5.3 C
Belluno
venerdì, 28 Febbraio, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Pachidermi e pappagalli: tutte le bufale sull'economia. Venerdì a Pedavena l'incontro con...

Pachidermi e pappagalli: tutte le bufale sull’economia. Venerdì a Pedavena l’incontro con Carlo Cottarelli

Intelligente, competente, schietto, umile, virtuoso ma allo stesso tempo semplice nel linguaggio, è una personalità di tutto spessore. Carlo Cottarelli sarà a Pedavena venerdì 14 febbraio alle ore 18.00 al Centro Culturale in Sala Guarnieri dove si terrà la presentazione del suo ultimo libro “Pachidermi e pappagalli. Tutte le bufale sull’economia a cui continuiamo a credere.”

La pubblicazione si pone come obiettivo quello di affrontare l’annosa questione delle “bufale” o “fake news” che, veicolate anche dalle nuove modalità di comunicazione possibili, ormai caratterizzano la nostra quotidianità. L’occasione è quella giusta per sfatarne almeno alcune, per scindere il vero dal falso, per riportarci ad una corretta percezione della realtà economica che stiamo vivendo.

Carlo Cottarelli, noto economista ed editorialista italiano, nasce a Cremona il 18 agosto 1954.
Laureato in Scienze economiche e bancarie, intraprende da subito una carriera brillante che lo vede ricoprire posizioni apicali a livello internazionale, in particolare all’interno del FMI (Fondo monetario internazionale), tra le quali si ricordano, senza alcuna pretesa di esaustività, la vicepresidenza del Dipartimento Europeo e del Dipartimento Strategia, Politica e Revisione, il ruolo di senior advisor nel Dipartimento Europeo come responsabile per la supervisione della attività del FMI in una decina di Paesi nonché di direttore del Dipartimento Affari Fiscali del FMI.
Assume ruoli importanti anche nel panorama politico italiano, corteggiato dai vari partiti per le innegabili conoscenze e competenze tecniche, è commissario straordinario per la revisione della spesa pubblica con il Governo Letta. Durante il Governo Renzi viene nominato direttore esecutivo nel Board (il Consiglio) del Fondo Monetario Internazionale. Tra le vicende più note alle cronache vi è quella che lo vede accettare, con riserva, il ruolo di Presidente del Consiglio conferitogli dal Presidente Mattarella il 28 maggio del 2018 con l’obiettivo di formare un governo tecnico, stante le difficoltà emerse nel tentativo di formare un Governo giallo-verde, incarico al quale (ahimè) rinuncia tre giorni dopo, essendosi venute e creare le condizioni per un governo politico.
Ma non è tutto qui. Carlo Cottarelli è professore all’Università Bocconi di Milano ed editorialista per la Stampa. Negli anni scrive diversi saggi sulle politiche e istituzioni fiscali e monetarie, libri sull’inflazione, sulla politica monetaria e sui tassi di conversione.

Si ringrazia l’organizzazione Lions Club Feltre Host, in particolare la figura di Tullio Zangrando, che ha reso possibile questo interessante e stimolante incontro.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Due cadute dalla seggiovia nel comprensorio del Civetta

Val di Zoldo, 27 febbraio 2020  -  Due cadute a un'ora di distanza una dall'altra dalla seggiovia in Val di Zoldo, comprensorio del Civetta. La...

Incidente sul lavoro. Precipita da 6 metri, ricoverato all’ospedale di Treviso

San Gregorio nelle Alpi 27 febbraio 2020 - Grave incidente sul lavoro nel primo pomeriggio di oggi in via Cal Longa di San Gregorio...

Neri Marcorè al Comunale di Belluno il 15 aprile con il concerto-spettacolo “Le mie canzoni altrui”

Mercoledì 15 aprile (ore 21) Veneto Jazz porta al Teatro Comunale di Belluno il concerto-spettacolo di Neri Marcorè "Le mie canzoni altrui", una serata...

Coronavirus, contrordine. “Solo 116 positivi su oltre 6mila tamponi”, l’assessore regionale Lanzarin ridimensiona il caso

Venezia, 27 febbraio 2020  -  “Si sta decidendo in queste ore se reiterare l’ordinanza regionale per il coronavirus, ed eventualmente in quali termini. Ma anche...
Share