2.8 C
Belluno
venerdì, 28 Febbraio, 2020
Home Prima Pagina Coppa del Mondo sci alpino Cortina. All'esame in Prefettura il Piano per...

Coppa del Mondo sci alpino Cortina. All’esame in Prefettura il Piano per la mobilità

Prefettura di Belluno

Belluno, 11 febbraio 2020 – Si è tenuta oggi, in Prefettura di Belluno, una riunione di coordinamento in vista delle finali di Coppa del Mondo di Sci Alpino, in programma a Cortina d’Ampezzo dal 16 al 22 marzo.
Al centro dell’incontro, in particolare, i temi legati alla mobilità in occasione dell’importante evento sportivo che, oltre a richiamare migliaia di appassionati di sci, sarà un vero e proprio test in vista dei Mondiali in programma il prossimo anno.

Il Tavolo, presieduto dal Prefetto, Adriana Cogode, ha visto la partecipazione del Presidente della Provincia, del Sindaco di Cortina d’Ampezzo, dei vertici provinciali delle Forze dell’Ordine e dei Vigili del Fuoco nonché di rappresentanti del Comune di Belluno, della ULSS n. 1 Dolomiti, della Fondazione Cortina 2021, di ANAS, Veneto Strade e Dolomitibus.

I rappresentanti della Fondazione Cortina 2021 hanno illustrato ai presenti il piano per la mobilità, il cui scopo è quello di assicurare il regolare afflusso a Cortina d’Ampezzo dei tanti sportivi e turisti che vorranno assistere alle Finali di Coppa del Mondo.
Al riguardo, saranno allestiti, lungo le principali direttrici di accesso a Cortina, appositi parcheggi scambiatori dai quali il pubblico potrà raggiungere, attraverso le navette e gli impianti di risalita, la zona di gara.
L’obiettivo è infatti quello di rendere più fluido possibile il traffico veicolare all’interno di Cortina, anche al fine di garantire l’ordinato svolgimento della manifestazione e di eventuali servizi di soccorso.
Per questo motivo, è allo studio la possibilità di adottare mirati e limitati provvedimenti di limitazione al transito dei veicoli in determinate aree del territorio comunale.

Sul punto si terranno tavoli tecnici con particolare riguardo agli aspetti dell’ordine e della sicurezza pubblica.
Sotto questo profilo, saranno avviati, in primo luogo dall’amministrazione comunale, appositi confronti con tutte le associazioni di categoria interessate affinché le suddette limitazioni alla circolazione tengano conto anche delle esigenze degli operatori economici e di tutti coloro che, per motivi di lavoro, avranno la necessità di raggiungere Cortina d’Ampezzo.
Massima cura sarà prestata agli aspetti legati alla comunicazione, affidata ad un’unica cabina di regia e con l’impiego di tutti i mezzi a disposizione, ivi compresi i pannelli a messaggio variabile presenti lungo la rete stradale e autostradale.
E’ stato, infine, esaminato il piano sanitario, peraltro strettamente connesso a quello per la mobilità, che la ULSS sta definendo con gli organizzatori e con il Comune di Cortina d’Ampezzo.
Nei prossimi giorni saranno approntati, e successivamente approvati in occasione di una nuova riunione sul tema, il piano di emergenza ed un’apposita pianificazione per la gestione della mobilità in occasione di precipitazioni nevose, prevedendo il coinvolgimento di tutti gli attori del sistema di protezione civile.

Share
- Advertisment -

Popolari

Due cadute dalla seggiovia nel comprensorio del Civetta

Val di Zoldo, 27 febbraio 2020  -  Due cadute a un'ora di distanza una dall'altra dalla seggiovia in Val di Zoldo, comprensorio del Civetta. La...

Incidente sul lavoro. Precipita da 6 metri, ricoverato all’ospedale di Treviso

San Gregorio nelle Alpi 27 febbraio 2020 - Grave incidente sul lavoro nel primo pomeriggio di oggi in via Cal Longa di San Gregorio...

Neri Marcorè al Comunale di Belluno il 15 aprile con il concerto-spettacolo “Le mie canzoni altrui”

Mercoledì 15 aprile (ore 21) Veneto Jazz porta al Teatro Comunale di Belluno il concerto-spettacolo di Neri Marcorè "Le mie canzoni altrui", una serata...

Coronavirus, contrordine. “Solo 116 positivi su oltre 6mila tamponi”, l’assessore regionale Lanzarin ridimensiona il caso

Venezia, 27 febbraio 2020  -  “Si sta decidendo in queste ore se reiterare l’ordinanza regionale per il coronavirus, ed eventualmente in quali termini. Ma anche...
Share