 2 MARZO IN AVANTI
a) Sospensione di tutti gli eventi delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina fino al 8 marzo nei luoghi pubblici e privati.
Sarà possibile solo effettuare questi eventi non che gli allenamenti all’interno di impianti sportivi purché utilizzati a porte chiuse. Inoltre, tutti i nostri cittadini non potranno andare in trasferta per partecipare a eventi e competizioni sportive nelle regioni che oggi non hanno particolari problemi.

b) Sono aperti gli impianti sciistici purché gli impianti di trasporto chiusi, come funicolari, funivie e cabinovie, assicurino la presenza di un massimo di persone pari ad un terzo della capienza normale.

c) Fino al giorno 8 marzo tutte le manifestazioni organizzate di carattere ordinario, non che gli eventi in luogo pubblico privato, compresi quelli di carattere culturale, L’unico pericolo sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, come per esempio grandi eventi, cinema, tiati, discoteche, cerimonie religiose sono sospesi.

d) L’apertura dei luoghi di culto è possibile soltanto se vengono adottate misure organizzative per evitare assembramenti di persone e, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, che siano tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro

e) Fino al 8 marzo, sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia e le scuole di ogni ordine e grado comprese università, istituzioni di alta formazione, Master, corsi professionali, etc

f) I luoghi della cultura, come musei e Teatri, possono essere aperti a condizione che assicurino modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e caratteristiche dei locali aperti al pubblico e tale che i visitatori possono rispettare la distanza tra loro di almeno un metro

g) sono sospesi concorsi pubblici e privati salvo che non venga basata esclusivamente sui curricula oppure venga effettuata in via telematica punto sono esclusi concorsi per il personale sanitario

h) Le attività di ristorazione, bar e pub possono restare aperti a condizione che il servizio sia effettuato solo nei posti a sedere e che, tenendo conto delle dimensioni delle caratteristiche dei locali, Gli avventori siano nelle condizioni di poter rispettare la distanza tra loro di almeno un metro

i) Le altre attività commerciali, diverse da quelle della lettera precedente, possono restare aperte a condizione che adottino misure organizzative che consentano un accesso ai luoghi con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra visitatori

l) Negli ospedali nelle case di riposo e nelle residenze sanitarie assistenziali per non autosufficienti ci saranno forti limitazioni all’accesso dei visitatori

m) Nello svolgimento di incontri e riunioni, andranno privilegiate modalità di collegamento da remoto con particolare riferimento a strutture sanitarie socio-sanitarie servizi di pubblica utilità e coordinamento attivati nell’ambito dell’emergenza

n) Tutte le gite scolastiche sono sospese fino al 15 marzo

o) Gli studenti che siano stati assenti per malattie superiore a 5 giorni fino al 15 marzo dovranno presentare il certificato medico

Inoltre sono presenti una moltitudine di obblighi ed indicazioni per i Sindaci, i Dirigenti scolastici, il personale sanitario, etc.

COSA FACCIAMO:
Le nuove norme sono di difficilissima applicazione. Domattina avrò un COSP (Comitato ordine e sicurezza pubblica col Prefetto, il questore, il presidente della provincia e tutte le forze dell’ordine), poi cercherò di incontrare le categorie economiche, quindi incontrerò gli altri Sindaci della Provincia per decidere come organizzarci e come operare.

TRE APPELLI
Mi permetto di rivolgere tre appelli:
– a tutte le famiglie, affinché stringano i denti. So bene quante difficoltà organizzative si attraversino quando le scuole sono chiuse. Ma non possiamo fare diversamente ed è bene che andiamo avanti così;
– a tutti i datori di lavoro, affinché siano collaborativi e comprensivi nei confronti dei propri lavoratori che in questo periodo avranno difficoltà di gestione familiare non certo a loro ascrivibili.
– ai commercianti, agli esercenti, agli imprenditori: cercheremo di aiutarvi, cercheremo di adottare insieme delle soluzioni. Non abbattetevi, cerchiamo di fronteggiare l’emergenza sanitaria e quella economica tutti insieme.

RACCOMANDAZIONI
Vi ricordo di:
– attenervi scrupolosamente alle misure igienico-sanitarie che ci sono state consigliate (le ritrovate qui sotto);
– distinguere sempre tra le informazioni ufficiali (da attingere sempre ed esclusivamente presso fonti ufficiali) e informazioni non ufficiali.

COSA FA IL COMUNE DI BELLUNO
– abbiamo avviato la distribuzione di 60 dispenser per la disinfezione delle mani;
– abbiamo avviato disinfezioni straordinarie per giochi dei parchi, cassonetti, parcometri, scala mobile, etc;
– abbiamo aperto il COC (Centro Operativo Comunale) per gestire insieme ai volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile e del Gruppo di PRotezioen Civile dell’ANA non solo questa emergenza, ma anche l’emergenza meteo (abbiamo un’allerta gialla per rete idrica principale, arancione per rete secondaria e arancione per smottamenti e frane da lunedì a martedì).

AGGIORNAMENTI
ce ne saranno se necessari e opportuni. per il resto, attenentevi a quanto indicato per favore.

qui di seguito i “soliti” consigli, sempre utili.

COSA FARE:
Oggi sono un grande rischio la DISINFORMAZIONE e i comportamenti STUPIDI o superficiali: se siete spaventati o avete a cuore la vostra salute, allora:

1) tenetevi informati ESCLUSIVAMENTE attraverso i canali ufficiali (Ministero della Salute, Regione Veneto, Comune di Belluno, questa pagina, etc.).

2) non alimentate panico o confusione, ma fate quello che vi viene richiesto o consigliato. In particolare, non condividete informazioni che non arrivano dai canali ufficiali e evitate di diffondere le vostre interpretazioni o opinioni, che talora potrebbero erroneamente essere scambiate per informazioni ufficiali creando confusione.

3) attenetevi scrupolosamente ai consigli contenuti:
– in questo opuscolo del Ministero della salute: http://bit.ly/2T61g6b
– al video della Regione Veneto: http://bit.ly/2T9OnZ1

4) adottate comportamenti di buon senso:
– copritevi la bocca e il naso se starnutite o tossite (meglio se vi coprite con l’incavo del gomito);
– lavatevi spesso e bene le mani;
– non sputate per terra (tra l’altro, che schifo!!);
– non lasciate in giro i vostri fazzoletti, ma buttateli correttamente nella spazzatura.
– non recatevi in ospedale per trovare amici e parenti se non strettamente necessario, ed evitate il Pronto Soccorso per sintomi non gravi e gestibili diversamente;
– se avete sintomi di malattia respiratoria restate a casa e contattate il vostro Medico, che valuterà il da farsi;
– evitate di stare a contatto con sintomi respiratori acuti;
– non prendete MAI antivirali ed antibiotici a meno che non ve lo prescriva il medico (rischiate di fare peggio!);
– pulite le superfici con prodotti a base di alcol o cloro;
Insomma, fate le normali cose di buon senso e che andrebbero fatte in un paese civile.

5) se siete stati in Cina o a contatto con qualcuno contagiato e avete sintomi respiratori o febbre, contattate telefonicamente il numero verde del Ministero della Salute: 1500. Anche la Regione Veneto ha attivato un numero verde per assistere e informare i cittadini: 800 – 462340

RICORDIAMOCI CHE:
a) i prodotti “Made in China” e i pacchi ricevuti dalla Cina NON sono pericolosi;
b) gli animali da compagnia NON diffondono il coronavirus;
c) le mascherine “chirurgiche” (quelle con la velina che si mette davanti alla bocca e al naso che si vede in ospedale o dal dentista) servono a chi è già contagiato per non contagiare gli altri, ma NON proteggono le persone sane dalla infezione! Per evitarla, occorrono maschere diverse e più specifiche (quelle con le bocchette a lato) che gli operatori sanitari usano in determinate situazioni. Dunque, seguiamo anche qui le indicazioni del Ministero, che è meglio.

QUALCHE CONSIDERAZIONE:
Vedo tanta paura per questa influenza “cinese”. Facciamo bene ad adottare attenzione e precauzioni, ma dovremmo ricordarci che ogni anno muoiono migliaia di persone (soprattutto anziani, persone in precario stato di salute, etc.), anche in Italia, per la normale influenza stagionale.
Dovremmo preoccuparci anche di quella, per esempio vaccinandoci (io l’ho fatto).
Ah, e magari, già che ci siamo, se ci teniamo alla salute smettiamo anche di fumare (non c’entra molto col coronavirus, ma miglioreremmo molto il nostro stato di salute).

Share
- Advertisment -

Popolari

L’Arma dei carabinieri festeggia il 206mo anniversario dalla fondazione

Ricorre oggi il 206° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, che quest’anno assume un significato ancora più profondo in quanto coincide con il centenario...

Tre posti di agente di polizia locale a Belluno. Domande entro il 6 luglio

Il Comune di Belluno ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di tre agenti di Polizia locale,...

Promozione turistica. Gestione IAT di piazza Duomo e Infopoint in Nevegal al Consorzio Dolomiti Prealpi

Sarà il Consorzio Dolomiti Prealpi a gestire le attività di informazione e promozione turistica attraverso l'ufficio di Piazza Duomo e l'Infopoint del Nevegal. Cinque le...

L’Ulss Dolomiti acquista 12 ecografi

L’Ulss Dolomiti ha deliberato l’acquisto di 12 ecografi per un valore totale di oltre 785.000 euro IVA compresa. L’Ulss Dolomiti ha aderito alla gara indetta...
Share