13.9 C
Belluno
domenica, 29 Marzo, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Rumori serali all'esterno del Teatro Comunale: spostato il “punto di raccolta” del...

Rumori serali all’esterno del Teatro Comunale: spostato il “punto di raccolta” del trasporto notturno

Incontro positivo tra il sindaco di Belluno Jacopo Massaro e Stefano De Poloni, amministratore unico di Easy Project srl, la società di NCC – Noleggio Con Conducente che svolge anche servizio serale. Al centro della discussione, le problematiche relativa al disturbo che gruppi di ragazzi possono arrecare alla sera, stazionando davanti all’entrata del Teatro Comunale nelle serate in cui vengono ospitati degli spettacoli. Qualche settimana fa, il servizio era stato oggetto di polemiche da parte di alcuni operatori del teatro proprio per i rumori che si sentirebbero provenire dall’esterno e che disturberebbero le rappresentazioni.

«Sappiamo che il portico del Teatro è un luogo comodo di ritrovo per i giovani, anche perché riparato dalla pioggia e dal vento. – ha spiegato De Poloni – Abbiamo quindi cercato una soluzione condivisa con il Comune che consentisse di ridurre il numero di persone in quel punto e di continuare a garantire in maniera efficiente il servizio».
La soluzione trovata, che verrà sperimentata già a partire dai prossimi weekend, prevede di individuare il “punto di raccolta” in Piazza dei Martiri, all’altezza della traversa pedonale centrale: «Abbiamo già effettuato un primo test non ufficiale, lo scorso weekend, e abbiamo ottenuto ottimi risultati. Proseguendo in questo modo, possiamo continuare a garantire la sicurezza dei ragazzi mantenendo adeguate possibilità di manovra per i nostri mezzi. – sottolinea De Poloni – Svolgiamo un servizio importante per la città e per le realtà limitrofe, un servizio di trasporto pubblico non di linea, e dobbiamo rispettare precise leggi e regolamenti».

Soddisfatto per il risultato raggiunto anche il Sindaco di Belluno: «Le norme che regolano questo tipo di trasporto non ci hanno consentito l’individuazione di una soluzione immediata, ma finalmente siamo arrivati a un accordo condiviso. Partiremo da subito con questa sperimentazione che, se riscuoterà successo sia tra chi usufruisce del servizio che tra chi lo eroga, proseguirà nel tempo. Il nostro obbiettivo è quello di tutelare i nostri luoghi della cultura e chi li frequenta, mantenendo allo stesso tempo un servizio molto apprezzato soprattutto dai più giovani, e che consente di limitare il numero di ragazzi alla guida nelle serate festive, ricoprendo così anche un ruolo sociale e di sicurezza».

Share
- Advertisment -

Popolari

Soldi ai Comuni dal governo. Massaro: serviranno esclusivamente alle persone in difficoltà a procurarsi il cibo

Il sindaco di Belluno Jacopo Massaro ha pubblicato sulla sua pagina Facebook il seguente messaggio alla popolazione. Ieri, sabato 28 marzo, il presidente Conte ha...

Sanificazione strade. Una cinquantina di mezzi delle associazioni agricole a disposizione della Provincia

Adesione piena delle associazioni agricole. La sanificazione di strade e marciapiedi del territorio provinciale può contare su una cinquantina di mezzi messi a disposizione...

Vento forte su coste e pianura veneta fino a martedì

Venezia, 29 marzo 2020  -  L’atteso peggioramento del tempo porterà sul Veneto anche situazioni di vento forte, per le quali il Centro Funzionale Decentrato della...

Martedì bandiere a mezz’asta. Oscar De Bona: “In Lombardia sono presenti molti bellunesi emigrati dopo gli anni ’50”

L'Associazione Bellunesi nel Mondo risponde all''invito dell'Unione Province Italiane e della Provincia di Bergamo. Martedì 31 marzo anche alla sede Abm, in Via Cavour...
Share